S. Maria del Graal. Fondamenti simbolico sacrali di Castel del Monte

Cosmo Intini

Editore: Il Leone Verde
Collana: Lumina mundi
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 1 novembre 2002
Pagine: 187 p.
  • EAN: 9788887139457
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Il presente saggio, dedicato al cosiddetto Castel del Monte, sito in Puglia, vicino a Bari, offre un'interpretazione simbolico-sacrale del suddetto sito di straordinaria rilevanza. Frutto di oltre 12 anni di studio, rappresenta una vera pietra miliare non solo per quanto concerne l'enigma Castel del Monte, ma più in generale nel campo della simbologia sacra. Molto ricco l'apparato iconografico. Per un pubblico di cultura medio-alta.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Questo articolo potrebbe non essere consegnato entro Natale
Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    federico

    30/08/2006 12:19:12

    Oggi stiamo vivendo una decadenza non solo culturale e sociale, ma soprattutto religiosa. Decadenza religiosa la vediamo tutti i giorni, quanti ancor oggi sono pronti a dire: Io Credo! Ma soprattutto quanti sono pronti a dire Io Credo in una religione "rivelata" dal Divino all'umano, già perchè molti oggigiorno dicono di credere a religioni "fai da te" rivelate dall'uomo all'uomo.Gli idoli. San Paolo profetizza questi tempi: «Verrà giorno in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole». (2 Tm 3, 1-5). Questo è il new age,allora avremo tutti che possono dire qualcosa rinnegando e crocifiggendo quel Dio fattosi uomo..Allora avremo un Dan Brown, sostenitore dei culti orgiastici, che irrompe nella scena dichiarando che il Graal in realtà è il ventre di Maria Maddalena, Il Graal diviene non più una ricerca "interiore" cui "tutti" noi siamo chiamati, la ricerca del Cristo, diviene la ricerca del Sesso.. Questo libro: "Santa Maria del Graal" silenziosamente irrompe nella scena svelando la profondità e la conoscenza dell'uomo antico. Il Graal non è un oggetto materiale, il Graal è una ricerca interiore. Federico II ben sapeva questo, e volle costruire un castello che fosse " specchio del suo viaggio interiore" del suo ideale imperiale. Furono i massoni a costruirlo, quei massoni che a differenza di oggi hanno "tutti" rinnegato Cristo e la Chiesa per una conoscenza luciferina. Volgendo le loro ricerche non più verso l'Alto ma verso il basso. "Santa Maria del Graal" non può essere assolutamente un castello di caccia dell'Imperatore come tanta storiografia vuol farci credere, l'autore abilmente si muove anche su documenti storici che ne provano il contrario! ma allora perchè nessuno vuol parlare di ciò che in fondo è parte di noi, di ciò che ha il potere di unire a Dio e sanare le nostre ferite? Il viaggio di ricerca è difficile e laconsapevolezzapuòdisturbare

Scrivi una recensione