Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sale, zucchero e caffè. L'Italia che ho vissuto: da nonna Aida alla Terza Repubblica

Bruno Vespa

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 7 novembre 2013
Pagine: 448 p., Rilegato
  • EAN: 9788804633525
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 10,26

€ 19,00

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 6,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una storia personale fatta di molti incontri di forti emozioni e di esperienze epocali, che è anche la ricostruzione di tanta parte della storia e del costume del nostro Paese.

Bruno Vespa ha deciso di raccontare un pezzo della storia del nostro Paese scegliendo una chiave autobiografica. Dalle incursioni notturne nel lettone dell'amatissima nonna Aida, dove cercar rifugio dai brutti sogni, all'infanzia all'Aquila, nell'Italia della ricostruzione, alla gavetta giornalistica nella redazione locale del "Tempo" (dove si occupò a lungo di sport, in particolare tennis e rugby), al concorso nazionale per radio telecronisti del 1968 in cui si classificò al primo posto e in seguito al quale venne assegnato al telegiornale, per poi diventare un osservatore delle vicende - non solo politiche - italiane, fino alla più stringente attualità. Una storia personale fatta di molti incontri (con i potenti ma anche con gente comune), di forti emozioni e di esperienze epocali, che è anche la ricostruzione di tanta parte della storia e del costume del nostro Paese.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,67
di 5
Totale 3
5
0
4
1
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Cosimo Durante

    30/10/2014 19:13:26

    La copertina può andare, il prezzo l'ho trovato eccessivo,ma è ciò che sta fra una e l'altro che non ho capito.

  • User Icon

    virginio

    02/12/2013 19:28:18

    Simpatico l'inizio, ben fatta la parte finale, ma il contenuto seppur un vero documento dell'epoca contemporanea, mi è parso un grosso polpettone di lettura impegnativa. La mia stima all'autore per la serietà dell'opera e agli amici che riusciranno leggerlo nella sua totalità

  • User Icon

    Christian S.

    08/11/2013 20:42:08

    Comprato oggi. Mai letto un libro di Vespa. Mai neppure lontanamente pensato di farlo. Ma, per una serie di ragioni, l'ho fatto! Ho cominciato a leggerlo e devo dire che mi piace. Scrittura lodevole (per nulla pesante come immaginavo nella mia testa, anzi), scorrevole e appassionante. Cercavo un libro che mi raccontasse dell'Italia passata e presente in stile narrativo. Fatti storici e politici, avvenimenti, situazioni e quant'altro, espressi nelle vicende quotidiane di un bambino qualunque che cresce e osserva. Questo è ciò che volevo. Soldi spesi bene!

  • Bruno Vespa Cover

    Bruno Vespa ha cominciato a sedici anni il mestiere di giornalista e a diciotto le collaborazioni con la Rai. Laureatosi in giurisprudenza, nel 1968 si è classificato al primo posto in un concorso nazionale per radiotelecronisti ed è stato assegnato al telegiornale. Dal 1990 al 1993 ha diretto il Tg1. Dal 1996 la sua trasmissione «Porta a porta» è il programma di politica, attualità e costume più seguito. Tra i premi più prestigiosi, ha vinto il Bancarella (2004), per due volte il SaintVincent per la televisione (1979 e 2000) e nel 2011 quello alla carriera; nello stesso anno ha vinto l'Estense per il giornalismo. Per Mondadori ha pubblicato: Telecamera con vista (1993), Il cambio (1994), Il duello (1995), La svolta (1996), La sfida... Approfondisci
Note legali
Chiudi