Romanza - Humoresque op.16 - Concerto per violino - CD Audio di Leone Sinigaglia,Laura Marzadori

Romanza - Humoresque op.16 - Concerto per violino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Leone Sinigaglia
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Tactus
Data di pubblicazione: 4 maggio 2018
  • EAN: 8007194106060

€ 16,90

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una figura da riscoprire quella di Leone Sinigaglia, compositore ebreo nato a Torino il 14 agosto 1868 e ivi deceduto per sincope, il 16 maggio 1944, di fronte alle milizie venute per arrestarlo all’Ospedale Mauriziano, dove aveva cercato rifugio dalla persecuzione nazi-fascista. Durante il periodo di formazione nella propria città natale, Sinigaglia soggiorna spesso a Milano, ove stringe importanti rapporti amicizia con il violinista e compositore Antonio Bazzini, dal 1873 docente di composizione e direttore del Conservatorio di Milano dal 1881, e con i suoi allievi Alfredo Catalani e Giacomo Puccini. Bazzini lo spinge a viaggiare per l’Europa per completare la sua formazione con i grandi nomi dell’epoca, primo fra tutti Brahms, il quale però non accettando allievi, ma riconoscendone il valore, lo ‘dirotta’ sul dotto Eusebius Mandyczewski, didatta di grande fama e titolare della cattedra di composizione del conservatorio di Vienna. Proprio dagli anni viennesi scaturisce il grande capolavoro di Sinigaglia: il concerto per violino e orchestra che vede in questa produzione la prestigiosa esecuzione live di Laura Marzadori, giovane stella del panorama violinistico mondiale e primo violino della Scala di Milano. Completano il cd due brani per violoncello e orchestra eseguiti dal raffinato solista Fernando Caida Greco, e il delicato brano orchestrale «Regenlied». La mano sicura di Marco Zuccarini guida l’Orchestra Città di Ferrara in questo live organizzato dal Comitato per i Grandi Maestri della città estense.
Disco 1
1
n.1 Romanza op.16
2
n. 2 Humoresque op.16
3
I - Allegro risoluto (Concerto op.20)
4
II - Adagio (Concerto op.20)
5
III - Allegro vivo e con grazia (Concerto op.20)
6
n. 1 Regenlied (op.35)
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    C.Matar

    04/12/2018 17:44:59

    Bellissima iniziativa dell’italianissima Tactus che, finalmente, incide tre delle tante opere orchestrali composte da uno dei più validi ed interessanti musicisti del primo novecento italiano. Leone Sinigaglia, pressoché sconosciuto ai più, è stato uno dei principali innovatori del sinfonismo moderno italiano, amico di Brahms ed allievo di Dvorak. Ha ricercato, studiato e riprodotto in musica il folclore della sua regione di appartenenza, il Piemonte, così tramandandone tutto l’entroterra culturale; a cominciare dai canti montanari. Sarebbe bello poter ascoltare su cd altri lavori ancora come la suite “Piemonte”, le (esemplari) “Danze Piemontesi”, e poemi come il “Lamento” o le ouverture quali “Le Baruffe Chiozzotte”. Ma, quando si tratta di lavorare sulla riscoperta del sinfonismo nostrano di fine 800’ ed inizi 900’, il mondo discografico italiano sembra essere sempre troppo miope se non, addirittura, in completo letargo. Senza nulla togliere alla pur valida Orchestra Città di Ferrara, ascoltare dal suono di grandi e più organizzate orchestre il prodotto di una grande qualità strumentale italiana, quale quella di Sinigaglia così come di tantissimi altri grandi autori (Pick-Mangiagalli, Rieti, Mortari, ecc.), sembra rimanere un sogno pressoché impossibile da esaudire. C.Matar

  • Leone Sinigaglia Cover

    Compositore. Si perfezionò a Praga con Dvoák. Amico di Brahms e di Mahler, si appassionò alla musica popolare e, rientrato nella sua Torino, raccolse e trascrisse circa 500 canti popolari piemontesi, di cui pubblicò una selezione per voce e pianoforte (1913-22). La sua produzione sinfonica (fra cui la suite Piemonte, 1909), cameristica e vocale fonde in modo singolare elementi dell'ultimo romanticismo tedesco con il patrimonio etnofonico del Piemonte. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali