La scrittrice del mistero

Alice Basso

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 26 aprile 2018
Pagine: 336 p., Rilegato
  • EAN: 9788811602200
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,66
Descrizione
Con la protagonista unica nel suo genere creata dalla sua penna, Alice Basso si è fatta amare dai lettori e dai librai. Le sue storie con tinte gialle e a base di citazioni letterarie creano dipendenza.

«Vani Sarca è una protagonista fuori dagli schemi.» - Carlotta Vissani, Tu Style

«Uno dei personaggi più amati dai lettori.» - La Stampa

«Un'atmosfera che profuma di libri e una protagonista che con leggerezza esercita il suo dono, l'empatia (alla Maigret) che le permette di cogliere l'essenza delle persone.» - Roberto Iasoni, La Lettura - Corriere della Sera

«Chi sceglie il giallo ha grande immaginazione. Come Vani che presta le sue parole ad autori che non le hanno scritte mettendosi nei loro panni, abilità di cui è maestra.» - Maria Grazia Ligati e Monica Virgili, Io Donna

Niente può fermarla
Perché scrivere è la sua missione
E solo i libri possono indicarle la strada


Per Vani fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché così può scrivere nel chiuso della sua casa, in compagnia dei libri e lontano dal resto dell’umanità per la quale non ha una grande simpatia. Ma soprattutto perché può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di emulare i loro gesti, di anticipare i loro pensieri, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura. Una empatia innata che il suo datore di lavoro sa come sfruttare al meglio. Lui sa che solo Vani è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori vienti di thriller del mondo. E non importa se le chiede di scrivere una storia che nulla ha a che fare con i padri del genere giallo che lei adora da Dashiell Hammett a Ian Fleming passando per Patricia Highsmith. Vani è comunque la migliore. Tanto che la polizia si è accorta delle sue doti intuitive e le ha chiesto di collaborare. E non con un commissario qualsiasi, bensì Berganza la copia vivente dei protagonisti di Raymond Chandler: impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che i due fanno indagini a braccetto. Ma tra un interrogatorio e l’altro, tra un colpo di genio di Vani e l’altro qualcosa di più profondo li unisce. E ora non ci sono più scuse, non ci sono più ostacoli: l’amore può trionfare. O in qualunque modo Vani voglia chiamare quei crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l’happy ending va conquistato, agognato, sospirato. Perché il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Andare oltre il suo astio per aiutarlo è difficile e proteggere la sua nuova relazione lo è ancora di più. Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e che può tessere trame più ordite del più bravo degli scrittori.

Con la protagonista unica nel suo genere creata dalla sua penna, Alice Basso si è fatta amare dai lettori e dai librai. Le sue storie con tinte gialle e a base di citazioni letterarie creano dipendenza. Dopo il successo dell’Imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Scrivere è un mestiere pericoloso e Non ditelo allo scrittore, un nuovo imperdibile romanzo in cui dare vita ad un libro, risolvere un caso e accettare di essere innamorati sono tre passi complicati ma insolitamente legati tra di loro.

€ 15,22

€ 17,90

Risparmi € 2,68 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,90 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Laura

    23/09/2018 19:21:55

    Vani Sarca, misantropa sociopatica, come si definisce lei stessa, ghostwriter di professione, eccezionale ad entrare nella testa altrui e scrivere di conseguenza con la stessa impronta dell’autore originale, si sta normalizzando. Ha trovato una sua famiglia d'adozione e di riferimento: il commissario Berganza con cui sta imbastendo una storia da crampi nello stomaco; un clone di 15 anni, Morgana, e la di lei amica Laura, un’altra amica di 80 anni e passa, Irma, cuoca e confidente di una rinomata famiglia torinese; e la sua intolleranza nei confronti del genere umano non è più così plateale. La serie di Alice Basso, però, ne risente. Chi ha letto tutti i quattro i romanzi non può non sentirsi un po’ tradito da questa normalizzazione. Libro dopo libro il personaggio fuori dalle righe, controcorrente e anticonvenzionale si appanna, le storie si replicano e quella sensazione di straordinario, purtroppo non si ripete. Lettura ricca di citazione e rimandi lettarari, piacevole, ma non eccezionale. Peccato!

  • User Icon

    romeo

    23/09/2018 19:19:06

    La controversa protagonista di questo nuovo romanzo è sempre Vani Sarca, una ghostwriter molto particolare, vestita sempre di nero, asociale, introspettiva, amante dei libri. Grazie a lei si fondono in una sola storia contorni gialli e rosa, soprattutto a causa dei crampi amorosi verso il commissario, suo fidanzato incontrato nello scorso episodio. Scorrevole e molto gradevole la lettura.

  • User Icon

    Elaine

    22/09/2018 12:57:04

    Libro piacevole da leggere. La trama da giallo è semplice e poco avvincente ma quello che apprezzo in questa scrittrice è il suo stile pungente ed ironico sottolineato da l'uso di un italiano ricco e non scontato. La Basso crea, romanzo dopo romanzo, dei personaggi a cui ci si affeziona (Berganza, Morgana, Lara etc.) e riesce a caratterizzare in maniera magistrale anche le figure di contorno alla vita di Vani (in questo libro il cognato) o alla trama (Henry Dark).

  • User Icon

    Tiziano

    22/09/2018 08:49:10

    Per la quarta volta l'autrice è riuscita a infondere il desiderio di scoprire il mestiere del ghostwriter e a evolvere la sua protagonista.

