Artisti: Pink Floyd
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: Pink Floyd Music
Data di pubblicazione: 18 maggio 2018
  • EAN: 0190295996918
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 26,50

Venduto e spedito da IBS

27 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione
I Pink Floyd ristampano su vinile 180 grammi la loro raccolta pubblicata originariamente nel 1971 con audio rimasterizzato nel 2018 da Guthrie, Joel Plante e Bernie Grundman!
‘RELICS’, il primo album ‘compilation’ dei Pink Floyd, include singoli, b-sides e tracce estrapolate dai primi loro tre album ‘The Piper At The Gates Of Dawn’, ‘A Saucerful of Secrets’ e ‘More’. Inoltre, include l’ allora inedita canzone di Roger Waters, ‘Biding My Time’, registrata nel luglio 1969 e pubblicata per la prima volta in ‘Relics’ nel Maggio 1971.
‘Relics’ fu il primo album ad includere ‘Arnold Layne’ e ‘See Emily Play’, che prima erano stati pubblicati solo come singoli, in più la registrazione originale in studio di ‘Careful with That Axe Eugene’, la b-side di ‘Point Me At The Sky’ nel 1968.
Rimanendo fedele all’artwork originale, la copertina presenta i disegni originali in bianco e nero di Nick Mason, portando il sottotitolo iconico ‘A Bizarre Collection of Antiques & Curios’. Tutte le tracce sono le versioni originali stereo, che furono registrate durante l’ ‘era’ Syd Barret.
Disco 1
  • 1 Arnold Layne
  • 2 Interstellar Overdrive
  • 3 See Emily Play
  • 4 Remember a Day
  • 5 Paint Box
  • 6 Julia Dream
  • 7 Careful with That Axe, Eugene
  • 8 Cirrus Minor
  • 9 The Nile Song
  • 10 Biding My Time
  • 11 Bike

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sandro Gramm. '74

    14/01/2019 09:04:45

    In assoluto uno dei miei dischi preferiti, i Floyd delle origini in tutto il loro splendore, pura musica underground, visionaria, malinconica ed innovativa. Perle purissime come "Paint box" delirante pop psichedelico d'avanguardia, ed ancora il primo singolo "Arnold Layne", le oscure visioni di "Careful with that axe Eugene", la delicatezza struggente di "See Emily play", sino al viaggio cosmico di "Interstellar overdrive". Creatività stratosferica di una band agli inizi di una gloriosa carriera, semplicemente magnifico.

Scrivi una recensione