Il ritratto di Dorian Gray

Oscar Wilde

Traduttore: M. Amante
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 26 novembre 2009
Pagine: 304 p., Rilegato
  • EAN: 9788811686576
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,34
Descrizione

Il pittore Basil Hallward ha ritratto il giovane Dorian Gray, di eccezionale fascino. Questi, ossessionato dall'idea di invecchiare e perdere la sua avvenenza ottiene, grazie a un sortilegio, che ogni segno che il passare del tempo e i vizi potrebbero lasciare sul suo viso compaiano solo sul ritratto. Avido di piaceri e sregolatezze, si abbandona agli eccessi e ai delitti più sfrenati senza che nulla del suo splendore vada perduto. Il volto del ritratto si trasforma così nell'atto di accusa più spietato per Dorian che, al colmo della disperazione, lo squarcia con una pugnalata. Ma è lui a cadere morto. Le fattezze del ritratto tornano quelle del giovane puro di un tempo, mentre a terra giace un vecchio ripugnante.

€ 5,34

€ 9,90

5 punti Premium

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alberto Annarilli

    27/06/2010 15:39:23

    In questo scritto Oscar Wilde rasenta il filo dell'impossibile, in quanto questo romanzo è uno tra i più grandi capolavori della letteratura mondiale.

  • User Icon

    gianni

    17/05/2010 10:18:14

    Ho riletto questo libro a distanza di molti anni dalla prima volta che lo avevo letto. Devo dire che anche questa volta il libro mi è piaciuto molto. La scrittura di Oscar Wilde è molto semplice e scorrevole, piena di riferimenti attuali per l’epoca. Ho trovato solo il capitolo XI (se non ricordo male) un po’ pesante da leggere: tutta quella lunga dissertazione su pietre preziosi, simboli di lusso ed altre amenità l’ho trovata un po’ una caduta nel ritmo del libro. Veramente un vulcano di aforismi e battute paradossali risulta essere il personaggio di Lord Henry Wotton, forse il personaggio che mi è piaciuto di più del romanzo; credo che forse sia il personaggio che più rispecchia il carattere istrionico e provocatorio che, almeno nell’immaginario collettivo, associamo alla persona di Oscar Wilde. La storia credo che sia talmente nota che forse non vale nemmeno la pena di parlarne troppo, voglio solo osservare che, pur non essendo un’idea particolarmente originale (il personaggio che vende l’anima pur di ottenere qualcosa, in questo caso l’eterna giovinezza), mi sembra invece completamente originale il modo in cui il tutto si realizza.

  • User Icon

    olivia

    07/05/2010 14:26:51

    Oscar Wilde: indiscusso aforista; stile inconfondibile e fantastico humor inglese che traspare anche attraverso il personaggio di lord Henry. Il libro è un classico intramontabile e sempre una ottima lettura!!

Scrivi una recensione