€ 36,00

Venduto e spedito da IBS

36 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Il saggio indaga e approfondisce il tema dell'autenticità del patrimonio architettonico. Le questioni critiche che ruotano intorno alla nozione di autenticità hanno portato lo studio ad una comparazione e ad una verifica delle sue possibilità di applicazione nel campo del restauro e della conservazione dell'architettura; ciò in un momento in cui si registra un bisogno crescente, ancorché condiviso, di approfondire quelli che sono gli aspetti fondativi del restauro. Partendo dall'assunto che l'autenticità, come concetto, coinvolge l'approccio agli interventi finalizzati alla conservazione del patrimonio, e ponendo al centro del suo significato l'interpretazione del manufatto nei suoi più particolari aspetti, sia sensibili che immateriali, il percorso di analisi si è rivelato articolato e complesso ma, al tempo stesso, ricco di spunti e di ambiti argomentativi. Le correnti di pensiero e le riflessioni delle personalità interne alla cultura della conservazione - a partire da Riegl per poi passare a Brandi, Bonelli, Pane, Philippot - sono state analizzate seguendo il loro contributo alla questione della definizione dell'essenza del monumento e dell'interpretazione dei suoi valori, attraverso un confronto con le coeve elaborazioni nel campo più strettamente estetologico. Il tema, inoltre, in un momento in cui il manufatto architettonico rischia di essere inteso quale elemento replicabile, coinvolge anche le riflessioni intorno a termini come «originale», «originario», «copia», e così via, in rapporto pure alle possibilità interpretative delle peculiarità delle fabbriche, la cui specificità richiede particolare attenzione da parte della cultura contemporanea del restauro e della conservazione.