Categorie

Joseph Joffo

Collana: Ragazzi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine:

Età di lettura: Da 10 anni.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788817043540

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ton

    06/07/2014 18.12.53

    Un buon libro, forse scritto per ragazzi ma con una lettura adatta per tutte le età. Sul genere sono stati scritti numerosi romanzi, alcuni, come noto, veri capolavori, altri che forse non raggiungono questi livelli ma comunque molto intensi per trama e personaggi: "Un sacchetto di biglie" rientra tra questi. Non lo accosterei a "Se questo è un uomo" che racconta tutta un'altra storia, ma il libro è comunque molto bello, per niente noioso, scorrevole, consigliabile. Fate capitare l'occasione di trovarlo (in libreria o in biblioteca) e leggetelo (si legge anche in fretta: altro particolare non trascurabile, di fronte presunti capolavori che a volte fanno penare): non ve ne pentirete. Buona lettura

  • User Icon

    Leonardo Banfi

    14/02/2011 09.39.54

    Mi sono imbattuto per caso in questo libro e la quarta di copertina mi ha incuriosito. Devo dire che non e' un libro brutto anche se non all'altezza di altri libri che trattano il triste periodo della seconda guerra mondiale. Il romanzo e' interessante poiche' narra la storia vera e le vicende di una famiglia che si divide e si ricongiunge piu' volte nella Francia occupata. Durante la lettura ci si rende conto delle difficolta' che hanno dovuto affrontare due fratelli di soli 10 e 12 anni che sono dovuti continuamente fuggire all' arresto e alla inevitabile morte. Un libro che fa riflettere e che da' una visione di quel periodo attraverso gli occhi e le emozioni di due bambini, che devono crescere troppo velocemente per, e' brutto dirlo, sopravvivere allo sterminio. Il libro tratta l'argomento in modo leggero e delicato anche se le vicende vengono narrate con un linguaggio poco avvincente, in alcune parti e' un pochino noioso. Una lettura non molto impegnativa ma che fa' capire come i bambini in quel periodo di storia terribile che ha invaso l'Europa, abbiano dovuto abbandonare i loro giochi, la loro spensieratezza, il loro sacchetto di biglie, per lottare giorno dopo giorno e sfuggire continuamente al predatore SS che costantemente gli dava la caccia. Un libro non al livello di ''Se questo e' un uomo'' di P.Levi ma comunque interessante.

Scrivi una recensione