Scritture precarie. Editoria e lavoro nella grande crisi 2003-2017

Daniele Maria Pegorari

Editore: Stilo
Collana: Universitaria
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 28 febbraio 2018
Pagine: 192 p., Brossura
  • EAN: 9788864791685
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Questo libro indaga come gli scrittori italiani nati negli anni Sessanta, Settanta e Ottanta abbiano raccontato (attraverso romanzi, novelle, reportage e poesie) la prostrazione dei soggetti sottoposti al precariato. A questa temporaneità del lavoro fa da specchio la temporaneità esistenziale: il precariato, infatti, produce una liquidità delle identità e nuove forme di 'alienazione', raccontata secondo modalità che lontanamente richiamano la letteratura industriale di Volponi. Si scopre, però, che le nuove generazioni non possono inquadrare in maniera 'totale' ed 'epica' il dramma sociale che si è abbattuto in Italia, poiché il grado di consapevolezza e di 'esperienza' della realtà è ormai ridotto a frammenti, essi pure temporanei e funzionali a un mercato editoriale che subordina la profondità alla leggerezza, la durata estetica alla consumabilità commerciale, la stabilità del libro alla volatilità della letteratura digitale.

€ 15,20

€ 16,00

Risparmi € 0,80 (5%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità: