Categorie

Bruno Morchio

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 252 p., Brossura
  • EAN: 9788811694472
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rossano garibotti

    18/07/2016 18.39.10

    Il romanzo è interessante e ben documentato, ed ha il valore di contribuire alla memoria della Resistenza di cui, purtroppo, rimangono oggi pochi testimoni diretti. La storia in sé è ben intessuta, credo tuttavia abbia qualche limite tanto nel passato quanto nel presente.

  • User Icon

    Salvatore Sicurello

    21/07/2015 20.15.11

    E' il primo libro di Morchio che leggo...non sarà l'ultimo. Mi è piaciuto molto. Lo consiglio.

  • User Icon

    Emiliano

    20/09/2013 19.49.33

    Amo Genova e le storie di Bacci Pagano. Questa volta però mi è mancata l'atmosfera dei carrugi (totalmente assente) e l'azione degli altri titoli di Morchio. Una discreta storia di partigiani ed italia del dopoguerra, ma carente di atmosfera e 'sprint'....senza infamia ne lode.

  • User Icon

    maria luisa

    18/12/2012 16.54.13

    Sono rimasta un poco delusa. Secondo me le due storie non si accordano l'una con l'altra, l'autore poteva scrivere due romanzi, in ognuno approfondire la trama, che non è niente di che', un poco scontato

  • User Icon

    camilla

    12/01/2011 16.15.57

    Bello, ben scritto, trama trascinante e insolita per un thriller. Non avevo mai letto libri di questo autore pur avendone in libreria ben tre, credo che ora mi precipiterò a leggere anche gli altri due.

  • User Icon

    pleiadem

    05/01/2011 19.28.20

    Romanzo eccellente, intreccio narrativo superbo. La mia Genova, vista da chi è di pochi anni più giovane di me, ha un sapore del tutto particolare. Peccato che sia genoano, ma nessuno è perfetto.

  • User Icon

    ru

    27/07/2010 16.57.54

    si intrecciano due storie con il risultato che vengono affrontate entrambe in maniera superficiale, una di esse è più interessante, cmq ho trovato la scrittura molto noiosa.

  • User Icon

    Matteo

    05/03/2010 12.28.03

    Veramente un libro molto bello. Mi è stato regalato e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso. Uno scrittore molto bravo, capace di catturare l'attenzione del lettore senza stancarlo mai. Essendo genovese sarò di parte, ma le ambientazione sono estremamente realistiche e interessanti. E poi trovo fantastico il personaggio di Bacci Pagano, che mi ricorda molto il detective Harry Bosch dei romanzi di Michael Connelly. L'intrigo narrato è veramente originale e coinvolgente; il continuo alternarsi della storia al presente e di quella avvenuta 50 anni prima rischia di far perdere un po' il filo della narrazione, ma il finale è veramente inaspettato e sorprendente. Consigliatissimo

  • User Icon

    Patrizia

    08/09/2009 23.59.42

    Bello bello. Bravo, Morchio. Ho letto i libri editi da Garzanti, scoprendo il primo che mi è capitato fra le mani per puro caso, l'ho preso per curiosità. Anche se non mi pare sempre esplicitato lo snodo dei fatti, stimo questi romanzi di grande livello, piacevoli, intriganti, coinvolgenti, di buona mano. Ora però devo dire: ma quanto è difficile trovare i libri! Dopo Rossoamaro ho dovuto ordinare gli altri di Garzan; figuriamoci quelli della Frilli come potrò averli.

  • User Icon

    annalisa

    14/04/2009 09.06.09

    Una sola parola: meraviglioso. Ma che bravo questo autore! Ogni suo libro, ogni sua storia ti arricchisce di emozioni e riflessioni. Per mero errore materiale ad un altro dei suoi libri - " le donne di Bacci Pagano" - avevo assegnato un 4 e non il massimo; ma, ripeto, è stata una svista. Con Rossoamaro rivive una triste pagina della nostra storia - il sacrificio e la lotta di tanti partigiani - ed ogni pagina è un richiamo per andare avanti ed accompagnare ognuno dei protagonisti nelle vicende della sua personale storia. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    mauro

    01/04/2009 20.39.33

    Un grande libro. Una storia profonda scritta con grande semplicità.

