La scogliera dei desideri (DVD)

Boom!

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Boom!
Regia: Joseph Losey
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1968
Supporto: DVD
Salvato in 12 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 7,90 €)

Flora è la ricca proprietaria di un'isola nel Mediterraneo. La sua solitudine ha finito per renderla arida e crudele: mentre sta dettando le sue memorie, uno straniero cerca di entrare nella sua proprietà e rischia di essere divorato dai cani. Si chiama Chris e nell'alta società è noto come Angelo della Morte: il suo arrivo è accompagnato dalla morte dell'ospite. Nonostante Flora conosca la leggenda, non riesce a cacciarlo, e ne rimane affascinata.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Jacob

    18/09/2018 07:25:18

    Finalmente e' uscito anche in Italiano questo film di Liz Taylor e Richard Burton che e' stato fuori catalogo per decenni. Ricordo di averlo visto circa 22 anni fa sui Bellissimi di Rete 4. Innanzitutto c'e' da dire che lo stesso Tennessee Williams ha risceneggiato il suo lavoro teatrale (poco rappresentato e non conosciutissimo) appositamente per il film, il cui scopo era di rilanciare questo solido testo che e' maturato nel tempo. Il titolo treatrale e' "Il Treno del Latte non si ferma piu' qui", il film invece si intitola "Boom" (riferito all'infrangersi delle onde sugli scogli); in italiano e' stato scelto "la Scogliera dei Desideri" per attirare il pubblico sull'onda dell'altro film Taylor-Burton "Castelli di Sabbia". Seppur il testo originale si svolga a Capri, il film e' stato sapientemente girato sulla rocciosa e calcarea Isola Piana in Sardegna (vicino ad Alghero). Il set e' stato appositamente costruito su misura del testo, tant'e' vero che lo stesso Williams ha ammesso che la scenografia fosse la piu' vicina al suo lavoro rispetto alle versioni cinematografiche di altre sue opere. La villa e' un bellissimo esempio di architettura hollywoodiana fine anni '60 con accostamenti kitch di arte tribale e medievale in cui riecheggiano i suoni di un organetto greco o dei zithar. Il film si snoda in una serie di dialoghi tra la Sig.ra Goforth, padrona incontrastata dell'isola, e il giovane Flanders, ribattezzato l'Angelo della Morte, che funge da voce della coscienza della morente regina. Solo una grande attrice come la Taylor poteva sostenere un ruolo cosi' impegnativo, nevrotico, isterico e in preda al delirio che mostra un ostinato rifiuto ad affrontare la morte imminente. Bellissimi poi i costumi, sfoggiati ad ogni cambio scena anche per soli pochi minuti (per ricordare al pubblico la sfilata di tuniche del precedente "Cleopatra"); tra tutti primeggia il costume kabuki che immortala la Taylor in una delle suo foto piu' iconiche degli anni '60.

  • Produzione: Pulp Video, 2017
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 111 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1 4:3
  • Area2
  • Richard Burton Cover

    "Nome d'arte di R. Walter Jenkins jr., attore inglese. Figlio di un minatore, viene guidato negli studi dal maestro P. Burton (cui deve lo pseudonimo) e frequenta i corsi universitari a Oxford. Non ancora ventenne, debutta sul palcoscenico ottenendo grande successo e, conclusasi la guerra, esordisce anche sul grande schermo. Grazie al fisico atletico e alla forte personalità drammatica partecipa a svariati kolossal (La tunica, 1953, di H. Koster; Le pioggie di Ranchipur, 1955, di J. Negulesco; Alessandro il Grande, 1956, di R. Rossen). Si impone nel panorama divistico internazionale anche in seguito al burrascoso amore con E. Taylor, (conosciuta sul set del film Cleopatra, 1963, di J.L. Mankiewicz), che lo renderà, suo malgrado, un protagonista delle cronache rosa per tutta la vita. Tra le... Approfondisci
  • Romolo Valli Cover

    Attore italiano. Laureato in giurisprudenza, critico e uomo di cultura, si avvicina al teatro dalla fine degli anni '40 imponendosi da subito per personalità e sobrietà di stile e di approccio ai testi classici. Ottiene enormi successi da protagonista in tutti i teatri d'Italia e d'Europa mentre il cinema, pur apprezzandolo, gli ritaglia solo ruoli secondari nei quali comunque brilla per spessore drammaturgico. È, per es., il pacato e umano tenente Gallina in La grande guerra (1959) di M. Monicelli e padre Pirrone in Il Gattopardo (1963) di L. Visconti. Passa dalla grandiosità di Giù la testa (1971) di S. Leone alla bizzarria di Che? (1972) di R. Polanski. Sempre per Visconti, interpreta anche Morte a Venezia (1971) e Gruppo di famiglia in un interno (1974). Il suo ultimo film è Chiaro di... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali