Traduttore: A. Veraldi
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1996
Formato: Tascabile
Pagine: XII-278 p.
  • EAN: 9788806141820
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 6,15

€ 7,23

Risparmi € 1,08 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Hellyson

    17/03/2014 01:10:36

    È il primo libro di James Purdy in cui mi imbatto ... e ne sono stata folgorata. È un capolavoro coinvolgente, drammatico e toccante. Sul finale mi ha commosso, Amos e Daniel e il loro amore corrisposto ma mal vissuto. avrei tanto voluto che su di loro il destino riservasse un tramonto mite e un'alba nuova ma va bene così. il sergente poi, è l'inizio della fine, è l'amore nella sua forma più torbida, conseguenza di una scelta sbagliata, punizione ad una fuga evitabile. ma d'altronde, come dice Daniel stesso "non sono abbastanza uomo da accettare il suo amore".. cupo, tetro, irretisce le attenzioni - specialmente se accompagnato da dell'ottima musica (un Erik Sadie Gymnopédie n.3 secondo me calza perfetto per la parte finale..)

  • User Icon

    igort

    30/09/2013 09:43:12

    Libro epocale, monumento della letteratura americana del Novecento. Toccante, delicato, crudele e violento. Insieme a Hubert Selby Jr, e Tennesee Williams uno dei massimi cantori dell'America incerta, esitante e dolente. Imperdibile, per chi cerchi l'autenticità. Chi invece vuole una lettura consolatoria e ne discosti.

  • User Icon

    rmatteuc

    10/05/2007 11:50:49

    Chicago 1930. Gli Stati Uniti sono preda di una grave crisi economica che non sembra avere possibilità di successo. Una crisi anche morale ed umana accompagna quella economica. Memorabile affresco degli Stati Uniti del tempo. I personaggi entrano dentro la storia con tutte le loro problematiche e la rendono attuale. La disgregazione è totale. Non esiste famiglia, non esistono sentimenti semplici e facili esistono solo del rapporti complessi, violenti e non umani. La storia d’amore che ci accompagna è svolta tutto intorno la casa di Eustace Chisholm detto Ace che rappresenta il deus ex machina della storia. Colui che ci da una spiegazione psicologica delle bruttezze del mondo. Anche Ace è vittima di questo mondo. non è escluso neppure lui, omosessuale, sposato ed abbandonato dalla moglie che ritorna. Il rapporto con la sua ex moglie Carla è frustrante, violento, annebbiante senza avere un futuro, perché nessun personaggio ha un futuro. Lo sappiamo già dall’inizio della storia, raccontata con questa atmosfera fosca, piena di nebbia. Siamo già finiti. In questa notte si intravede solamente la bellezza e la luce che Amos porta nella storia. E’ così bello che tutti finiscono ad innamorarsi di lui. Ma pure lui ha un animo contrastato e senza speranza. E’ molto colto, conosce il greco ed il suo sogno di avere una borsa di studio viene negata. Il suo affittacamere Daniel si innamora follemente di lui. E’ un amore ricambiato, anche Amos è innamorato di lui. Daniel però è contrastato, non sa affrontare una relazione, lo spaventa non tanto la sua omosessualità quanto l’aridità del sentimento. La povertà, le difficoltà economiche annebbiano la mente ed il cuore. Non ha un modo di affrontare un sentimento, forse non lo ha mai avuto. Lo sente nel suo cuore, ma non nel suo cervello. Ha solo una soluzione, fuggire da lui. Entra nell’esercito ma si porta dietro il suo amore. Nasce in lui uno spirito distruttivo, che riesce a trovare una sua manifestazione nel rapporto con il suo capitano. I due si comprendono al vol

  • User Icon

    jack monte

    12/06/2006 10:42:59

    mai avrei acquistato questa triste giostra di passione omosessuale se avessi saputo... ossessiva. sfiancante. però niente male Purdy, in fondo. intensa e dolorosa la scena dell'aborto. mai più Purdy, però.

  • User Icon

    st-deeky

    11/03/2006 17:13:24

    crudele, disperatamente geniale!!!

  • User Icon

    michele

    25/03/2004 15:29:55

    Forse il libro che mi ha maggiormente segnato. La dignità raggiunta attraverso la discesa negli inferi. Annullarsi con forza per comunicare eroismo e rispetto a proprio assoluto scapito. Il bene e il male sono riferimenti relativi e naturalmente contraccambiabili. Vittima e carnefice sublimi nel loro amore disprezzo. Un capolavoro assoluto!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione