Romulus, mio padre - Raimond Gaita - copertina

Romulus, mio padre

Raimond Gaita

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Maria Baiocchi
Editore: Elliot
Collana: Raggi
Anno edizione: 2010
Pagine: 183 p., Brossura
  • EAN: 9788861921214

€ 8,25

€ 16,50
(-50%)

Venduto e spedito da Multiservices

Solo 3 copie disponibili

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

€ 8,91

€ 16,50
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Raimond ha quattro anni quando il padre Romulus e la madre Christine emigrano nel 1950 dalla Germania verso l'Australia per sfuggire alla miseria del dopoguerra. Una volta arrivati però la vita nel nuovo mondo non è meno dura: il lavoro che spacca la schiena e tiene a lungo il padre distante da casa; l'isolamento negli sconfinati paesaggi australiani che si rivelano fatali per l'equilibrio mentale della madre, rendendola incapace di badare al figlio. Ma la solitudine in cui il bambino si trova a crescere è solo apparente perché, anche se spesso lontano, il padre lo circonda di un amore profondo, espresso con i fatti più che con le parole. Attraverso il proprio esempio, Romulus insegna al figlio il vero significato della vita, dell'amicizia, della compassione e della rettitudine. Il rispetto per se stessi e per il lavoro. La capacità di sopravvivere alle avversità in una terra straniera. Valori sui quali, ieri come oggi, si costruisce l'identità di un uomo. Un classico della narrativa australiana, una profonda meditazione sull'amore e la morte, la follia e la verità, la colpa e la compassione, narrata nel ricordo del rapporto tra un padre e un figlio. (Prefazione di J. M. Coetzee)
4,25
di 5
Totale 4
5
1
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Cristiana

    17/05/2016 21:23:47

    Niente male questo libro, una storia di formazione originale e credibile scritta e tradotta con grazia

  • User Icon

    fernanda

    10/10/2013 20:44:37

    Libro interessantissimo, di profonda visione filosofica. Film eccellente!

  • User Icon

    Romolo Ricapito

    07/07/2012 18:16:48

    Pubblicato soltanto di recente in Italia, Romulus mio padre di Raimond Gaita è un romanzo intelligente per più di un motivo. Esso è pura narrativa anche come stile, se non fosse che tratti di storie vere. In particolare, la storia dell'infanzia di Raimond Gaita, professore di Filosofia Morale a Londra. Su tutto si staglia la figura straordinaria di Romulus, padre di Raimond, profugo rumeno emigrato in Australia con la famiglia. L'ambientazione australiana è perfetta, perché essa esplora con veridicità e passionalità un continente mai troppo conosciuto e analizzato dalla cultura ufficiale . La vita di tutti i giorni, le fatiche e i piaceri, dati da educazione esemplare e vita sana, mai contaminati dall'adesione all'effimero e al consumistico, contrastano con la figura della madre di Romulus, Christine, donna depravata dedita ai piaceri della carne e ai tradimenti. Questa predisposizione metterà a dura prova la pazienza di Romulus, soprattutto quando la donna andrà convivere con uno dei suoi migliori amici. La seconda parte è diversa perché totalmente descrittiva della straordinaria personalità di Romulus, uomo esemplare e onesto come nessuno: fabbro, artista, artigiano, motociclista. Egli è l'anima del nuovo continente con la sua natura indomita e forte. Ma c'è anche la scoperta malattia mentale di Christine. E la paranoia che si insinua nello stesso Romulus, ormai incapace di gestire lo stress di quanto gli accade intorno. La figura del figlio scompare di fronte al gigante Romulus. Romulus che sopravvive a tutto e la cui generosità e altruismo hanno qualcosa di inumano. Lo stile si presta a una lettura appassionante e tutto quello che accade resta nella memoria, in una scelta stilistica votata da una parte all'essenzialità, dall'altra a una sorta di mini-saga, che non annoia mai.

  • User Icon

    Cristiana

    02/09/2010 22:29:26

    Bel libro, appena un po' ridondante. Evitate il film tratto dal libro...brutto oltre ogni ragionevolezza.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali