Categorie

Vanora Bennett

Traduttore: O. Crosio
Collana: Pandora
Anno edizione: 2007
Pagine: 470 p. , Rilegato
  • EAN: 9788820043513

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Yaris

    08/03/2014 15.46.33

    Un romanzo splendido. Magico. Non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine. Mi hanno stregato i dettagli del ritratto di famiglia, oltre alla scelta quanto mai lodevole di riprodurlo all'interno della copertina, i suoi segreti, i significati nascosti, gli errori di ortografia nel latinorum del pittore (!), addirittura i giochi di parole... Bellissimo. Ho trovato straordinaria la genialità di Holbein, insieme a quella dell'autrice, che mescola Platone, Boezio, Seneca, umanesimo ed oscurantismo in un intreccio squisito, ambientato in un'epoca quanto mai turbolenta, ma anche estremamente affascinante. Devo dire un romanzo molto più riuscito del secondo della Bennett, La tessitrice di arazzi, che è ben scritto ma mi aveva appassionato di meno. Il personaggio di Moro, per come è descritto qui, ha scioccato anche me, ma considerati i tempi e i luoghi in cui ha vissuto è perfettamente possibile che l'autrice si sia avvicinata alla verità. Mi è piaciuta poi la volontà di "riscrivere" la storia là dove gli storici di professione brancolano nel buio, e il mistero dei principi nella torre è certamente uno dei miei preferiti... per quanto sarebbe bello sapere se la storia di John Clement è vera oppure no...

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    28/01/2013 15.04.23

    Libro coltissimo. Lettura interessante: da leggere da parte di chi ama il periodo Tudor. Io ne ho tratto grandissimo piacere.

  • User Icon

    stefano

    20/12/2010 13.23.39

    a tratti lento, troppo diluito. Perde di ritmo e finisce per annoiare. Peccato, è scritto bene. Non si capisce perché gli autori si sentano obbligati (forse lo sono?) a scrivere romanzi sempre di più di 400 pagine.

  • User Icon

    lella52

    28/09/2009 08.48.50

    Proprio un bel libro! Buona la ricostruzione storica del periodo, molto interessante com'è stato delineato il personaggio di Tommaso Moro, ammirevole quello della protagonista.

  • User Icon

    Elena

    11/07/2008 18.55.29

    Il libro è piacevole, scorrevole e al tempo stesso preciso nelle ricostruzioni, mai superficiale. Mi sn un po' spaventata a leggere di Moro. E la storia di John Clement? Verità o no? Non ho mai letto Utopia (anche se fa parte di una lista di libri che vorrei leggere...al più presto), ed ora non so se leggerlo o non farlo. Così cade un mito. Non mi ero immaginata T. Moro in questo modo. Mah. Cosa dire della protagonista e del marito? Sarei tentata di dire che l'autrice maltratta un po' questo Clement. Bel libro. Lo consiglio.

  • User Icon

    Marco

    03/12/2007 20.26.36

    La trama è ben costruita e l'autrice si è documentata accuratamente: la bibliografia citata alla fine è esaustiva per essere un romanzo. La ricostruzione storica è davvero attendibile e i personaggi ben delineati. Mi sono occupato di recente di questo periodo storico e posso dire che a scorrere il libro sembra quasi di passeggiare nella Londra enriciana. C'è il rischio di leggerlo in un soffio. Il registro mi è sembrato cedere un poco solo nelle due o tre descrizioni i rapporti amorosi fra i protagonisti: delicate, ma a mio parere assolutamente pleonastiche nell'economia del racconto. Questione di sensibilità personale. Per il resto è davvero un bel romanzo.

  • User Icon

    Alessandra

    15/11/2007 16.42.54

    Ve lo consiglio! la precisa e accurata descrizione del periodo storico e la capacita' della scrittrice di descrivere con precisione la complessita' culturale e filosofica di un epoca chiave per la costruzione della storia moderna, e' ineccepibile. Il libro ti cattura fin dalla prima pagina ed i sentimenti della protagonista ti trascinano in un turbine di amore cultura desiderio di affermazione e femminilita'. leggetelo

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione