Categorie

Jo Nesbø

Traduttore: E. Kampmann
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2015
Pagine: 142 p. , Brossura
  • EAN: 9788806218065



Mi sentivo come se fossi seduto a un tavolo da poker insieme a quattro giocatori che non sapevano perdere, armati di tutto punto e diffidenti per natura. E mi erano stati appena serviti quattro assi. A volte le belle notizie sono talmente belle da essere brutte.

«Dunque. Riassumendo, possiamo metterla così: non riesco a guidare piano, sono tenero come il burro, mi innamoro con troppa facilità, perdo la testa quando mi arrabbio e sono una frana in aritmetica… Non devo guidare, uccido per lo più il genere di uomini che se lo merita e non devo fare calcoli complicati. Non avevo dovuto fino ad allora, almeno». Così, candidamente, si descrive Olav, il killer dislessico e dal cuore tenero protagonista dell’ultima fatica dell’amato crime novelist Jo Nesbø, Sangue e neve.
Olav, Il nome di un re, il cuore di un cavaliere, il lavoro di un assassino. O, meglio, liquidatore. Ma cosa succede se il capo del liquidatore gli chiede di liquidare sua moglie? E cosa succede se il liquidatore si innamora della vittima?
In contemporanea mondiale, l’ultimo thriller del maestro dei maestri. Dopo il successo de Il Confessore, Jo Nesbø non delude le aspettative dei lettori affamati di crime, che sono – giustamente – sempre più alte.
Siamo in una Oslo innevata, avvolta da atmosfere ovattate, inquadrata da immagini di purezza cristallina, una Oslo del 1977, in cui la neve tutto copre, tranne il sangue. Si apre con inizio sfolgorante (ma, d’altra parte, Nesbø non ci ha abituati così?), una sottile – e inaspettatamente – divertente ironia pervade tutta la lettura.
Una lettura che si preannuncia veloce, quasi famelica, alla forsennata ricerca di risposte che, da vero maestro, l’autore ci fornisce pian piano, col contagocce, dosandole sapientemente con nuove domande; e così via verso un turbinio di colpi di scena, di inaspettati rivolgimenti, di dialoghi brillanti e densi di sottintesi, di atmosfere surreali eppure così credibili da sembrare vere, vicine. Un thriller carismatico, un protagonista che dispiace lasciare a lettura terminata, un intreccio a cui la memoria torna, degno di quello che l’autore è: uno dei più grandi scrittori di noir contemporanei.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    archipic

    16/03/2016 12.42.44

    Non male questo breve romanzo di Nesbo. Per certi versi ricorda un po gli hard boiled americani degli anni '40; molta introspezione, buon impronta sentimentale e buona dose di sangue. Scorrevole al punto giusto e finale adeguato alla storia.

  • User Icon

    Elena

    10/03/2016 13.26.46

    Carino e interessante ma non eccezionale, forse perché molto corto e incentrato più sull'aspetto psicologico che sull'azione vera e propria. Rimane comunque una lettura scorrevole e piacevole. Il prezzo del libro è decisamente troppo alto, va bene che si tratta di Nesbo però 17 euro per 140 pagine è esagerato.

  • User Icon

    Gianna

    15/02/2016 14.55.01

    Troppo caro ...e niente a che vedere con gli altri libri di Nesbo. .Librettino che poteva costare al massimo 10 euro per un racconto un Po sciocco con personaggi a volte un Po ridicoli che si legge in un paio d ore ...no ...non mi è piaciuto e soprattutto il finale davvero brutto

  • User Icon

    Giuly

    10/02/2016 22.39.52

    Anch'io penso che il giudizio su questo libro possa variare in base alle aspettative: non è propriamente un giallo, ma piuttosto un racconto tutto incentrato sul protagonista, Olav, malvivente impacciato e a suo modo romantico. L'impressione che sia stato scritto di fretta effettivamente c'è, però mi ha divertita, anche se il finale non mi ha soddisfatta appieno.

  • User Icon

    Francesco

    28/12/2015 18.02.07

    dato il numero di pagine dovrebbe costare 10,00 Euro.... detto questo nonostantel le poche pagine parte subito in quarta senza lunghe prefazioni ma rispetto a libri come "il confessore" o "il cacciatore di teste" arriva troppo frettolosamente ad un finale banale.... non il miglior Nesbo, peccato... do 3 stelle solo per la descrizione accurata e per la "scorrevolezza" della lettura...

  • User Icon

    Gianluca

    12/11/2015 09.42.37

    Grossa delusione, nulla a che vedere con il Jo Nesbo di Harry Hole!!!

  • User Icon

    Alessandro

    12/09/2015 11.59.51

    Racconto breve e semplice. Un thriller senza grandi colpi di scena....e

  • User Icon

    Nadia

    30/08/2015 18.23.04

    Nesbo non si smentisce. Con questo libro ha dimostrato d'essere davvero un grande scrittore del genere. Un libro che si legge tutto d'un fiato, trama e analisi introspettiva del personaggio avvincenti. La prima volta avevo scelto a caso un libro di questo autore, per fortuna non il primo della serie di Harry Hole, a causa del quale avrei tralasciato i successivi, sono rimasta folgorata! Ora li ho proprio tutti e spero che continui su questa strada.