  • User Icon

    Chantal

    19/09/2018 06:47:25

    Alice Basso non delude mai. Questo è il quarto libro della saga e proprio come gli altri tre è scorrevole e divertente. Senza fare nessun tipo di spoiler posso dire che questo libro fa venire i crampi (leggetelo e capirete). Abbiamo una crescita dei personaggi molto evidente rispetto al primo libro ma Vani Sarca rimane sempre la solita ghostwriter che noi tutti amiamo. Intelligente, perspicace, un filo cinica (giusto quello che basta) una ottima scrittrice e una pessima cuoca. Come si fa a non amarla?

  • User Icon

    Arianna

    18/09/2018 21:14:43

    Ho letto tutta la saga in due settimane. Libro scorrevole con una protagonista che non si può non amare. Ti prende e ti senti affamato di pagine e di arrivare alla fine. Letto un libro vuoi subito sapere come prosegue quello dopo. Intrigante, con colpi di scena e con riferimenti culturali e spunti di riflessione belli. Alice basso prende il massimo dei voti!

  • User Icon

    Marta

    18/09/2018 10:05:00

    Ero un po' titubante quando ho iniziato a leggere questo libro. Avevo paura che fosse un qualcosa di frivolo. Invece è tutt'altro! Vani Sarca&Berganza sono una coppia perfetta. Nel lavoro e nella vita privata. Ogni tanto mi ricordano i protagonisti di Castle. Lei, Silvana Sarca detta Vani, è un personaggio che mi piace tanto. E mi piace molto anche il modo di scrivere di Alice Basso e tutti i riferimenti ai gialli più importanti e famosi che ha messo nel libro. In pratica leggendolo impari tantissime cose sul genere. In più la storia ha un buon ritmo che non guasta mai. Buona lettura!

  • User Icon

    Mauro

    02/09/2018 08:04:43

    Ho letto tutti i romanzi della Basso, anche questo è risultato divertente, un giallo comico da leggere in estate senza pensieri. Per trama e struttura non si differenzia dagli altri romanzi da lei scritti, battute ripetute, scene già viste.

  • User Icon

    Giorgia

    20/08/2018 14:03:51

    è il primo che leggo di Alice Basso e mi mancano i primi 3, per questo forse non mi ha entusiasmato. Scrittura fresca e divertente, ma la trama è piuttosto banale e noiosa in alcuni punti. Troppe scene descritte male in cui il commissario dialoga con gli altri poliziotti senza portare a nulla. Molti capitoli inutili e dialoghi "da fiction" con un contenuto povero. Il "mistero" è molto naif e simile alla Alice Allevi della Gazzola. Forse non ho una visione completa della storia non avendo letto i precedenti..ma non mi ha entusiasmato ne il personaggio ne la storia in se per se. Vani Sarca l'ho trovata il classico genio incompreso, il resto dei personaggi non conquista...insomma 15 Euro sono anche troppi per una banalità assoluta.

  • User Icon

    michelap.

    11/08/2018 05:20:58

    E' sempre un piacere leggere Alice Basso, ironica, divertente e un po' romantica ... almeno per quello che concede il personaggio di Vani. Anche questo libro non si può considerare un vero e proprio giallo però vale la pena di leggerlo per trascorrere qualche ora di buon umore.

  • User Icon

    Massimo Ghigi

    04/08/2018 15:44:29

    Ancora una godibilissima avventura per Vani Sarca, non c'è niente da fare mi piace tantissimo il modo di scrivere di Alice Basso il suo modo di mettere personaggi e dialoghi al centro della storia con tanta, tanta ironia!

  • User Icon

    Claudia C.

    22/06/2018 19:39:48

    Alice Basso è diventata ormai la mia autrice contemporanea preferita. Dico solo che ho atteso l'ultimo libro dall'istante in cui ho finito il precedente e che lo adoro. Come adoro Vani Sarca e tutti i personaggi. Lo rileggo (li rileggo tutto e quattro) ogni volta che voglio sentirmi a casa e commuovermi e ridere. La storia è ben scritta, le citazioni numerose, le indagini originali. E la storia d'amore dolcissima. Per me è un libro speciale.

  • User Icon

    Ombretta

    04/06/2018 14:10:30

    Nel libro precedente a questo mi aspettavo che si parlasse ampiamente della relazione tra i protagonisti. L'autrice ha scelto diversamente ed è stata una delusione per me. Quindi ho imparato....niente aspettative. Questo libro è carino. Racconta un pò, ma molto poco il rapporto tra i protagonisti. C'è un piccolo e molto banale giallo da dipanare. E c'è un piccolo colpo di scena finale, ma molto piccolo perchè del soggetto in questione a me come lettrice non importa nulla. L'unica nota positiva è aver avuto la possibilità di conoscere meglio Lara. La speranza è che nel prossimo libro l'autrice si occupi ampiamente della sua nuova vita, ma viste le delusioni del passato non sono molto fiduciosa.

  • User Icon

    Julo

    29/04/2018 06:07:38

    C'è più rosa è meno giallo dei precedenti. Più quantità di ironia ma meno qualità. Decisamente il meno riuscito della serie. Rimane però una lettura molto piacevole.

  • User Icon

    Désirée Pedrinelli

    27/04/2018 15:00:17

    Così siamo giunti al quarto volume delle avventure di Silvana Cassandra Sarca detta Vani. Ancora una volta la Dott.ssa Sarca ci apre le porte del suo mondo fatto di libri e indagini della Polizia. I personaggi sono come sempre Molti e ben delineati, tanto da sembrare reali. La sotto trama gialla si fonde poi perfettamente con il resto della narrazione creando una storia adrenalinica e avvincente

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione