Traduttore: L. Perria
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 2 febbraio 2006
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788850209897
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Quattro ragazzi muoiono nello stesso giorno, improvvisamente, stroncati da un infarto. Un avvenimento forse non particolarmente strano in una grande città come Tokyo. Ma lo zio di una delle vittime è Asakawa, un giornalista che, di cose strane, in quelle morti, ne vede parecchie. Anzitutto i quattro ragazzi si conoscevano, anzi avevano addirittura trascorso insieme un breve periodo di vacanza. Inoltre sono tutti morti con un'espressione di terrore stampata per sempre sul viso. Asakawa comincia a indagare e scopre quasi per caso che, una settimana prima di morire, i quattro avevano guardato un'inquietante videocassetta su cui è incisa una serie d'immagini misteriose.

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    spirito_libero

    15/12/2014 12:54:00

    Primo di una trilogia, The Ring di sicuro è più noto per i film o i fumetti che portano il suo nome. L'autore riesce a creare un thriller che mischia elementi psicologici, gialli e horror con grande maestria e efficacia. La narrazione alterna punti di descrizione ad azione ben congegnata, senza mai risultare pesante. La storia scorre bene, i personaggi sono ben caratterizzati, soprattutto il protagonista che agisce e pensa davvero in modo reale. Non mancano i colpi di scena e le parti leggermente "spaventose" riguardo il mistero della videocassetta e della bambina morta. Ottimo anche il finale, aperto, che non preannuncia nulla di buono, ma che conclude degnamente questo libro. Non si fa fatica a memorizzare i nomi orientali dei personaggi e destreggiarsi nel memorizzarli durante la lettura. In definitiva un piccolo capolavoro, sconosciuto a molti. Speriamo che i due successivi capitoli continuino la storia e mantengano lo stesso ritmo incalzante, lo stesso alone di mistero e la stessa suspance.

  • User Icon

    marco77

    10/02/2011 19:10:45

    intrigante e tosto,direi che e' un sacrilegio non continuare con la saga!! SAYONARA

  • User Icon

    Silvio52

    08/01/2007 14:27:32

    Mi è piaciuto molto: la reale essenza di "Ring" va ben oltre la maledizione "tra-sette-giorni" descritta dal/i film(s) horror (mettiamo i puntini sulle i: questo romanzo più che un horror è un thriller paranormale), la vera natura di "Ring" è un qualcosa di virulento, inquietante, morboso e apocalittico. Altri punti a favore: molto buono il ritmo da conto alla rovescia; bellissimo il capitolo finale, con le riflessioni del protagonista; viene spiegata molto bene la questione di fondo delle "fotografie psichiche"; inoltre il personaggio di Sadako guadagna molto rispetto al film in quanto è meno mostro e più persona. Sono curioso ora di leggere "Spiral".

  • User Icon

    devel81

    07/09/2006 17:02:38

    che dire.un libro stupendo.la tensione cresce pagina dopo pagina e una volta finito il libro...cresce ancora di piu! ottimo suzuki con uno stile semplice,lineare ma efficace.in definitiva:un capolavoro!!

  • User Icon

    Robya

    06/09/2006 12:04:24

    Per prima cosa dico che in generale sono nettamente contraria al guardare prima il film e nel caso leggere il libro, ma sapevo in questo caso che il libro portava delle variazioni, così mi sono regalata il libro. STUPENDO, molto più del film. Ha un filo molto più logico rispetto al film. DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE soprattutto per chi adora il genere.

  • User Icon

    Obafemi

    29/08/2006 07:53:35

    Un buon libro, con un originale miscuglio bio-tecnologico, con la giusta dose di questioni non svelate, aperte all’immaginazione del lettore A proposito di virus multimediali: perchè ci si ostina sempre a far parallelismi fra un libro e il(i) film ad esso ispirato/i?

  • User Icon

    Vittoria

    31/07/2006 12:07:23

    Un libro bellissimo, superioriorisimo a tutti e due i film della versione giapponese, è un genere più sul thriller che sull'horror. Scritto in un modo stupendo, quindi una parola soltanto: LEGGETELO.

  • User Icon

    Arianna

    19/04/2006 12:55:20

    veramente bello come libro.. pensavo che fosse uguale al film americano invece la storia è diversa.. non vedo l'ora di leggere gli altri 3... se siete amanti del thriller/horror questo è il libro che fa per voi

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione