Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Scemo di guerra

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Dino Risi
Paese: Italia
Anno: 1985
Supporto: DVD
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 9,81 €)

Oasi di Sorman (Libia), 1941. Il sottotenente Marcello Lupi, ufficiale medico, viene assegnato ad una sezione sanitaria installata vicino all'oasi e comandata dal maggiore Beluschi, il quale ad altro non aspira che ad essere trasferito in patria. Là Lupi conosce il capitano Oscar Pilli e, in quanto sta specializzandosi in psichiatria, resta subito colpito dalla personalità psicopatica di quell'uomo puerile ed arrogante, vulnerabile e contraddittorio, irriso ed isolato tra gli stessi militari. Lupi intuisce che il disturbo di Pilli ha ragioni profonde e che egli costituisce un pericolo per sé e per tutti gli altri. Il maggiore Beluschi non ha il minimo interesse a che Oscar Pilli sia rimosso. E, infatti, partito Beluschi, lo strampalato ufficiale diventa il capo dell'unità sanitaria.
3,67
di 5
Totale 3
5
2
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    G.

    05/01/2021 17:58:11

    Trovo ingiustificato ed esagerato l'entusiasmo dei precedenti recensori, che mi aveva indotto ad acquistare il dvd: ho, infatti, trovato il film noioso dal principio alla fine.

  • User Icon

    FABIO

    09/11/2020 10:32:56

    QUESTO FILM AVREBBE MERITATO MOLTI PREMI INTERNAZIONALI PERCHE' E' UNA COMMEDIA CON TONI ANCHE UMANI E DRAMMATICI CHE LEGAVA UN GRUPPO DI SOLDATI SVENTURATI IN UN LONTANO AVAMPOSTO DEL DESERTO ED E' STATA REALIZZATA IN MODO MAGISTRALE NON CONOSCO IL FILM LA ROSA DEL DESERTO DI MONICELLI MA DI SICURO SO', AVENDOLI VISTI,CHE FILM COME MEDITERRANEO DI SALVATORES SEMPRE SULLO STESSO TEMA E LA VITA E' BELLA HANNO RICEVUTO IL PREMO OSCAR DINO RISI INVECE CHE HA DIRETTO E REALIZZATO QUESTO FILM E' STATO ESTROMESSO DA OGNI RICONOSCIMENTO O PREMIO INTERNAZIONALE ORA CONOSCENDO LA CARATURA DI QUESTO REGISTA CHE HA FATTO LA STORIA DEL CINEMA ITALIANO NON SOLO NELLA COMMEDIA MA ANCHE NEL DRAMMATICO POSSO SENZ'ALTRO DIRE CHE E'STATO UNO DEI REGISTI ITALIANI MAGGIORMENTE ED INGIUSTAMENTE PENALIZZATO DEL MASSIMO RICONOSCIMENTO ACCADEMICO MONDIALE E SICURAMENTE QUESTA IGNORANZA NEL GIUDICARE I LAVORI CINEMATOGRAFICI MONDIALI E' STATA UNA DELLE MOTIVAZIONI PIU' GRAVI CHE HA DETERMINATO LA MORTE DEL GRANDE CINEMA ITALIANO ED E' UNA COSA VERGOGNOSA.

  • User Icon

    gabriele

    11/03/2019 08:51:42

    Il film dell’esordio di Beppe Grillo sul grande schermo. Marcello Lupi, sottotenente negli anni della seconda guerra mondiale, è costretto a lavorare con personaggi e situazioni difficili, in un contesto militare contraddittorio e meschino. Un film importante per apprezzare Grillo in un ambito molto diverso di quello abituale. Dagli stessi materiali, Mario Monicelli trarrà il film “Le rose del deserto”.

  • Produzione: Rai Cinema, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 108 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area2
  • Beppe Grillo Cover

    Comico, attore, attivista politico e blogger. Il suo blog ( http://www.beppegrillo.it ) è il più noto tra quelli in lingua italiana: è stato collocato al settimo posto della classifica mondiale 2009 pubblicata da Forbes. Promotore di un forum di discussione che conta oggi migliaia di iscritti, ha ispirato molte liste civiche (che portano il suo nome) e, nell’ottobre del 2009, ha promosso la nascita di un vero e proprio movimento politico nazionale, il MoVimento 5 Stelle. Fra i suoi libri più recenti, A riveder le stelle (Rizzoli 2010), Prendiamoci il futuro (Rizzoli 2010), Grillo is back (Rizzoli 2011) con un dvd che racconta lo spettacolo portato nei teatri italiani nel 2011.Nel 2011 pubblica assieme a Gianroberto Casaleggio Siamo in guerra.... Approfondisci
  • Coluche Cover

    "Nome d'arte di Michel Colucci, attore francese. Dopo gli esordi nei caffè-teatro e nei music-hall parigini, nel 1969 debutta sul grande schermo in Le pistonné (Il raccomandato) di C. Berri, interpretando il personaggio del francese medio, volgare e brontolone, con cui si era imposto sulle scene e che incarnerà in molti film successivi, spesso diretti da C. Zidi (L'ala o la coscia?, 1976; Un commissario al di sotto di ogni sospetto, 1980). Divenuto estremamente popolare, anche grazie alle frequenti apparizioni televisive, nel 1981 si candida alle elezioni presidenziali francesi per poi ritirarsi all'ultimo momento dopo aver seminato lo scompiglio nel mondo della politica. Nel 1983 il suo primo ruolo drammatico nel malinconico Ciao amico di C. Berri gli vale il César come migliore attore e... Approfondisci
  • Fabio Testi Cover

    Attore italiano. Inizia giovanissimo a lavorare nel mondo del cinema come comparsa, controfigura e stuntman. Il debutto avviene in Straniero, fatti il segno della croce (1968), prima regia di D. Fidani. Iscrittosi all'Accademia d'arte drammatica, ha l'opportunità di comparire brevemente in C'era una volta il West (1968) di S. Leone e di interpretare un ruolo di rilievo in Il giardino dei Finzi-Contini (1970) di V. De Sica, vincitore del premio Oscar 1971 per il migliore film straniero. Recita poi al fianco di donne affascinanti come J. Seberg in Camorra (1972) di P. Squitieri, C. Cardinale in I guappi (1974), sempre di Squitieri, R. Schneider in L'importante è amare (1975) di A. Zulawski. Legato per un lungo periodo all'attrice U. Andress, ha modo di lavorare anche all'estero: viene diretto... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali