Categorie

Sarban

Traduttore: R. Colajanni
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2015
Pagine: 191 p. , Brossura
  • EAN: 9788845929939

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    moreno63

    20/07/2015 19.13.02

    Romanzo dalla trama originale. Scritto bene. Forse il finale un po' frettoloso...forse

  • User Icon

    luciano

    18/07/2015 16.56.57

    Alan, ufficiale della Marina inglese, fugge, nel 1943, dal campo di prigionia Oflag XXIXZ, nella Germania orientale. Vagando nella notte, assetato, vede in lontananza una luminescenza che illumina un laghetto d'acqua. Alan corre verso lo specchio d'acqua per dissetarsi ma all'improvviso viene colpito da una violenta scossa e il suo corpo, " ormai privo di peso e coesione, salì turbinando in una spirale verso l'alto come un gas nell'oscurità". Al suo risveglio si trova in un mondo parallelo medievaleggiante , con uno scarto temporale di un centinaio di anni. In questo luogo e in questo tempo, al di là del muro e delle leggi della fisica, la seconda guerra mondiale l'ha vinta Hitler, il mondo è dominato dai nazisti. E' un mondo terribile, un mondo di terrore e Alan, in apertura del libro, dice che il terrore è indescrivibile e il romanzo questo racconta. Alla fine del libro ho tirato un bel respiro: è un bene che la Germania nazista non abbia vinto la guerra!

  • User Icon

    Fabio Ponzana

    16/07/2015 21.31.25

    Imponente stile visionario del padre incontrastato del genere ucronico...o distopico che dir si voglia. Aspettavo da anni la traduzione in italiano. So per certo che "Sarban", il "Carovaniere" (in arabo si dice appunto sarban), aveva scritto altri due romanzi brevi. L'autore era semplicemente un genio, diplomatico di professione e sognatore per vocazione. Chissà se Adelphi tradurrà anche quei due gioielli?

Scrivi una recensione