-15%
copertina

La roca trombazza. Lessico arcaico e letterario nella prosa narrativa dell'Ottocento italiano

M. Rosa Bricchi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Anno edizione: 2000
Pagine: 200 p.
  • EAN: 9788876944154
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 13,17

€ 15,49
(-15%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La roca trombazza. Lessico arcaico e letterario nella prosa ...

M. Rosa Bricchi

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La roca trombazza. Lessico arcaico e letterario nella prosa narrativa dell'Ottocento italiano

M. Rosa Bricchi

€ 15,49

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La roca trombazza. Lessico arcaico e letterario nella prosa narrativa dell'Ottocento italiano

M. Rosa Bricchi

€ 15,49

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


recensioni di Zangrandi, A. L'Indice del 2000, n. 10

Il ricco e originale itinerario proposto da Mariarosa Bricchi per analizzare il lessico arcaico e letterario nella narrativa italiana dell'Ottocento attraversa l'intero secolo, scandendolo in periodi e correnti o generi che, nella loro progressione cronologica, risultano a tutti gli effetti significativi delle successive posizioni assunte dagli autori in rapporto al problema della lingua più consona per la narrazione. Nel suo aspetto più vistoso tale problema si compendia nel valore e nel significato attribuito al lessico arcaico, che rappresenta la parte più cospicua del vocabolario della tradizione letteraria italiana.
Il primo capitolo del libro è dedicato ad alcuni romanzi storici scritti tra il 1827 e il 1838 (gli autori sono Guerrazzi, D'Azeglio, Grossi, Tommaseo e Cantù). È l'intervallo di tempo che separa le due edizioni dei Promessi sposi, e la riflessione e prassi linguistica di Manzoni è tra i punti di riferimento usati per saggiare la qualità della lingua dei romanzieri qui considerati. Il grande successo del romanzo manzoniano non fa scuola nemmeno presso gli autori che più gli si accostano e la ricerca di una lingua viva (che per Manzoni, come si sa, coincide con il fiorentino parlato dalla classe colta), contrapposta alla "roca trombazza d'un idioma impossibile" (Gadda, Apologia manzoniana), si rivela scelta per lo più perdente lungo tutto l'Ottocento. Accanto ai Promessi sposi, l'altro punto di riferimento per l'analisi del lessico arcaico sono i vocabolari ottocenteschi, in base alle cui indicazioni l'autrice cataloga il materiale linguistico, di mole veramente imponente, distinguendo tra voci sul confine (cioè di uso raro ma non del tutto morte), latinismi, voci poetiche e allotropi letterari (ai quali i romanzieri accordano in genere la preferenza).
Il secondo capitolo affronta il romanzo della Scapigliatura: lo sperimentalismo anche linguistico proprio delle opere di Dossi, Faldella, Imbriani, che spesso si colora di punte espressionistiche, viene confrontato da una parte con le opzioni più medie di Tarchetti, Rovani e Arrighi, e dall'altra con alcuni libretti d'opera verdiani, che, per la separatezza linguistica caratterizzante il melodramma, offrono molti esempi di aulicismi basici e costituiscono quindi una valida linea di discrimine che attraversa il secolo.
Il passo successivo e conclusivo è costituito dai romanzi di D'Annunzio, cui viene dedicato il terzo capitolo. Di fronte alle contemporanee scelte dei narratori di area meridionale (De Roberto, Serao, Scarfoglio...), le realizzazioni linguistiche dannunziane seguono le due direttrici dell'esattezza lessicale e della non naturalezza: per D'Annunzio infatti ricchezza della lingua non è ampiezza nel numero dei vocaboli ma scelta preziosa, e funzionali a questo fine risultano senz'altro le varianti grafiche arcaizzanti, il recupero dei suffissi, l'attivazione del significato etimologico e le voci a vario titolo arcaiche o letterarie individuate dell'autrice.
L'ultimo capitolo, infine, ripercorre i momenti salienti della discussione sulla lingua nell'Ottocento, analizzando con finezza il problema del lessico aulico e arcaico così come affrontato dai principali dizionari ottocenteschi e distinguendo tra i più antichi (D'Alberti, Costa-Cardinali), quelli concepiti come guida per il lettore (quinta impressione del vocabolario della Crusca, Tommaseo-Bellini) e quelli della lingua d'uso (Giorgini-Broglio, Rigutini-Fanfani, Petrocchi).
Note legali