Categorie

Giorgio Scerbanenco

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 277 p. , Brossura

4 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Gialli classici

  • EAN: 9788811669395

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stelluccia

    12/02/2015 19.44.31

    Bel libro, lettura piacevole e scorrevole. Bravo Scerbanenco scoperto da poco ma ho intenzione di leggere tutto.

  • User Icon

    angelo

    29/09/2014 10.39.13

    Ingredienti: un cadavere trovato sulla spiaggia di Lignano, donne in bilico tra cuore e ragione, uomini combattuti tra interessi e vendette, un gruppo di amici che racchiude investigatori e sospettati. Consigliato: a chi gradisce un bel mix di sentimenti, passioni, nevrosi e violenze, a chi apprezza luoghi di villeggiatura poco rilassanti.

  • User Icon

    Oscar

    29/12/2013 20.20.19

    Ho iniziato questo libro per caso.Cercavo ''Venere Privata'' o un'altro dei suggeritissimi libri della serie del Duca L.,invece,trovandomi in una piccolissima biblioteca di paese trovai solo questo libro di Scerbanenco e lo iniziai un po' dispiaciuto che non fosse uno di quelli consigliatomi.L'ho trovato PERFETTO.Forse il miglior Noir che abbia mai letto.Quando poi,tutto entusiasta ho letto ''Venere Privata''ne sono rimasto abbastanza deluso.Se avessi iniziato questo autore con quel libro non sono sicuro che ne avrei letto un secondo.QUESTO LO STRACONSIGLIO!!!

  • User Icon

    zombie49

    23/05/2013 10.06.00

    Il cadavere di un giovane sulla spiaggia presso la pineta di Lignano, la gola squarciata con un coltello. Un'algida turista tedesca. Un ragazzo nevrotico terrorizzato dall'idea di essere accusato. Una focosa siciliana desiderosa di vendetta. Una ragazza depressa x una delusione d'amore. Un abile poliziotto un po' innamorato di lei. Personaggi scolpiti nella pietra, quelli di Scerbanenco, positivi o negativi senza sfumature, bianchi o neri come i pezzi degli scacchi. Storie di un'Italia primi anni '60 fortunatamente estinta, ingessata in un rigido moralismo cattolico, in cui le ragazze perbene concedevano solo qualche casto bacio, i ragazzi onesti le rispettavano x non rovinarle, le donne, casalinghe x vocazione, vedevano nel matrimonio la loro unica fonte di sostentamento, con padri, mariti e fratelli a vegliare su di loro. Non mancano i luoghi comuni sui tedeschi precisi e inflessibili, i siciliani poveri, fieri e vendicativi, sempre pronti a lavorare di coltello, i poliziotti inflessibili con i malvagi ma protettivi difensori dei deboli e dei giusti. Tuttavia questo giallo sfumato in rosa, testimonianza di un tempo che fu, con gli uomini che fumano implacabilmente e le donne che si appoggiano piangenti alla loro spalla, rimane godibile, grazie anche allo stile stringato, se non si vuole cercare una lettura troppo impegnativa. Una storia da spiaggia, come l'ambientazione, appunto.

  • User Icon

    Truedefender

    02/05/2013 16.22.57

    Solito grande Scerbanenco. Fantastico romanzo. Lettura godibilissima, piena di colpi di scena, di sentimenti, di cruda realtà. Mix perfetto che solo pochi autori sanno raggiungere. Ne consiglio, naturalmente, la lettura.

  • User Icon

    Stefano

    01/08/2012 10.34.34

    i romanzi di Scerbanenco nel loro genere sono sempre godibilissimi. La narrazione è semplice ma mai scontata

  • User Icon

    luca rigon

    10/10/2010 01.57.18

    Interessante libro. Non all'altezza della serie di Lamberti ma godibile e interessante. Sempre bravo Scerbanenco.

  • User Icon

    luca

    22/09/2010 04.38.28

    Veramente un bel libro! Consigliato!

  • User Icon

    matteo gaggi

    21/01/2009 19.18.32

    un grande libro ma soprattutto un epilogo da nobel ...a proposito: perché Scerbanenco non ha vinto il nobel? ...Già, era letterariamente troppo avanti per allora

  • User Icon

    cristiano

    24/03/2006 18.33.49

    Amore e sangue si mescolano perfettamente in questo ennesimo capolavoro di Scerbanenco. La sua abilità nell'intrecciare trame e nel descrivere con somma abilità personaggi e il palcoscenico dove si svolge l'azione emergono prepotentemente anche in questo romanzo. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    roberta

    11/09/2003 10.19.39

    in questo libro ogni pagina si fa leggere con piacere. ...perchè, e secondo me questo è il suo punto di forza, non presenta alcun punto "morto": le descrizioni sono sempre eseguite con la giusta misura senza scadere mai in una gratuita prolissità.

  • User Icon

    Nicoletta

    21/10/2002 05.03.31

    Un bel libro, da leggere volentieri!

  • User Icon

    kiara

    10/09/2002 17.17.13

    un libro affascinante che ti tiene con il fiata in sospeso...

  • User Icon

    r

    16/08/2002 23.10.26

    scerbanenco e' un narratore perfetto nel descrivere la psicologia dei personaggi,le situazioni sociali.....

  • User Icon

    Vania

    31/01/2001 14.11.00

    Anche se, a mio parere, le migliori storie di Scerbanenco sono quelle che hanno per protagonista Duca Lamberti, questo è un bel giallo. Se siete romantici,poi, gradirete anche le molte sfumature "rosa antico" della storia d'amore dei protagonisti. Il giallo e il rosa sono comunque nel puro stile di Scerbanenco. Buona lettura.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione