Romolo. Il primo re - Franco Forte,Guido Anselmi - copertina

Romolo. Il primo re

Franco Forte,Guido Anselmi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 29 gennaio 2019
Pagine: 360 p.
  • EAN: 9788804713333

70° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Di ambientazione storica

Salvato in 30 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Romolo. Il primo re

Franco Forte,Guido Anselmi

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Romolo. Il primo re

Franco Forte,Guido Anselmi

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Romolo. Il primo re

Franco Forte,Guido Anselmi

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Perché la fondazione di Roma è un'avventura cruda e disperata, un'epopea di resilienza, un solco di sangue tracciato nel nostro passato che racconta la sfida primordiale fra due gemelli consacrati dagli dèi, e il suo doloroso esito, che ne ha proclamato il vincitore: Romolo.

In una terra selvaggia e primordiale, ammantata di storia e superstizione, un vomere traccia il solco di una città: nessuno immagina che è appena nata Roma, la Città Eterna. La storia dietro quell'attimo fatale è però molto diversa dalla leggenda che tutti conosciamo, perché avviene in un tempo di fame, freddo e carestie, dove la sopravvivenza è spesso sinonimo di sopraffazione. E la lupa non è affatto quella che i miti ci hanno tramandato. Perché la fondazione di Roma è un'avventura cruda e disperata, un'epopea di resilienza, un solco di sangue tracciato nel nostro passato che racconta la sfida primordiale fra due gemelli consacrati dagli dèi, e il suo doloroso esito, che ne ha proclamato il vincitore: Romolo, il bambino sopravvissuto alla morte, il ragazzo che ha combattuto nel fango e nel dolore, l'uomo che per realizzare il suo sogno ha piegato un mondo ostile, brutale e dominato dalla violenza, dando così inizio alla più gloriosa potenza antica che la Storia ricordi. Romolo, il primo re.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,74
di 5
Totale 27
5
21
4
5
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Piera

    16/05/2020 16:12:17

    Il romanzo racconta la vicenda già nota a tutti, ripercorrendo le tappe classiche del mito, dalla nascita dei due fratelli, fino alla fondazione della città di Roma. Ma la storia dietro la fondazione della città è molto diversa dalla leggenda che tutti conosciamo perché avviene in un tempo di fame, freddo e carestie, un tempo duro e crudele, dove solo il più forte sopravvive. È una storia dove il mito non viene 'addolcito', ma viene declinato con un realismo brutale e diretto. La storia antica ci viene raccontata con un linguaggio semplice, scorrevole e pulito, permettendoci di immergerci completamente in essa e di vivere la vicenda fianco a fianco del protagonista.

  • User Icon

    mauretta

    15/05/2020 22:25:47

    Bellissimo, molto verosimile, peccato che ho potuto leggerlo poco per volta perché non avevo molto tempo, di solito un libro che mi piace molto lo divoro in due tre giorni, non è dipeso da me. Ogni volta era come tornare indietro nei secoli e i caratteri dei personaggi sono così ben tratteggiati che non si può fare a meno di sostenere Romolo rispetto a Remo. Non capisco le valutazioni negative, io invece consiglio la lettura.

  • User Icon

    daniel

    15/05/2020 22:23:20

    La leggenda di Romolo e Remo, allattati da una lupa – o in un lupanare per i più maliziosi - ce la sentiamo ripetere fin da bambini, tanto che l’idea di riascoltarla annoia. Il libro di Forte e Anselmi elimina tutte le ingenuità del mito (il concepimento di Rea Silvia, ad esempio) per far sì che il mito diventi storia narrabile e credibile. Lo stile è avvincente e i personaggi ben delineati come portatori di istanze caratteriali antitetiche: l’autocontrollo vincente di Romolo versus l’impulsività perdente di Remo. E, ciliegina sulla torta, una bella storia d’amore. Consigliato!

  • User Icon

    vmont

    15/05/2020 22:19:59

    Ho letto questo libro d’un fiato, mi ha catturata subito nelle atmosfere di questi luoghi selvaggi e primitivi dove si respira tutto il fascino della storia e della leggenda, differente da come la immaginavo, di come è nata Roma. È un libro crudo, “sporco”, dove si lotta per sopravvivere ed emergere, come fa Romolo, che combatte per realizzare il suo grande sogno. 5 stelline, meritatissime.

  • User Icon

    valedag

    15/05/2020 22:16:55

    Non è facile dire che un libro sia meraviglioso. Questo lo è. Ho avito la fortuna di vedere il film, pochi giorni dopo averlo letto, ed è stata un'esperienza importante, perché mi ha permesso di fissare nella mia mente le figure che già avevo amato nel romanzo. La ricostruzione storica è bellissima, la storia accattivante, la narrazione scorre fluida e ci riporta in un tempo lontano, così lontano da essere diventato leggenda. I personaggi sono tratteggiati con forza, in particolare il rapporto che lega i due gemelli. Da leggere assolutamente. Consigliato, e non solo agli amanti dei romanzi storici.

  • User Icon

    vince

    15/05/2020 22:13:14

    Una storia affascinante perché poco conosciuta. Sappiamo tutto o quasi di Imperatori come Cesare o Nerone, ma sappiamo molto poco di colui da cui il Mito romano ha avuto inizio, ovvero Romolo. È con curiosità che mi sono avvicinato a questo libro e ne sono uscito con soddisfazione perché sento di essermi "arricchito". Romolo, una figura interessante, astuta ma al tempo stesso giusta. Un buono che si muoveva tra assurdi giochi di potere. Un Re, il primo Re, valoroso, schierato sempre in prima linea per dare l'esempio e per difendere il suo popolo. E poi l'amore, perché anche un Re non può farne a meno. Un Re sarebbe ben poca cosa se non fosse guidato dall'amore. Stile eccellente, i due autori hanno saputo fondersi alla perfezione, dando vita a una storia entusiasmante con personaggi di spessore che hanno preso vita tra le pagine del libro: Romolo, Remo, Ersilia, Osto, Celere, Tarpeia, Tito Tanzio e Mettio Curzio, solo per citarne alcuni. Caratterizzati in modo perfetto, mi sono calato facilmente nei loro panni vivendo sulla mia pelle quello che avevano vissuto sulla loro. Grazie a Franco Forte e a Guido Anselmi la conoscenza della storia di Roma si è arricchita di un altro importantissimo tassello. Il primo Re di Roma... da leggere assolutamente. Consigliatissimo.

  • User Icon

    uemi

    15/05/2020 22:10:48

    Questo libro ci propone in chiave di romanzo, quella che è la sua versione della leggenda/storia di Romolo e della fondazione di Roma. La scelta di scrivere un romanzo storico da la licenza a i due scrittori di scegliere volta per volta quelle che sono le varie fonti letterarie, che narrano la storia del fondatore di Roma, in base alle esigenze di scrittura, in questo modo si viene a creare un romanzo avvincente con personaggi ben delineati con il loro carattere, pensieri e preoccupazioni. Vengono rispettate quasi sempre quelle che sono le fonti storiche, quindi avremo un romanzo che ci racconta delle vicende che alla fine non sono sicuramente state troppo lontane dalla realtà, ovviamente i due scrittori ci hanno voluto inserire del loro per riempire alcuni "vuoti storici" andando ad inserire episodi che probabilmente non si sono verificati nella realtà dei fatti. Consiglio assolutamente la lettura di questo libro, e considererò in futuro l'acquisto magari di altri romanzi storici di Franco forte, detto ciò consiglio anche di andare ad aggiungere a questa lettura quelle che sono le varie fonti storiche su Romolo e i vari personaggi del racconto per avere una visione globale e corretta di tutti quelli che sono stati i protagonisti dell'origine di Roma.

  • User Icon

    fab

    15/05/2020 16:32:10

    Si tratta di un romanzo epico, fatto di battaglie ed eroi, ma anche di persone umili ed indifese, l’epopea di un’era dipinta con grande maestria da un autore che si dimostra sempre all’altezza della situazione. Romanzo non inferiore per capacità di catturare il lettore agli altri eccelenti lavori dell'autore.Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Guido

    06/11/2019 17:53:35

    Un ottimo romanzo storico scritto a quattro mani su di un personaggio tra storia e leggenda . Un affresco tra i piu' belli e forse meno conosciuti della storia antica di Roma .Le sue origini . Da consigliare anche come premessa per studiare ulteriormente il periodo arcaico dell' Urbe .

  • User Icon

    Ellegi

    24/09/2019 20:37:59

    “Romolo. Il primo re” è stato scritto a quattro mani da Franco Forte e Guido Anselmi e, com’è facile intuire, si tratta di un romanzo storico che ha come protagonista l’antica Roma: a partire dal 772 avanti Cristo, ripercorre tutti gli episodi principali che hanno portato alla sua fondazione, prima, ed alla sua iniziale espansione, poi. Grazie ad una scrittura avvincente e realistica, ad un’ambientazione perfettamente descritta e a scene d’azione molto movimentate, il lettore si troverà catapultato indietro nel tempo, quando, ad Alba Longa, Rea Silvia, una vestale del tempio di Marte, è tenuta prigioniera dallo zio Amulio che si è invaghito di lei ed ha usurpato il potere al fratello. Quando Rea Silvia, che si è detta posseduta dallo stesso dio Marte, dà alla luce due gemelli, il tiranno ordina che la donna venga uccisa e che i neonati siano abbandonati nel Tevere. I gemelli, però, vengono affidati a una prostituta, la Lupa, la quale sarà costretta a cederli a un pastore del Palatino, Faustolo, che li crescerà come suoi figli. Prende così vita la leggenda di Romolo e Remo, i figli della “Lupa”, che fin da piccoli manifestano caratteri ben definiti e diversi: se Remo è impulsivo, rissoso e facile all’ira, Romolo è più pacato, riflessivo e capace di mediazione. Diventati uomini e validi combattenti, ai due viene permesso di fondare una nuova città, ma visto che solo uno di loro potrà diventare re, i contrasti si fanno sempre più aspri, fino all’epilogo che tutti conosciamo. Quello di Franco Forte e Guido Anselmi è sicuramente un romanzo che si legge con il piacere di ritrovare quegli accadimenti che, studiati alla scuola elementare, ci avevano appassionati. Ebbene, non resta che immaginarli ora, solo più approfonditi, immersi in un ambiente selvaggio e primordiale, con molti personaggi e dove la leggenda e le pur scarse fonti storiche convivono in modo credibile ed efficace con la necessaria e sapiente rielaborazione degli autori.

  • User Icon

    mattia

    21/09/2019 13:25:20

    La leggenda di Romolo e Remo, allattati da una lupa – o in un lupanare per i più maliziosi - ce la sentiamo ripetere fin da bambini, tanto che l’idea di riascoltarla annoia. Il libro di Forte e Anselmi elimina tutte le ingenuità del mito (il concepimento di Rea Silvia, ad esempio) per far sì che il mito diventi storia narrabile e credibile. Lo stile è avvincente e i personaggi ben delineati come portatori di istanze caratteriali antitetiche: l’autocontrollo vincente di Romolo versus l’impulsività perdente di Remo. E, ciliegina sulla torta, una bella storia d’amore. Consigliato!

  • User Icon

    Marco

    19/09/2019 20:47:38

    Gli autori propongono, sotto forma di romanzo, la storia di Romolo e della fondazione di Roma. Il risultato è, senza dubbio, un romanzo avvincente che vede la presenza di personaggi ben delineati e dei quali sono evidenziati il modus operandi, la psicologia e tutta la gamma di sentimenti caratterizzanti l’essere umano. Il testo si attiene quasi sempre alle fonti storiche, dando vita ad un romanzo che presenta, però, anche elementi volti ad impreziosire la narrazione. Si tratta di una storia che affascina perché porta alla luce la figura del fondatore decisamente poco conosciuta rispetto ad altre figure dell’Impero Romano. Romolo risulta essere una figura davvero interessante, astuto quando le circostanze lo richiedono ma anche giusto. Apprezzabile è l’introspezione psicologia di Romolo, cosa che restituisce una visione molto umana del personaggio storico. Nell’opera, però, è possibile incontrare anche altre figure storiche che, ugualmente, sono descritte in modo magistrale. Certamente una lettura consigliata.

  • User Icon

    Nicoletta Anzini

    11/05/2019 17:49:13

    Per noi romani la storia di Romolo e Remo si racchiude nell’immagine della scultura di bronzo “lupa capitolina” custodita nei Musei Capitolini. Ho letto questo libro senza molte aspettative, e invece, meravigliosa sorpresa, la storia/mito della nascita di Roma viene svelata e raccontata in modo semplice e attualizzato senza annoiare. I dialoghi sono moderni e anche se contengono termini probabilmente anacronistici, riescono a catapultare il lettore nell’antica Roma. L’ho letto in due giorni…lo consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Melania Soriani

    26/04/2019 17:28:48

    Roma Caput Mundi! In un tempo in cui la parola d'ordine è sopravvivere, un pastore spingerà lontano il suo sguardo progettando un futuro che sarà la nostra storia. Franco Forte e Guido Anselmi danno vita a una storia la cui epica che non ha nulla da invidiare alla "Chanson de Roland" o alla " Saga dei NIbelunghi". La maestria con cui sono riusciti a caratterizzare così tanti personaggi, che prendono vita davanti agli occhi del lettore, ė seconda solo all'abilità di muoverli sul campo di battaglia, con rapide ed efficaci descrizioni, tanto che sembra di essere schierati al loro fianco. Attendo il seguito. Spero che la saga continui.

  • User Icon

    Alessia

    22/04/2019 00:41:59

    Ebbene si per darvi la recensione di questo libro ho voluto indossare i panni di Ersilia, la moglie di Romolo. Come mai proprio lei? Perché sono dell'opinione che dietro ogni uomo potente ci sia una donna altrettanto forte. Ersilia, era tra le sabine rapite dai romani. Era la più nobile e la più attiva fra le mediatrici che si intraposero tra Romani e Sabini il giorno in cui Tito Tazio ( re dei Sabini)attaccò i romani. Lei riuscì ad ottenere la pace tra i due popoli. Ma perché questa donna ha avuto tutto questo potere sui Sabini? Come mai è riuscita ad ottenere la pace? Chi è in realtà Ersilia? Vi ho voluto recensire il libro mettendomi nei panni di questa donna perché la storia di Romolo e Remo si conosce sin dai banchi della scuola. Una storia davvero piena di emozioni e di azioni che fanno riflettere. Romolo aveva il potere ma durante la sua vita ha perso i suoi affetti. Un uomo dalle grandi doti, un uomo capace di affrontare tutto, un uomo che ha creato un impero, ma pur sempre un uomo con un cuore fragile. Consiglio questa lettura per chi si avvicina come prima volta ai romanzi storici perché è un romanzo che ti fa appassionare al mondo della storia.

  • User Icon

    Maria Rita

    25/03/2019 12:14:32

    Mitologia e storia in una unione perfetta! Un libro scritto a quattro mani che han dato vita ad un piccolo gioiellino. La scrittura è lineare, senza fronzoli e questo non può che essere un pregio per me: ti permette di godere di tutti gli eventi senza sovrastrutture inutili.

  • User Icon

    Mattia

    11/03/2019 20:31:27

    Ottima ricostruzione storica. Un piccolo gioiello sulle origini di Roma.

  • User Icon

    Davide

    21/02/2019 13:10:36

    Un romanzo eccezionale, finalmente in grado di coniugare la leggenda con la storia. La scrittura è fluida, scorrevole, lo stile potente ed evocativo. I personaggi risultano convincenti e ben sviluppati, inseriti in una trama molto appassionante. Il tutto è arricchito da un’ambientazione selvaggia e primitiva che riesce a rendersi indimenticabile. Certe scene mi sono rimaste impresse come non mi capitava da tempo. Era ora che qualcuno raccontasse le origini di Roma e sono contento che siano stati questi autori a farlo, perché il risultato è davvero magnifico. Questo è uno di quei libri da cui non ci si riesce a staccare, nemmeno quando si arriva alla fine.

  • User Icon

    Yuki

    12/02/2019 16:21:30

    Per noi amanti della storia romana delle origini si tratta di un romanzo veramente appassionante. Non è importante tanto la ricostruzione dettagliata, precisa, inappuntabile dal punto di vista storiografico (che magari lascia un po' a desiderare) ma è fondamentale la vicenda narrata con fuoco, coinvolgente, brillante. Quante polemiche accompagnarono l'usica di un film come Amadeus (per esempio) che non narrava la "vera" vita di Mozart ma che trascinò una generazione intera ad amare Mozart e parteggiare per lui. Ecco, siamo nella stessa situaizone: parteggiamo e amiamo Romolo, anche se lui nella realtà non era esattamente così! Da leggere assolutamente!

  • User Icon

    Carlo

    12/02/2019 12:09:39

    Buon romanzo fantastico, con qualche aderenza storica. Chi vuole veramente informarsi sulla fondazione di Roma, si legga "Roma. Il primo giorno" del grande archeologo Andrea Carandini, dove si vede, ad es., che in occasione della fondazione furono eseguiti anche sacrifici umani (scheletri trovati sotto i resti delle mura), che ovviamente non sarebbero stati "carini" da inserire in un romanzo su un eroe positivo. Nel romanzo sono inoltre presenti numerosi anacronismi, soprattutto relativi alla mentalità. Un re – anzi, un qualsiasi uomo – che in seguito ad una delusione d'amore si dice di "restare solo"? Ma quando mai? Nessun uomo d'un tempo avrebbe considerato tale ipotesi. Ancor meno un re, che deve garantire una successione. Ancor meno un re a cui si offre l'unione con la famiglia più influente. Il matrimonio romantico è un'invenzione modernissima. Un soldato che si rivolge al re con "mio signore", un appellativo degno – all'epoca – di uno schiavo verso il suo padrone ma che oggi siamo portati a ritenere "normale", dopo che il feudalesimo l'ha reso tale nel rapporto tra subalterni e superiori. E ancora, nella battaglia contro Antemne Romolo progetta una tattica "astuta". Niente di più lontano dalla mentalità romana antica. I Romani cominciarono ad usare tattiche sofisticate solo con Scipione e solo perché lo "sleale" Annibale li costrinse ad applicare anch'essi l'astuzia. Fino ad allora, la tattica era "avanti a testa bassa e il più valoroso/forte vinca", seguendo l'esempio della falange greca. Poiché Romolo è probabilmente una figura storica reale mentre Remo è una leggenda (per le coppie di gemelli buono/cattivo vedi Abele/Caino, Gilgamesh/Enkidu, Ahura Mazda/Ahriman, ecc.), tralascio ogni commento sulla figura di Remo come quasi-mentecatto di fronte all'intelligente, astuto, onorevole, generoso Romolo.

Vedi tutte le 27 recensioni cliente
  • Franco Forte Cover

    Franco Forte è giornalista professionista, traduttore, sceneggiatore e consulente editoriale. Il suo esordio come narratore risale al 1990, con il romanzo Gli eretici di Zlatos (Editrice Nord). Ha pubblicato, tra gli altri, i romanzi bestseller Carthago (Mondadori, 2009), La Compagnia della Morte (Mondadori, 2009), Operazione Copernico (Mondadori, 2009), i cui diritti di traduzione cinematografica sono stati acquistati da Dino De Laurentiis, La stretta del Pitone (Mursia, 2005), Il figlio del cielo e L’orda d’oro (Mondadori, 2000) - da cui ha tratto uno sceneggiato TV su Gengis Khan prodotto da Mediaset – “China killer” (Marco Tropea/Il Saggiatore, 2000). Tra gli altri libri, sempre per Mondadori: Roma in fiamme, Il segno dell'untore (2013), Ira domini.... Approfondisci
Note legali