Categorie

Max Weber

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2004
Pagine: 121 p. , Brossura
  • EAN: 9788806169336

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Lucivero

    18/06/2016 10.59.38

    Un classico della storia del pensiero europeo con risvolti non solo epistemologici, ma anche pedagogici ed etici. Sin dal 1917, nella prima conferenza su "La scienza come professione" Weber metteva in guardia gli intellettuali sulla differenza tra il sistema accademico nordamericano e quello tedesco, e sulla maggior libertà di ricerca esistente nel primo a differenza della plutocrazia regnante nel secondo, come, del resto, nei sistemi accademici di tutta Europa fino ai nostri giorni. A fronte di una pletora di pubblicazioni pedagogiche, Weber afferma in poche righe che il saper insegnare, vale a dire saper esporre chiaramente i problemi scientifici, è un dono ed è raro che un buon insegnante sia anche un buon ricercatore! Nel 1919 la seconda conferenza su "La politica come professione" pone al centro dell'interesse del sociologo la necessità di individuare quelle che sono le caratteristiche fondamentali del buon politico. Dopo una pregnante riflessione sul potere, sia esso tradizionale, carismatico o legale, e sullo Stato, inteso come gruppo di uomini che avoca a sé l'uso legittimo ed esclusivo della forza, Weber afferma che tra le caratteristiche del politico devono essere: la passione, la lungimiranza e il senso di responsabilità, circostanza che gli permette di definire la classica distinzione tra etica dei principi ed etica della responsabilità, entrambe, tuttavia, necessarie per l'azione politica.

Scrivi una recensione