Scarlatti e la canzone napoletana

Compositore: Domenico Scarlatti
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 28 novembre 2012
  • EAN: 5028421944883

€ 7,50

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Descrizione

D. Scarlatti: Sonate K 103, K 9, K 176, K 153, K 174, K 241, K 513, K 202; Anonimo: Lo guarracino, Michelemmà, La nova gelosia, Facimmo mo l'amore, No quarto d'ora e altro
Questo disco della Brilliant Classics presenta un programma quanto mai originale, con una serie di brillanti sonate per clavicembalo di Domenico Scarlatti alternate da alcune delle canzoni più famose della grande tradizione napoletana. Il figlio del grande Alessandro Scarlatti fu profondamente influenzato dalla musica della capitale partenopea, dove ebbe la possibilità di ascoltare durante la sua giovinezza non solo le opere buffe della Scuola Napoletana, ma anche le tarantelle e i vivacissimi e spesso ammiccanti canti popolari in dialetto. Questo microcosmo di insuperabile suggestione viene riproposto dal soprano Letizia Calandra e da Francesco Cera, che per l’occasione suona la copia di un clavicembalo di autore anonimo napoletano del 1650 circa costruita dal cembalaro pesarese Roberto Livi nel 1995. Il colore napoletano viene ulteriormente enfatizzato dalle note suadenti della chitarra barocca di Michele Pasotti, copia di uno strumento di un anonimo italiano dell’inizio del XVII secolo realizzata dalla bolognese Anna Radice. Un disco di grande bellezza.

Allievo di Luigi Ferdinando Tagliavini e di Gustav Leonhardt, il bolognese Francesco Cera è considerato uno dei più ispirati interpreti del repertorio barocco, che esegue sia come cembalista e organista sia come direttore dell’Ensemble Arte Musica.