Categorie

Andrea Frova

Collana: Scienza
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 395 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788817044424
Con il suo ultimo libro Andrea Frova, professore ordinario di fisica generale all'Università La Sapienza di Roma e infaticabile divulgatore, non delude certo chi conosce le sue precedenti opere. Riprendendo e ampliando un discorso già iniziato nel 1995 con Perché accade ciò che accade (Rizzoli), Frova guida il lettore nell'esplorazione della realtà con la quale ognuno di noi ha a che fare quotidianamente. Spaziando dall'ottica all'acustica, dalle proprietà della materia alle forze che la modellano, dalla termodinamica alla meccanica, l'autore consente al lettore curioso di comprendere molti fenomeni, magari apparentemente banali, ma in realtà estremamente affascinanti dal punto di vista scientifico. L'autore non si limita a interpretare i fenomeni ma, attraverso i periodici interventi di "Scienza fatta in casa" che accompagnano il volume, suggerisce al lettore la realizzazione di interessanti e semplici esperimenti per meglio comprendere e verificare quanto appreso nelle pagine precedenti.
Nonostante si occupi prevalentemente dei fenomeni che ognuno di noi ha sotto gli occhi nella vita di tutti i giorni, Frova non rinuncia tuttavia a condurre il lettore nella scienza "alta" della relatività e dei problemi cosmologici che riguardano l'età dell'universo, la sua forma e il suo destino.
Pur spaziando su argomenti così diversi, dal libro emerge però chiaramente un potente filo conduttore, costituito dal metodo scientifico. Sia che si voglia interpretare come fa un martello a piantare un chiodo o che si voglia comprendere cosa sia e come agisca un buco nero, occorre in fondo usare gli stessi strumenti: quelli del pensiero razionale, della sperimentazione e del ragionamento logico-matematico. Strumenti che purtroppo sono scarsamente diffusi nella società e che spesso incontrano ostacoli di ogni sorta per affermarsi. Ma, come sostiene Pietro Greco della prefazione al libro, "Andrea Frova possiede anche la capacità di insegnare al lettore a nuotare controcorrente e di indurlo a staccarsi dalle comode sponde del senso comune per risalire il corso dell'uncommon sense". Tale insegnamento è sicuramente importante per tutti, ma lo è in modo particolare per i giovani. Lo sviluppo del senso critico è infatti fondamentale per le nuove generazioni e, di conseguenza, per l'intera società. È quindi auspicabile che il libro di Frova venga utilmente impiegato dagli insegnanti per avvicinare i ragazzi alla scienza e far loro comprendere cosa essa sia realmente e in che modo operi.
Un ricchissimo apparato iconografico e una preziosa veste editoriale rendono infine il volume un gradevolissimo "oggetto" da regalare a se stessi e a chi si vuole bene.
Silvano Fuso