La rete della vita. Perché l'altruismo è alla base dell'evoluzione

Fritjof Capra

Traduttore: C. Capararo
Collana: Superbur scienza
Edizione: 1
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 settembre 2001
Pagine: 315 p.
  • EAN: 9788817126809
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Fritjof Capra indaga su più fronti e in campi diversi (teoria della complessità, teoria di Gaia, teorie del caos) e delinea un nuovo pensiero che vede nella natura e negli esseri viventi non entità isolate, ma sempre e comunque "sistemi viventi" dove il singolo è in stretto rapporto di interdipendenza con i suoi simili e con l'intero sistema. La somma di queste relazioni, che legano gli universi della psiche, della biologia e della cultura è una rete: la rete della vita.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lara06

    09/03/2009 11:53:59

    Il vero messaggio di questo libro, chiaramente a carattere divulgativo e non scientifico, è che la vita si è evoluta per collaborazione e non per sopraffazione tra specie e che ciascuno di noi, nel suo piccolo, può dare il suo contributo per rendere migliore questo mondo (non importa quanto sia grande il raggio di influenza tanto non lo saprai mai). Detto questo invito tutti a leggelo utilizzando queste chiavi di lettura.

  • User Icon

    Gianni F

    19/10/2007 21:15:50

    Ho letto questo libro perché mi era stato consigliato da un mio zio, e dopo aver letto Il tao della fisica credevo di scoprire qualcosa di nuovo. E invece no. Questo libro mi fa capire come i fisici, di fronte alla biologia, non abbiano capito niente. Credono che essere fisici dia loro una qualche competenza anche in altri campi. E non è così. Questo libro l’ho letto da biologo quale sono, e vi ho trovato solo banalità. Teorie vecchie copiate ed adattate dalla teoria del caos dall’ecologia, banalizzazioni della biologia, il tutto per dire in più di 300 pagine, che la vita è una rete di interconnessioni. Mamma mia che idea profonda!!! Questo insegna una cosa: che i fisici (Davies compreso) che credono di aver capito la biologia, solo per questo dicono idiozie. Il pubblico profano che legge questa roba crede che questi fisici dicano qualcosa di nuovo, ma leggete opere più profonde e soprattutto scritte da biologi: Dawkins e Gould per cominciare. Lasciate stare i fisici, e che si occupino del loro campo, quando parlano di biologia dicono spesso corbellerie e semplificano il problema perché non lo capiscono neanche. La biologia è una cosa estremamente complessa e il riduzionismo di questi scienziati dimostra solo che non capirebbero il problema in tutta la loro complessità, banalizzando il tutto e facendolo sembrare più semplice di quanto loro stessi abbiano capito.

  • User Icon

    Mirco Guietti

    30/04/2003 18:38:44

    Il pensiero di Capra costituisce un'interessante sbocco della filosofia contemporanea.. Che sia la risposta al collasso solipsistico di un mondo tecnologico affamato di spiritualità, oppure il principio di un qualcosa di nuovo, è in ogni caso davvero intrigante e dalle notevoli potenzialità.

Scrivi una recensione