Scaramouche

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: George Sidney
Paese: Stati Uniti
Anno: 1952
Supporto: DVD
Salvato in 25 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 10,99 €)

Nel 1789, alla vigilia della rivoluzione, per vendicare la morte di un amico repubblicano ucciso in duello dal marchese De Maynes, il cinico e galante André Moreau si unisce a una compagnia di attori girovaghi dove lavora la sua fidanzata, prende lezioni di scherma, s'innamora di una contessina e sfida De Maynes.
4,5
di 5
Totale 4
5
3
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    FTLeo

    14/05/2020 12:08:15

    “Scaramouche” (Stati Uniti d’America, 1952) è un film diretto dal regista statunitense George Sidney, tratto dal romanzo omonimo pubblicato nel 1921 dallo scrittore italiano naturalizzato britannico Rafael Sabatini. I principali interpreti del lungometraggio sono Stewart Granger, Eleanor Parker, Mel Ferrer e Janet Leigh. Nel 1923 ne era già stata realizzata una versione muta da Rex Ingram con Ramón Novarro, Alice Terry e Lewis Stone. La trama, in breve, è la seguente. Siamo in Francia, alla fine del 1700. Uno spensierato avventuriero, André Moreau, diventa rivoluzionario suo malgrado, dopo che un dispotico aristocratico, il Marches Noël De Maynes, il più abile e micidiale spadaccino di Francia, uccide in duello un suo amico fraterno, accusato di propaganda democratica. André, assetato di vendetta, deve nascondersi alla polizia del Re, che lo ritiene un pericoloso giacobino: diventa così attore in una compagnia di girovaghi, con i quali reciterà mascherato da Scaramouche. Nel frattempo, André prepara la sua vendetta… Il film non è soltanto un semplice racconto avventuroso, ma è pure una sorta di compendio di tutta la letteratura popolare dell’Ottocento, giungendo a dare una forma viva e modernissima allo spirito profondo del mélo romantico. I colpi di scena, le agnizioni, il teatro nel cinema, l’impeto della passione – sottolineato da una “musica di sottofondo” brillante, ricca di pathos, vibrante di giovanile entusiasmo –, si strutturano in due ore di cinema tecnicamente prezioso, storicamente accurato, esteticamente esaltante, capace di agire direttamente sulla spontaneità percettiva dello spettatore in modo pressappoco “magico”. Che altro dire?... Miglior “cappa e spada” di sempre, celebre, tra l’altro, anche per lo straordinario duello finale che, con i suoi oltre sei minuti e mezzo di durata, è uno dei più lunghi della storia del cinema... Capolavoro assoluto e immortale!

  • User Icon

    Pg

    07/12/2019 01:29:51

    Un classico. Indimenticabile il duello a teatro. Grandissimi i 4 attori principali, con una menzione speciale per Mel Ferrer

  • User Icon

    Michele Bettini

    11/03/2017 06:49:18

    Film di successo in un'epoca in cui l'avventura e i costumi tiravano molto, forse troppo. La splendida Eleanor Parker al posto sbagliato e a fare la donna di ripiego, come era successo in altri film. Anche lo sfarzo delle scene è eccessivo. Sebbene il tutto riesca a piacere e a convincere, non si ha voglia di rivederlo.

  • User Icon

    Riccardo F. Esposito

    05/08/2014 11:41:43

    Uno dei migliori film di cappa & spada, tratto dal romanzo omonimo di Rafael Sabatini (autore d'origini italiane, nato a Jesi, ma di lingua inglese, saccheggiato molte volte dal cinema: "Capitan Blood", "Lo sparviero del mare", "Il cigno nero") particolarmente raccomandato, magari insieme a "I duellanti" di Scott, a chi ama i duelli con la spada. Sfarzosi gli ambienti e attori in stato di grazia (non solo Granger e Ferrer, ma anche Leigh e Parker, poche altre volte così belle e con l'aria di divertirsi un sacco a interpretare i loro personaggi).

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: A & R Productions, 2012
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 118 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • George Sidney Cover

    "Regista statunitense. Figlio d'attori segue, fin da bambino, i genitori ma entra alla mgm nel 1932 come regista di seconde unità e di corti da Oscar (Quicker'n Wink, 1940). Esordisce nel lungometraggio nel 1941 specializzandosi nel musical della casa: superficiale, aggraziato, vivace e sfarzoso. Dalle sfilate divistiche (La parata delle stelle, 1943) ai deliranti vertici del kitsch acquatico (Bellezze al bagno, 1944), dai numeri musicali con combinazioni di girato e animazione (Due marinai e una ragazza, 1945) alla routine più smagliante (Le ragazze di Harvey, 1946), S. raramente manca il bersaglio (Show Boat, 1951); alternando movimentate avventure di cappa e spada (I tre moschettieri, 1948) dalle coreografie eleganti e briose (Scaramouche, 1952). Lasciata la mgm per la Columbia (1956) vi... Approfondisci
  • Stewart Granger Cover

    "Nome d'arte di James Lablanche S., attore statunitense di origine inglese. Atletico e prestante, volto franco da eroe positivo del genere cappa e spada, esordisce nel 1939 (So This Is London di T. Freeland) e si afferma nel decennio successivo in sontuosi melodrammi nel cosiddetto «stile Gainsborough», caratterizzato da trame fitte (La madonna delle sette lune, 1944, di A. Crabtree) e improbabili (Zingari, 1946, di A. Crabtree), tra sfarzose ambientazioni in costume (L'uomo in grigio, 1943, di L. Arliss) e sentimentalismi (Racconto d'amore, 1944, di L. Arliss). Coprotagonista del costoso delirio kitsch Cesare e Cleopatra (1945) di G. Pascal, sul set di Adamo ed Evelina (1949) di H. French è accanto alla seconda moglie J. Simmons, con la quale giunge a Hollywood. Versato per l'avventura in... Approfondisci
  • Eleanor Parker Cover

    "Attrice statunitense. Dopo una breve attività in teatro, approda nel 1941 sullo schermo, imponendosi però solo nel 1950 con Prima colpa di J. Cromwell, film per cui viene premiata alla Mostra di Venezia. Nonostante le buone prove fornite in ruoli impegnativi (Pietà per i giusti, 1951, di W. Wyler; L'uomo dal braccio d'oro, 1955, di O. Preminger) il cinema ha preferito sfruttarla soprattutto per pellicole commerciali in costume." Approfondisci
  • Janet Leigh Cover

    Nome d'arte di Jeanette Helen Morrison, attrice statunitense. Bambina precoce negli studi e appassionata di cinema, viene scoperta per caso e presentata alla mgm, dove è subito messa sotto contratto. Impegnatissima, veste fra l’altro i panni di Meg in Piccole donne (1949) di M. LeRoy, di Aline de Gavrillac in Scaramouche (1952) di G. Sidney e della fidanzata di un bandito in Lo sperone nudo (1953) di A. Mann. Attrice di talento, bionda sensuale ed elegante, interpreta molti dei film più significativi degli anni ’50 e ’60, e riempie le cronache rosa per il suo matrimonio con T. Curtis, insieme al quale gira, tra gli altri, Il mago Houdini (1953) di G. Marshall e I vichinghi (1958) di R. Fleischer. Diretta da O. Welles in L’infernale Quinlan (1958), è universalmente nota per la celeberrima e... Approfondisci
Note legali