  • User Icon

    Silvestro Ornella

    04/03/2009 11.35.03

    Ho avuto il piacere di conosere personalmente Morchio avendo lavorato in un consulorio di Genova. Mi è stato regalato un suo libro, e da allora li ho comperati tutti e non solo ma li ho fatti leggere e li ho diffusi qui in emilia dove vivo attualmente. Volevo complimentarmi per l'ultima sua opera che ritengo sia di un livello superiore.Sono nata a Sestri ponente, ho frequentato le scuole elementari a villa Rossi e mi sono commossa quando ho lettoil suo libro. Sonoin attesa del prossimo.

  • User Icon

    mario

    17/12/2008 14.22.41

    Bel romanzo e scritto con stile elegante. A volte un tantino retorico per l'emotività con cui l'autore muove la penna. Comunque veramente godibile e coinvolgente. Dovrebbero farlo leggere nelle scuole in questa epoca di squallido e offensivo revisionismo.

  • User Icon

    stefania

    16/12/2008 00.47.58

    Il più bello dei libri di Bruno Morchio: delicato, coivolgente, parte da Genova per raccontare una storia che riguarda tutti...

  • User Icon

    ulderico

    13/12/2008 12.47.02

    Una persona cara mi ha introdotto i romanzi di Morchio. Li ho letti in sequenza tutti e sei in meno di due mesi. Splendidi. Per chi come me, nato nel '46 e vissuto a Genova per 38 anni e che tuttora frequenta la Genova di oggi per lavoro,i romanzi sono un bagno nel presente e nel passato.Quest'ultimo, poi, ancora di più. Figlio di un partigiano, quello descritto è il mio retroterra culturale. Forse ho conosciuto quei protagonisti. Nato subito dopo quei fatti ne ho respirato il clima. Fu una tragedia che si è ripercossa anche su chi è venuto dopo. "Dedicato a chi ha combattuto dalla parte giusta" dice Morchio. Così sia

  • User Icon

    fabrizio

    13/12/2008 11.24.05

    Seguo Morchio dal suo esordio. Con questo «Rossoamaro» lo scrittore genovese tocca il suo vertice: avvincente ed emozionante, affascinante nella ricostruzione storica (si torna a Fenoglio, ed era necessario) e preciso nell'attualità. La storia è semplice e dunque molto bella. Il più bel giallo italiano del 2008. Penso che nell'imminente Natale lo regalerò a quelli che di solito leggono poco, sicuro di essere poi ringraziato. Di solito diffido di chi scrive un giallo all'anno, Morchio è l'eccezione alla regola. Ed ora aspettiamo il 2009 !

  • User Icon

    Paolo

    12/12/2008 19.37.27

    Come sempre Bruno Morchio non sbaglia e ci fa ritornare ad una delle pagine più dure del nostro Paese e ci porta per mano a scoprire che non sempre la vita è BIANCO o NERO e non sempre si può giudicare, soprattutto se non si è vissuto a quel tempo. Un bel regalo per Natale. Grazie Bruno !

  • User Icon

    Claudia Moreni

    12/12/2008 15.45.54

    Un altro bellissimo libro su Bacci Pagano ma soprattutto su Genova; come ha già commentato qualcuno, in questo periodo di "revisionismo storico" non è male trovare chi ancora ci ricorda come sono andate le cose.

  • User Icon

    Aglaja

    12/12/2008 15.40.30

    Ho letto tutti i libri su Bacci Pagano e Rossoamaro è, secondo me, uno dei più belli di Bruno Morchio degli ultimi anni.. lo adoro quell'analfabeta dei sentimenti! Di grande interesse storico oltretutto, l'ho trovato davvero molto bello. Racconta Genova, di oggi e di ieri, con tantissima sensibilità.

  • User Icon

    raffaela casini

    02/12/2008 12.05.04

    ho conosciuto da poco Bacci, detective inconsueto, e ho trovato questo libro magnifico! questi partigiani, che vediamo con un così grande stacco temporale, mi hanno preso tantissimo. la nostra partigliana è uno dei personaggi femminili che ho amato di più. pensando a mio padre, che ha fatto la resistenza in Liguria mi si sono riempiti gli occhi di lacrime. grazie signor Morchio, ne scriva ancora molti altri

Vedi tutte le 31 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione