Categorie

Adriano Caffaro

Editore: Liguori
Collana: Nuovo Medioevo
Anno edizione: 2003
Tipo: Libro universitario
Pagine: 238 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788820734046

Il codice 490 della Biblioteca Capitolare di Lucca contiene il più antico fra i manuali che l'alto Medioevo dedica all'arte di 'fare arte': le Compositiones ad tingenda musiva, scritte tra la fine dell'VIII secolo e l'inizio del IX, sono un autentico laboratorio di bottega d'artigiano, ricco di formule che agiscono sulle tecniche e sui metodi del lavoro creativo. L'analisi della scrittura in oro, ripresa da un raro frammento del codice 54 della Biblioteca Capitolare di Ivrea, risalente agli inizi dell'XI secolo e noto come 'Codice del vescovo Warmondo', è un altro dato eccezionale di questo libro dove, per la prima volta, si offre la trascrizione completa dei testi mediolatini corredati da traduzione italiana e commento tecnico, critico, descrittivo. Grazie alle Compositiones è possibile attribuire all'alto Medioevo l'evoluzione delle conoscenze scientifico-sperimentali che portano nei secoli seguenti alla nascita dell'alchimia.