Il ritorno di don Camillo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1953
Supporto: DVD
Salvato in 53 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 10,34 €)

Don Camillo, trasferito in un'altra parrocchia, riesce a tornare al proprio paese grazia anche all'intervento di Peppone che lo vuole accanto a sé in un'importante battaglia sociale.
5
di 5
Totale 7
5
7
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    stefano

    11/09/2020 18:54:07

    film stupendo che ha lasciato il segno per molte generazioni

  • User Icon

    Maria

    14/05/2020 17:38:20

    Attori e personaggi che resteranno nella storia del cinema e vivranno per sempre nella nostra mente e nel nostro cuore. Grande Fernandel e grande Gino Cervi unici e irripetibili.

  • User Icon

    Bello

    25/09/2019 12:08:49

    L'inizio è un po' triste: narra l' esilio di Don Camillo presso la chiesa di Rocca di Cambio, in Abruzzo. Nella seconda parte i ritmi e la comicità prendono il sopravvento.

  • User Icon

    Francesco

    31/12/2018 11:24:06

    Eccezionale: comico, storico e prezioso per l'insegnamento morale.

  • User Icon

    Antonietta

    10/05/2018 08:48:13

    bellissimo ogni volta mi ammazzo dalle risate. Un grande personaggio!!!

  • User Icon

    Riccardo Esposito

    15/05/2016 19:33:15

    Il mio preferito in assoluto (quando voglio un solo esempio della serie, scelgo questo!), quello dove il "Mondo Piccolo" di Guareschi sembra ancora più "piccolo", dove i rapporti tra i due protagonisti sono meglio definiti, quello che sembra più una favoletta (se ci fate caso è quello che contiene più elementi "fantastique") ma che termina con un evento molto drammatico (la piena del Po) senza per questo peccare di pessimismo. Unico neo, la sequenza dell'incontro di pugilato: non piaceva neppure a Guareschi, che la scrisse ma se ne pentì.

  • User Icon

    Riccardo F. Esposito

    01/08/2014 10:43:26

    Il mio preferito in assoluto (quando voglio un solo esempio della serie, scelgo questo!), quello dove il "Mondo Piccolo" di Guareschi sembra ancora più "piccolo", dove i rapporti tra i due protagonisti sono meglio definiti, quello che sembra più una favoletta (se ci fate caso è quello che contiene più elementi "fantastique") ma che termina con un evento molto drammatico (la piena del Po) senza per questo peccare di pessimismo. Unico neo, la sequenza dell'incontro di pugilato: non piaceva neppure a Guareschi, che la scrisse ma se ne pentì.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Mustang Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 105 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: presentazione: presentazione di Maurizio Porro; documentario: Cinema Forever; speciale: "Il ritorno di Guareschi"
  • Gino Cervi Cover

    "Attore italiano. Figlio di un critico teatrale che lo scoraggia nel suo desiderio di diventare attore, inizia la carriera in teatro alla morte del padre, facendosi le ossa in piccole parti nella compagnia di A. Borrelli. In seguito ottiene ruoli sempre più importanti fino al successo in alcune opere shakespeariane, quali Otello e Falstaff. Nel frattempo esordisce nel cinema, con un'apparizione in L'armata azzurra (1932) di G. Righelli. Successivamente ottiene un ruolo di rilievo in Aldebaran (1935) di A. Blasetti ed è protagonista di Ettore Fieramosca (1937), sempre di Blasetti. Di temperamento versatile, è capace di passare da un personaggio all'altro con straordinaria immedesimazione, come in La peccatrice (1940), in cui interpreta la parte di un piccolo burocrate pignolo e indisponente.... Approfondisci
  • Fernandel Cover

    Nome d'arte Fernand Joseph Désiré Contandin, attore francese. Figlio di un modesto impiegato di banca che nel tempo libero di esibisce come attore di music-hall, accompagna il padre in tournée esordendo sui palcoscenici dei caffè-concerto all'età di cinque anni. Dopo alcune occupazioni occasionali come commesso, scaricatore e portinaio, nel 1921 abbandona l'impiego in una banca per iniziare la carriera di attore cantante, prima in compagnia con il fratello maggiore Marcel e poi da solo. Nel 1928 M. Allégret resta colpito dalla sua esilarante interpretazione nella rivista Vive le nu e gli affida una parte secondaria in Le blanc et le noir (Il bianco e nero, 1930), al fianco di Raimu. Inizia così un'intensa attività che lo porterà a recitare in oltre centocinquanta film dal 1930 al 1969. Con... Approfondisci
  • Paolo Stoppa Cover

    Attore italiano. Dopo gli studi d’arte drammatica, debutta sul palcoscenico intraprendendo una carriera densa di successi che non abbandonerà mai e lo porterà a diventare uno dei massimi attori drammatici italiani. Esordisce sul grande schermo agli inizi degli anni ’30 e in breve si impone come valido caratterista. È un barbone egoista e cattivo del fiabesco Miracolo a Milano (1951) di V. De Sica, dolente cantastorie nel folclorico Carosello napoletano (1953) di E. Giannini, maturo innamorato di una giovane S. Pampanini nel brillante La bella di Roma (1955) di L. Comencini, paterno allenatore di pugilato nel drammatico Rocco e i suoi fratelli (1960) di L. Visconti, insopportabile arricchito parvenu nel letterario Il Gattopardo (1963) di Visconti, papa Alessandro iii nello storico Becket e... Approfondisci
Note legali