La scrittrice criminale

Marina Morpurgo

Editore: Astoria
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 18/01/2011
Pagine: 118 p., Brossura
  • EAN: 9788896919095
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,50

€ 9,00

Risparmi € 4,50 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvia

    06/06/2014 13:40:24

    In un panorama editoriale che pullula di 'indicibili segreti', umori speziati come se piovesse, 'ritratti di donne fragili ma forti', investigatori depressi in impermeabile e sociologia edulcorata... be' qua dentro la Morpurgo scintilla come una lucciola, rara e preziosa. L'umorismo come in Italia non si coltiva più in quanto delegato a opachi figuri radiofonici e televisivi. Un libro esilarante sul mestiere di scrivere, sull'ansia della fama e sulla fame che deriva dalla scrittura (si intende fame di pane). Una lettura godibile a più livelli che meriterebbe di diventare un cult. Sappia l'autrice che l'ho collocata tra i Classici.

  • User Icon

    Er1k@

    23/03/2014 22:53:39

    Piacevolissima lettura, un4 e non un 5 perché perde un po' sul finale. Nel complesso consiglio.

  • User Icon

    Potenziale

    25/01/2013 12:36:40

    Scrivere non è facile. Eh, no! Lo sa bene una Scrittrice Potenziale che ha bisogno di assoluto silenzio in casa (e per favore che non s'intralci la sua ispirazione con questioni ordinarie tipo pranzi, cene, detersivi, scuola, bollette). Ma l'esposizione non giova e fuori c'è chiasso e la luce è troppa o troppo poca. Ecco perché una Scrittrice Potenziale diventa LA SCRITTRICE CRIMINALE, nella brillante penna di Marina Morpugno che in un crescendo di ilarità e fantasia (ma quanto fondo di verità c'è? nemmeno tanto in fondo? Lo sa bene l'autrice che è giornalista e ogni giorno tocca con mano la realtà editoriale) ci svela la storia di un plagio letterario clamoroso. Divertente, illuminante e coraggiosa, la nostra protagonista tira anche le orecchie al Manzoni che ha fatto tramontare il sole dietro il monte Resegone: «Imbecille! Somaro! Il Resegone ce lo avevi a est! Dove guardavi?» Confermo, io lo vedo da uno dei miei balconi (il monte, non l'Alessandro, naturalmente). Da leggere subito! Grazie alla fantastica libraia mia amica per avermi regalato questa chiccosissima chicca.

Scrivi una recensione