  • User Icon

    Rispo Salvatore

    12/08/2015 21.55.10

    Tre stelle, un buon libro, niente di più. In realtà sembra solo la trama di un libro di Nesbo che ci ha abituati ad una migliore struttura. La trama è fitta sì ma poco approfondita, superficiale. Sembra l'abbia scritta in mezza giornata, sembra solo una bozza di un libro da implementare. Peccato, questa idea avrebbe potuto approfondirla e farne un capolavoro. E poi il prezzo spropositato rispetto al numero di pagine, se confrontato con gli altri suoi lavori. Questo indizio, abbinato alla superficialità, mi fa credere che è stato scritto solo per adempiere agli obblighi contrattuali con la casa editrice. Peccato

  • User Icon

    Talisie

    31/07/2015 21.01.38

    Il romanzo sembra buttato giù frettolosamente e dà più l'idea di essere destinato a un pubblico di lettrici rosa che di avidi divoratori di thriller, un po' una storia in poche puntate su una rivista femminile. E' il primo libro che leggo del tanto decantato Nesbo e, dai commenti che vedo, sicuramente non il più brillante. Addirittura il protagonista fa il killer perché non riesce bene in nient'altro; ha alle spalle un'infanzia dolorosa di violenze familiari, dà un sostegno economico alla vedova di un uomo da lui ucciso perché ha quattro figli, vive in una solitudine squallida e si innamora della donna che lo tradirà: è insomma un caso umano. Sarei per un voto più basso, ma do 3 poiché mi fa troppa pena.

  • User Icon

    Daniele B.

    02/07/2015 13.02.59

    Nonostante il non elevato numero di pagine, Nesbo tira fuori un romanzo di gran qualità. Personaggi interessanti e colpi di scena non mancano, se poi si somma a tutto ciò una scrittura assai audace e scorreve il risultato positivo è aggiudicato.

  • User Icon

    Roberto D'Errico

    26/06/2015 08.49.06

    Giudicare questo libro non è semplice perché, qui più che mai, il voto dipende dalle aspettative. Se si paragona questa breve storia (appena 142 pagine) con alcuni dei vecchi romanzi del medesimo scrittore, è evidente come quest'ultima sembri buttata giù sin troppo alla svelta. Se però il medesimo raffronto lo si fa col 90% degli ALTRI scrittori di genere, beh... NESBO è davvero un altro pianeta, ma che dico pianeta, GALASSIA! Ci sono più emozioni (di tutti i tipi) in 142 pagine che in libroni da 500. Il finale poi... quando sei assolutamente sicuro che il tutto possa essere, forse un po' stranamente, terminato, tac... il colpo di classe che in due paginette e mezzo ti rivolta come un calzino tutto. Insomma, non do il massimo, ma quasi...

  • User Icon

    davide951

    13/06/2015 15.44.00

    Certo non il miglior Nesbo se siparagona alla serie di Hole ma comunque ben scritto... 3/5

  • User Icon

    miry56

    17/05/2015 16.08.16

    Libro che mi ha deluso,ridateci il Jo Nesbo di Harry Hole.

  • User Icon

    Daniele B.

    17/05/2015 13.19.09

    ottimo scritto, veramente memorabile il suo stile. Spero di non fare spoiler, ma il "duplice" finale di Olaf è da applausi.

  • User Icon

    elena.bazz

    05/05/2015 21.30.13

    Un Nesbo diverso dal solito, un noir breve, più introspettivo e sentimentale eppure...non mi ha deluso! Sarà perché ormai sono convinta che sia il mio scrittore preferito o perché penso che Nesbo sia Il Maestro del suo genere...fatto sta che mi ha tenuta ancora una volta incollata alle pagine

  • User Icon

    ST360

    04/05/2015 14.23.20

    Quest'ultimo libro di Nesbo mi ha particolarmente deluso, pur essendo una grande estimatrice di tutti i suoi libri precedenti (sia la serie con Harry Hole che senza). Penso che sia la storia che l'introspezione del protagonista dovevano essere maggiormente sviluppate e approfondite. Si legge in una sola giornata non pechè sia coinvolgente ma perchè breve e superficiale. Non vedi l'ora di finirlo per iniziare qualcosa di più corposo e meglio strutturato.

  • User Icon

    DARIO

    03/05/2015 18.46.41

    Non certamente il miglior Nesbo, storia breve e banale. Peccato, attendo Nesbo al prossimo libro.

  • User Icon

    marcello

    20/04/2015 08.59.17

    Breve racconto ma con toni molto forti e sentimenti complessi e deviatamente strutturati nel protagonista. Decisamente un buon libro, che non deve essere letto come un trucido thriller ma come un'avventura umana con i suoi inganni e disinganni, i suoi sogni e le sue realtà fino ad un epilogo sognato e crudamente reale.

  • User Icon

    valeria

    18/04/2015 18.50.14

    Nessun dubbio che non è il Nesbo di Harry Cole, però il tocco da maestro si sente sempre, in ogni pagina. Il rapporto di Olov con le due donne è straordinario per intensità e verità dei sentimenti.E non sempre la lunghezza di un libro significa qualcosa. Penso a gli ultimi di Jeffery Deaver, per intendere.

Vedi tutte le 22 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione