Risotto. Storia di un piatto italiano

Alberto Salarelli

Editore: Sometti
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 gennaio 2010
Pagine: 200 p., Brossura
  • EAN: 9788874953516
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,00

€ 14,00

Risparmi € 7,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Chi ha inventato il risotto alla milanese? La domanda posta, quasi quarant'anni fa, da Gianni Brera era e rimane a tutt'oggi senza risposta; eppure, il fatto di non riuscire a ricondurre l'origine del piatto ad una precisa responsabilità individuale non deve suonare come una ricerca fallita. Tutt'altro, perchè il risotto per come lo conosciamo oggi, è il risultato di secoli di storia, non solo culinaria ma anche sociale ed economica. E oggi? oggi la tradizione gastronomica italiana subisce un lento ma inesorabile assorbimento dall'esterno, se è vero che la pizza è talmente globalizzata che gli Americani l'hanno inserita nella loro tradizione culturale, e sugli spaghetti pesa la leggenda che li vuole ideati nell'Impero del Dragone, ovvero l'onnipresente Cina. Rimane quindi il risotto: contaminato certo, ma che porta in sè il marchio identificativo della propria origine regionale e italiana, non foss'altro per il nome che non subisce nè traduzioni nè adattamenti in alcuna lingua parlata da essere umano. Rivisitato, riproposto, rielaborato in svariate combinazioni, il risotto è riuscito a non disperdere del tutto il patrimonio culturale di quell'umile cuoco-autore, anonimo e collettivo, che lo ha ideato a cavallo tra Settecento e Ottocento. Le pagine di questo libro vogliono quindi raccontarne l'origine e l'evoluzione con l'ambizione di dimostrare come attraverso un piatto di risotto si possa sbirciare da una prospettiva insolita anche un pezzo d'Italia.