La rilegatrice di storie perdute - Cristina Caboni - ebook

La rilegatrice di storie perdute

Cristina Caboni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Garzanti
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 588,4 KB
Pagine della versione a stampa: 296 p.
  • EAN: 9788811148883

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 31 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Una narratrice sorprendente.»
Vanity Fair

Il coraggio può nascondersi tra le pagine di un libro

La copertina finemente lavorata avvolge le pagine ingiallite dal tempo. Sofia con gesti delicati ed esperti sfiora la pelle e la carta per restaurare il libro e riportarlo al suo antico splendore. La legatoria è la sua passione. Solo così riesce a non pensare alla sua vita che le sta scivolando di mano giorno dopo giorno. Quando arriva il momento di lavorare sulle controguardie, il respiro di Sofia si ferma: al loro interno nascondono una sorpresa. Nascondono una pagina scritta a mano: è la storia di una donna, Clarice, appassionata di arte e di libri. Un’abile rilegatrice vissuta in nel primo Ottocento, quando alle donne era proibito esercitare quella professione. Una donna che ha lottato per la sua indipendenza. Alla luce fioca di una candela ha affidato a quel libro un messaggio lanciato nel mare del tempo, e una sfida che può condurre a uno straordinario ritrovamento chi la raccoglierà.
Sofia non può credere al tesoro che ha tra le mani. Quella donna sembra parlare al suo cuore, ai suoi desideri traditi. È decisa a scoprire chi sia, e quale sia il suo segreto. Ad aiutarla a far luce su questo mistero sarà Tomaso Leoni, un famoso cacciatore di libri antichi ed esperto di grafologia. Insieme seguono gli indizi che trovano pagina dopo pagina, riga dopo riga, città dopo città. Sono i libri a sceglierci, e quel libro ha scelto Sofia. Dopo più di duecento anni, solo lei può ridare voce a Clarice. E solo la storia di Clarice può ridare a Sofia la speranza che aveva perduto. Perché la strada per la libertà di una donna è piena di ostacoli, ma non bisogna mai smettere di mirare all’orizzonte.

Successo dopo successo, Cristina Caboni è diventata una delle autrici italiane più amate dalla stampa e dai lettori. Dopo Il sentiero dei profumi e Il giardino dei fiori segreti, bestseller sempre in classifica, un nuovo romanzo sul potere dei libri. Grazie a loro due donne coraggiose, così lontane nel tempo, si incontrano diventando una la forza dell’altra, nella ricerca della libertà e di un futuro migliore.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,45
di 5
Totale 26
5
17
4
5
3
3
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ilaria B.

    17/06/2020 16:17:04

    Il romanzo narra le vicende di due donne vissute in tempi diversi: Clarice nell'Ottocento, Sofia ai giorni nostri. Entrambe trovano la libertà attraverso i loro amati libri. È proprio in un volume antico che Sofia trova una lettera scritta e nascosta da Clarice: quella donna sconosciuta parla di un libro segreto, che per il momento deve rimanere celato a chiunque, con la speranza che un giorno possa essere ritrovato, insieme alle altre lettere nascoste da Clarice in altri volumi. Parte così una sorta di caccia al tesoro alla quale Sofia non può sottrarsi. Vuole assolutamente scoprire chi sia quella donna, vuole conoscere la sua storia e portare alla luce il libro di cui parla nelle sue lettere. Ad aiutare Sofia nella sua ricerca c'è l'affascinante Tomaso, che sarà l'unica persona su cui la ragazza possa fare veramente affidamento. Consiglio questa lettura, perché è in grado di catturare l'attenzione del lettore, di tenerlo incollato alle pagine in attesa della rivelazione finale, attraverso misteri e colpi di scena.

  • User Icon

    Ivana75

    06/06/2020 05:00:24

    Libro stupendo.. Letto in tre giorni... Scrittura raffinata ed elegante.. Non puoi non innamorarti della figura coraggiosa e intraprendente di clarice e non puoi non affezionarti a Sofie... Bellissimo libro.. Ottima compagnia..

  • User Icon

    Vincenzo M.

    16/05/2020 16:41:33

    Non conoscevo autrice, sono guardinguo verso successi decretati dalla stampa o dai lettori massa. Ma sono rimasto colpito dal tema, importanza dei libri che devono esser curati, come persone, dal passare del tempo. Dentro una storia, come le Matrioske, altra storia di epoca lontana dove alle donne era proibito curare libri e la lotta per un posto nel mondo. Vita parallela dei libri e della Libertà.

  • User Icon

    PL

    14/05/2020 19:17:58

    l romanzo si divide in capitoli dove viene narrata la storia di Sofia e di Tomaso, e la loro ricerca dei libri, mentre in altri capitoli viene raccontata la storia di Clarice, che ricordiamo è vissuta nel 1800 ed in quell'epoca le donne non solo non avevano voce in capitolo, ma non potevano nemmeno imparare un mestiere, mentre lei era una rilegatrice, cosa inusuale a quei tempi, ma Clarice è una donna fuori dagli schemi, ed ho amato la sua parte di narrazione fin dalle prime pagine. Si tratta di un libro che vale davvero la pena di leggere, che non vi cattura dalle prime pagine come hanno fatto gli altri libri dell'autrice, ma che si fanno spazio piano piano durante la lettura, fino ad arrivare che non potete fare a meno di sapere cosa accadrà dopo, se i due protagonisti troveranno i libri e se scopriranno cosa voleva comunicare Clarice.

  • User Icon

    valcai

    14/05/2020 07:38:45

    Sofia è una donna che ha puntato tutto sul suo matrimonio, un’animo all’apparenza debole o che il matrimonio ha indebolito giorno per giorno. Ora Sofia è apatica, remissiva e infelice finché si aggrappa a quest’avventura per fuggire dalla sua vita. È meraviglioso il suo cambiamento attraverso le pagine, attraverso i giorni passati alla ricerca del mistero di Clarice e dei libri di Fohr. Sofia Bauer non è una donna che viaggia alla ricerca di se stessa, tutt’altro. È una donna che riscopre se stessa attraverso i libri, attraverso la forza di altri personaggi veramente esistiti o meno. E grazie a questa avventura il suo carattere torna a galla e la donna che è stata rifiorisce. Allo stesso tempo, i libri sono un altro personaggio chiave del romanzo. L’autrice sarebbe potuta cadere nello scontato, ma con la sua ormai affermata bravura ha creato una storia fatta di emozioni in cui i libri sono messaggeri, sono protettori, scudi contro il dolore e armi con cui combatterlo. Un romanzo ambizioso che all’apparenza cavalca la passione dei grandi lettori ma in realtà nasconde mille sfaccettature come il più bello dei diamanti. Mi rimarrà nel cuore.

  • User Icon

    luisca

    14/05/2020 07:35:33

    Una storia sorprendente, emozionante, ben costruita e di una profondità che non mi sarei mai aspettata leggendo la sinossi. Lo stile della Caboni è coinvolgente e delicato, un mix di tanti elementi essenziali per un libro unico: amore, mistero, forza, coraggio e voglia di libertà. Mi sono emozionata molto leggendo il finale, non me lo aspettavo così e mi è persino sfuggita qualche lacrima di felicità. I capitoli si alternano tra eventi del presente ed eventi del passato, rendendo tutto molto chiaro e lineare. È un libro sulle donne, è dedicato a tutte noi, sulla forza che possediamo e su quanto possiamo fare con essa, non solo per cambiare il mondo ma anche noi stesse. Nei secoli passati, e nel caso di questo libro nell’ ‘800, le donne non avevano potere o alcuna voce in capitolo, il loro ruolo nella società era solo quello di procreare, occuparsi della casa e del marito, null’altro, era inconcepibile avere opinioni, libertà di dedicarsi all’arte o alla cultura e soprattutto avere un lavoro. Ma alcune donne, seppur vivessero in quegli anni difficili, combattevano contro i pregiudizi per affermare la loro indipendenza e per non farsi sopraffare dall’uomo o dalla società stessa. Per questo ho ammirato e amato, oltre ogni misura, il personaggio di Clarice, una donna che ha avuto il coraggio di opporsi ad un destino che le era già predestinato, ha combattuto senza arrendersi o lasciarsi sopraffare dagli eventi della sua vita. Nonostante tutte le difficoltà, praticando anche un’arte proibita alle donne.

  • User Icon

    vokal

    14/05/2020 07:32:22

    Il tema romantico è trattato con delicatezza ma è il vero motore della storia. E' una romanzo appassionante, in ogni sua parte. L'autrice dimostra una profonda conoscenza della materia in questione e ne descrive ogni piccola sfumatura. Sembra quasi di poter sentire sotto le mani la pelle levigata di una copertina e l'odore inconfondibile delle pagine grazie alle vivide e dettagliate caratterizzazioni. Ho letto tutti i libri di questa autrice perciò conosco bene l'elegante e ricercata scrittura che accompagna i suoi romanzi. Quello che non mi aspettavo, era trovare una storia in grado di superare tutte le precedenti e che ho divorato nel giro di qualche ora. E' stato bellissimo viaggiare per mezza Europa, scoprire misteri e segreti sepolti tra le pagine di libri perduti, è una storia dal ritmo travolgente che promuovo a pieni voti.

  • User Icon

    lerd88

    14/05/2020 07:28:13

    La narrazione, come sempre, è in terza persona ma la caratteristica principale è la doppia linea temporale sulla quale viaggia il romanzo: la storia di Clarice ambientata nei primi anni dell’Ottocento e la storia di Sofia ai nostri tempi. Le due linee temporali sono intrecciate come gli animi delle due protagoniste. Il loro rapporto è unico, magico e delicato. Tutte e due trovano la salvezza nell’amore per i libri, nell’arte della rilegatura e tutte e due devono affrontare grandi vicissitudini per riuscire a forgiare se stesse e scoprire la propria indipendenza e l’amore che si meritano. Quando leggevo la storia di Clarice era come se la osservassi dagli occhi di Sofia e quando leggevo la storia di Sofia tornavo a essere me stessa. Lo so è un fenomeno strano e un po’ assurdo spiegato così, ma penso che si crei un legame tra il lettore e i personaggi di alcuni libri e quando accade, come in questo caso, è meraviglioso.

  • User Icon

    griffd

    14/05/2020 07:25:38

    La rilegatrice di storie perdute di Cristina Caboni, non ho parole per descrivervi la bellezza di questo libro che ho amato dalla prima all’ultima pagina, no non è un thriller, ma ho deciso di leggerlo perchè mi è piaciuta la copertina con questa ragazza rilassata che legge un libro, mi è sembrato di vedere me stessa, e di istinto l’ho preso. O forse è stato lui a scegliere me.. così come dice il libro stesso, sono i libri a scegliere noi, e noi siamo fortunati ad essere scelti. Sofia la nostra protagonista ha la mia stessa età e sta attraversando un periodo davvero pesante, si trova tra le mani un libro, dentro al quale trova una sorpresa…qualcosa che la intriga molto,una pagina scritta a mano da “Clarice” nel lontano 800. Così 200 anni dopo Clarice trova chi la ascolta, e le parole scritte da Clarice, sembrano arrivare dritte al cuore di Sofia e darle le risposte che cerca..

  • User Icon

    darob

    14/05/2020 07:17:22

    Un libro particolare che mi ha tenuta avvinta pagina dopo pagina, desiderosa di scoprire cosa fosse successo 200 anni prima e di capire come le ricerche si sarebbero svolte. Ho fatto le mie ipotesi e sperato per un epilogo piuttosto che per un altro, mi sono sentita coinvolta sia dalla passione delle due protagoniste, sia dal loro dolore. Particolari le descrizioni che l’autrice riesce a fare, rendono vivide le scene e ancor di più le emozioni. La ricerca degli indizi è realistica e il tutto si svolge in tempi adatti, nulla è lasciato al caso e posso dire che il modo in cui le due protagoniste si relazionano a ciò che amano mi crea un senso di simbiosi totale. Non c’è nulla di più bello che leggere le sensazioni.

  • User Icon

    ceciso

    14/05/2020 07:11:17

    La rilegatrice di libri è un romanzo contemporaneo con all'interno due diverse storie: quella di Sofia, giovane donna con la grande passione per l’arte ed in particolare per i libri, e quella di Clarice, una giovane ragazza tedesca, vissuta nei primi anni dell’Ottocento, anch’ella con una grande passione per la rilegatura e per l’arte. Sofia si trova in un periodo buio della sua vita: ha rinunciato a tutto ciò che la faceva sentire viva per amore di suo marito con il quale, però, le cose non vanno più bene. Decide di ricominciare a vivere e lo fa proprio nel momento in cui trova la lettera che Clarice ha nascosto nel primo libro di Christian Fhor, uno scrittore romantico dell’Ottocento che, nei suoi libri, esalta la libertà degli uomini e denuncia l’enorme divario sociale di quell'epoca. Al ritrovamento della lettera, Sofia decide di portare alla luce la storia della ragazza tedesca e di darle finalmente giustizia. Lo stile è fluido e lineare, ricco di cenni storici e di termini specifici per quanto riguarda la rilegatura.

