Recensioni Rent

Rent Anthony Rapp, Adam Pascal, Rosario Dawson, Jesse L. Martin, Wilson Jermaine Heredia Sony Pictures Home Entertainment
€ 7,99 € 9,99
  • User Icon
    17/07/2008 15:35:07

    Rent è un film che mi ha rapito dalla prima volta che l'ho visto, per caso in un pomeriggio di studio. Mi ha incantato per la sua semplicità e virtuosità allo stesso tempo. E' poetico, divertente, commuovente, scintillante e trascinante con le sue meravigliose musiche e coreografie. Gli attori sono tutti ottimi cantanti e si nota la facilità con cui si sono immedesimati nei personaggi, allenati da anni di rappresentazioni teatrali. Sin dalla prima sequenza ci rendiamo conto di trovarci di fronte a qualcosa di diverso.....finalmente!!! Tratta di temi scottanti e spesso scomodi a molti con una semplicità disarmante.....ma in realtà si deve andare oltre la scomodità dei temi e capire che si parla semplicemente di amore, l'amore con la A maiuscola.....un amore che ci fa star bene e che spesso ci fa soffrire....si parla di amicizia e di quanto sia importante nella vita avere qualcuno che ti aiuta a rialzarti quando sei a terra. Rent è un capolavoro del genere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/06/2007 15:19:33

    il limite cinematografico colpisce ancora una volta il musical. certo è che il film sminuisce di molto i numeri principali di questo spettacolo e cioè la forza delle scene corali. la storia è minimalista così come nel musical ma sono contento che questa versione cinematograifca non abbia edulcorato i temi forti e scottanti di cui si parla. la musica e alcune arie rimangono sempre il pezzo forte di questo show

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/02/2007 15:11:02

    Ottimo cast, ottime musiche, alcune sequenze poetiche e commoventi se si ha lo spirito giusto per apprezzarle.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/12/2006 15:25:27

    Bello..da vedere, certamente il film rende molto meno di quello che può essere a teatro, però le musiche sono molto belle, sopratutto alcune direi trascinanti..mi piacerebbe sapere se lo facesero da qualche parte a teatro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/11/2006 16:15:38

    trovo che rent sia un ottimo film-miusicall...non credo che si possa definire banale,noioso,o spocchioso come qualcuno ha voluto commentare,anzi...è molto originale,le musiche sono stupende e lo consiglio a tutti!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/11/2006 15:10:17

    Certo non rende come lo spettacolo teatrale, infatti il film pecca un po' di frammentarietà nel collegare le scene tra loro. Ciò nonostante Rent è un film godibilissimo, adatto anche a chi non ha avuto la fortuna di vedere il musical (uno dei più belli e innovativi degli ultimi vent'anni). Sempre attuale, coinvolge nella vita di un gruppo di ragazzi alle prese con i problemi dei nostri giorni: come andare avanti (e trovare i soldi per l'affitto), la sieropositività, l'amore in crisi, l'amicizia, l'omosessualità... Ma non fatevi spaventare dai temi "forti": Rent è soprattutto un film sull'amore, sul darlo e riceverlo a dispetto di quello che dice la gente. Questo musical a me ha cambiato la vita, almeno un po': se potete, andate a teatro (la versione italiana del musical è bella quanto quella di Broadway, se non di più), se non potete NON fatevi scappare l'occasione di vedere questo meraviglioso film (fosse anche solo a noleggio). Se non lo guardate, la vostra vita continuerà come sempre... ma se avete la fortuna di vederlo, potrebbe riservarvi delle bellissime sorprese... e poi entrerete a far parte di quella grande famiglia che è RENT... i "Renthead" (=fan di Rent) sono tantissimi in tutto il mondo... in Italia si trovano in una community virtuale. E non fatevi influenzare troppo dal giudizio negativo dell'altro utente: ognuno ha diritto ad esprimere la propria idea, ma prima di giudicare anche voi, guardatelo... vi assicuro che NE VALE VERAMENTE LA PENA!!! E lo amerete anche voi... "Vivi la vita in amore..." "No day but today"

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/10/2006 15:41:09

    Moscio e spocchioso, che non riesce a scrollarsi di dosso la propria totale identità teatrale, si prodiga senza impegno in una serie di canzoncine a catena svariando dai tetti e i decadenti bilocali newyorkesi in stile "Bohemian", e le strade di una New York alternativa dove serpeggiano artisti, film-makers, travestiti sbeffeggiati dalla vita e puniti con la sieropositività dal destino. Per quasi due ore e venti minuti è un susseguirsi di situazioni da sit-com/operetta/spot progressista e il prostrarsi alla noia e allo sdolcinamento forzato è inevitabile. Oltretutto Columbus cerca di sollevare la staticità puntando ad essere più sciolto possibile, ad adattarsi alle lunghe carrellate in verticale (quelle di Minnelli, per essere chiari) ma riprende aria fritta, non suscita il minimo interesse come storiella cinematografica, anche perchè una "Boheme" moderna sull'Aids, sulla New York del Village, sui gay, puzza di anacronismo nonostante possa sembrare giusto adatta a qualche anno fa, e infatti a teatro renderebbe molto di più. E anche le canzoni, nonostante varianti che vanno dal pop all'hard-rock, sono bruttine e non aiutano certo a far brillare il film/spot.

    Leggi di più Riduci