Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Ritratto della giovane in fiamme (DVD)

Portrait de la jeune fille en feu

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Portrait de la jeune fille en feu
Paese: Francia
Anno: 2019
Supporto: DVD

88° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Drammatico

Salvato in 43 liste dei desideri

Vincitore del Prix du scénario al Festival di Cannes 2019

«Céline Sciamma al suo quarto lungometraggio continua la sua ricerca sull'identità sessuale tema nei confronti del quale ha mostrato un'ottima capacità d'indagine in fase di sceneggiatura nonché nel trasferimento sullo schermo». - My Movies

«Un film interamente dedicato all'amore» - Cristina Piccina, Il Manifesto

«Nel Settecento l'amore era una faccenda strana, soprattutto per chi nasceva femmina. Non che dopo due secoli e mezzo la solfa sia molto diversa, il cuore - indipendentemente dal sesso di appartenenza - resta un terreno spesso insondabile, eppure allora il bivio non ammetteva deviazioni. Convento o matrimoni di comodo, tertium non datur. E in nessuno dei due casi c'entrava il sentimento». - Stefano Giani, Il Giornale

1770. Marianne, pittrice di talento, viene ingaggiata per fare il ritratto di Héloise, una giovane donna che ha da poco lasciato il convento per sposare l’uomo a lei destinato. Héloise tenta di resistere al suo destino, rifiutando di posare. Su indicazione della madre, Mariane dovrà dipingerla di nascosto, fingendo di essere la sua dama di compagnia. Le due donne iniziano a frequentarsi e tra loro scatta un amore travolgente e inaspettato.
4,57
di 5
Totale 7
5
4
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    EC

    24/07/2020 10:12:37

    La regia di Cèline Sciamma è tesa e rigorosa, la scenografia e la fotografia sono impeccabili, perfettamente in linea con l'ambito pittorico che costituisce uno dei temi del film. L'avvio della pellicola sembra riecheggiare "Lezioni di piano" di Jane Champion, poi si sviluppa un dramma tutto al femminile (gli uomini restano sullo sfondo o sono assenti) in cui emergono costrizioni, convenzioni e difficoltà di genere tipiche del 700, eppure sempre attuali. La storia d'amore tra le due protagoniste (ottime le attrici) si intreccia con arte, musica (Vivaldi) e letteratura (il mito di Orfeo rielaborato), per sfociare in un finale amaro ma atteso.

  • User Icon

    Marco

    14/07/2020 10:10:49

    Ambientato nel settecento, l'amore era una situazione, diciamo una faccenda strana.... - e non che oggi non lo sia - nel senso che matrimoni di comodo oppure il convento non davano spazio al sentimento ed al cuore. Non era ammessa alcuna deviazione. Marianne, pittrice di talento, viene richiesta per ritrarre Heloise che ha appena lasciato il convento. Deve farlo di nascosto fingendo di essere la dama di compagnia. Nonostante tutto nasce un amore travolgente ed al quanto inaspettato. La fotografia è ottima ed anche la sceneggiatura. Quattro stelle perché in alcuni tratti della pellicola si ha un certa lentezza nell'evolversi delle azioni, ma nel complesso giudizio positivo. Il riversarsi delle onde del mare sulla scogliera è spettacolare. Consigliato, da vedere.

  • User Icon

    Gigi

    17/05/2020 13:27:02

    Ritratto della giovane in fiamme è un film molto poetico, profondo e molto bello. La regia è molto rigorosa e pittorica; la storia è delicata ma rapisce lo spettatore. Consigliato

  • User Icon

    francesco

    16/05/2020 02:44:16

    Un film con la regia di una donna, giustamente dalla parte delle donne. Ottima fotografia. Bello. Consigliato

  • User Icon

    giovanna

    15/05/2020 23:49:24

    Uno dei film migliori del 2019 e dell’intero decennio. Scenografia e fotografia impeccabili, meritava molto più riconoscimenti.

  • User Icon

    franco52

    13/05/2020 19:15:02

    Marianne arriva in incognito sull'isola sferzata dai venti dopo aver salvato tele e pennelli dalle onde. Nel microcosmo abitato solo da quattro donne, in un’atmosfera pre-romantica, tratteggiata da chiaroscuri che la direttrice della fotografia Claire Mathon fonde a crepuscoli infernali degni di Goya, si riscrivono le regole del gioco. La sorellanza che si crea, una volta partita la madre-contessa, con la giovane serva, apre il campo a pensieri rivoluzionari: sul ruolo della donna (e dell’artista) nel mondo, sul potere delle interdizioni, sulla singolarità di un universo in cui gli uomini sono banditi. Regia di Cèline Sciamma

  • User Icon

    G.

    11/05/2020 16:51:05

    Mi ha lasciato senza parole dall'inizio alla fine. Regia e fotografia danzano insieme in una storia che glorifica e combina perfettamente la figura femminile, l'arte e la letteratura. Un film fatto dalle donne (registra, attrici, reparto tecnico, consulenza) per le donne e per chiunque abbia voglia di spalancare la mente senza pregiudizi ad un vortice di colori ed emozioni.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente

Estrema cura dell'immagine e dell'equilibrio estetico per una ricerca profonda dell'identità sessuale

Trama

Francia, 1770. Marianne, una pittrice, riceve l'incarico di realizzare il ritratto di nozze di Héloise, una giovane donna appena uscita dal convento. Lei però non vuole sposarsi e quindi rifiuta anche il ritratto. Marianne cerca allora di osservarla per poter comunque adempiere al mandato. Scoprirà molte cose anche su di sé. 

  • Produzione: Lucky Red, 2020
  • Distribuzione: Koch Media
  • Durata: 117 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
Note legali
Chiudi