  • Piacevole intrattenimento, con qualche piccolo elemento di sogno e magia per l'amato libro di carta e la sua storia di recupero e restauro. Niente che ti rimanga impresso ma carino .D meraviglioso c'è che ho potuto scoprire il bellissimo quartiere di Coppedè a Roma. La chicca del libro stai ui.

  • User Icon

    Giulia

    11/03/2019 17:06:31

    Decisamente promosso a pieni voti questo ultimo romanzo in ordine di tempo di Cristina Caboni. Rispetto ai sui precedenti lavori l’autrice ha deciso di cambiare genere, discostandosi dalla natura e occupandosi maggiormente di storie di persone. Il risultato è sorprendente e apprezzabile, con un romanzo che scorre molto bene, pur non essendo mai banale. Se avete amato i suoi precedenti romanzi o se volete leggerla per la prima volta questo è senza dubbio il romanzo più adatto.

  • User Icon

    Rose Congou

    24/02/2019 23:18:57

    Una storia di buoni sentimenti che sfrutta la carta dell'ambientazione pseudo letteraria. Lo stile è totalmente anonimo.

  • User Icon

    Laura

    21/09/2018 21:38:47

    Romanzo molto avvincente in cui si intrecciano le storie di due donne che vivono in due epoche diverse. Lo consiglio a tutti coloro che amano i libri e le storie d'amore tormentate e passionali.

  • User Icon

    Marina

    21/09/2018 20:12:01

    Ho letto anche gli altri libri della Caboni e ogni volta mi accade cosi': dopo aver preso confidenza con la storia e i personaggi non riesco più a staccarmi e devo finire il libro! Sarà perché le protagoniste sono giovani donne di oggi ed è facile immedesimarsi.

  • User Icon

    Antonella Iantomasi

    21/09/2018 15:15:31

    Libro piacevole e scorrevole, storia che intreccia il valore della famiglia con quello dei libri. A tratti risulta un po' prevedibile.

  • User Icon

    Teresa

    20/09/2018 07:42:30

    Una delle mie autrici italiane preferite. Cristina Caboni non usa paroloni difficile, non crea periodi troppo lunghi, ma punta tutto sulla sua semplicità e sulla capacità di esprimere con le parole i sentimenti più profondi. E devo dire che ci riesce molto bene con questo suo romanzo. Una storia toccante e carica di emozioni. Da leggere!

  • User Icon

    Nicolò

    18/09/2018 10:54:24

    Veramente un bellissimo libro, che ti tiene incollato alle sue pagine, fino alla fine.

  • User Icon

    Isabella

    26/05/2018 20:10:36

    È la prima volta che leggo un libro di questa autrice e a essere sincera il titolo è la copertina mi hanno attratta come una calamita, perché amo la lettura. La trama mi è piaciuta molto, si intrecciano su due piani temporali differenti le vicende di due donne accomunate dallo stesso destino ineluttabile di vivere una vita non desiderata e portata avanti con un uomo non degno di amore. Ad un certo punto entrambe si rendono conto che così non si può andare avanti e scatta quella scintilla che le fa muovere in un'altra direzione. Sofia si rende conto che vivere con suo marito è come vivere in una gabbia, Claire non può più subire le violenze di un marito padrone. Entrambe troveranno l'amore solo abbandonando la paura e le strade di entrambe si incroceranno grazie a un libro e a una biblioteca. Sofia e Claire sono due donne molto forti e riusciranno a raggiungere il loro obiettivo :avere la vita che meritano

Vedi tutte le 26 recensioni cliente
  • Cristina Caboni Cover

    Appassionata coltivatrice di rose, si dedica alla conoscenza e allo studio delle essenze e delle fragranze naturali. Vive in provincia di Cagliari, dove si occupa dell'azienda apistica della famiglia. Il sentiero dei profumi (Garzanti 2014) è il suo romanzo d'esordio, cui sono seguiti La custode del miele e delle api (Garzanti 2015), Il giardino dei fiori segreti (Garzanti 2016) Premio Selezione Bancarella 2017, e La rilegatrice di storie perdute (Garzanti 2017), La stanza della tessitrice (Garzanti 2018), La casa degli specchi (Garzanti 2019). Approfondisci
Note legali