Curatore: M. Codignola
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 24 ottobre 2007
Pagine: 80 p., Brossura
  • EAN: 9788845922190
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 2,97
Descrizione
Al-Haditha, Iraq, 25 novembre 2005. Per ritorsione contro un attentato subìto, una compagnia di marines, protetta da regole ambigue, massacra due famiglie di civili inermi. La minuziosa, atroce istantanea di un incubo reale e senza apparente via di uscita.

€ 4,68

€ 5,50

Risparmi € 0,82 (15%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maria Vittoria

    05/06/2011 13:56:56

    Ottima lettura per riflettere un po' su quello che succede ormai da anni nel mondo intorno a noi! Consigliatissimo!

  • User Icon

    Loris

    05/02/2008 10:18:47

    Riproposizione di un reportage apparso su rivista, questo 'Regole di ingaggio' ha piu' di un pregio. Partendo da un evento particolare, riesce ad allargare il quadro all'intero conflitto iracheno, analizzando i motivi dell'empasse militare americana. Soprattutto, sa rendere la patina di 'normalita' che in uno scenario di guerra finisce per avvolgere atti che potremmo descrivere solo in termini di ferocia e brutalita'. Non trancia giudizi pro e contro, ma si sforza di esaminare diversi punti di vista. Buon giornalismo insomma, sorretto da una prosa asciutta ed efficace. Emblematica la chiusura, affidata ad una doppia 'orazione' commemorativa: la retorica del giorno del ringraziamento cozza con il lamento funebre e la promessa di vendetta degli iracheni, lasciando presagire un futuro alquanto fosco.

  • User Icon

    Rokossovskij

    27/12/2007 16:12:26

    Librettino brevissimo (quasi un articolo di giornale), ma con aspetti veramente buoni. Le descrizioni sono - nello stile dell'autore, molto americano - totalmente aletterarie, fredde ed in certi tratti insostenibili per crudezza e capacità di restituire un principio di realtà. Spesso sarebbero da appendere nelle scuole di scrittura creativaResta semmai un po'nell'ombra proprio il profilo delle "regole d'ingaggio": come dovrebbe avrebbe dovuto essere struttura una spedizione come quella di Iraqi Freedom per avere almeno un po' di successo, o quantomeno non sfociare nella cupa tragedia in cui si è impantanata. Lettura brevissima, da consigliare a chiunque.

Scrivi una recensione