Categorie

Georges Simenon

Traduttore: M. Belardetti
Editore: Adelphi
Edizione: 2
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 155 p., Brossura
  • EAN: 9788845920684
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Claudio

    22/09/2016 18.27.05

    Gennaio a Parigi. Maigret non ha praticamente niente da fare, così come i suoi ispettori. Ma a cambiare l'atmosfera ci pensa dapprima la moglie che, consigliata dal medico amico Pardon, si è messa a dieta. E poi dalle visite di un marito e di una moglie che temono entrambi di essere avvelenati dal partner. In più c'è anche la sorella della donna, che si è innamorata del cognato. Un triangolo che lascia l'amaro in bocca a Maigret, sopraffatto dai suoi scrupoli, che diventeranno realtà.

  • User Icon

    luca Bidoli

    25/01/2016 10.16.01

    Un Maigret ( un Simenon...) insolito, diverso, ma non per questo meno affascinante, anche se le ambientazioni che io personalmente prediligo sono quelle della provincia francese non della sua capitale.In questo libro tutto, o quasi, molto quasi, è noto sin dall'inizio. Il morto non c'è ancora ma ci sarà tra poco e si reca dal celebre commissario per annunciare il suo incipiente assassinio. Un malato mentale, uno psicopatico, un nevrotico, o tutti questi casi messi assieme? Non si sa e il lettore, con Maigret, sprofonda, fortunatamente per poco, nei meandri dei trattati di psicologia, di psicanalisi e quant'altro. Ambientato in una Parigi di gennaio sferzata dal freddo, il romanzo offre buoni, come sempre, ritratti di casi umani, con la descrizione di almeno un personaggio femminile di algida bellezza e distacco. Commovente il giovane ispettore che indulge verso la tenerezza di un abbraccio tra il materno e il caldamente ero/eso-tico di una "autentica femmina". Ah, Simenon e le donne! Ma qui si aprirebbe un altro capitolo...

  • User Icon

    Manuela Alessio

    23/01/2007 10.41.27

    Il peggiore dei Maigret di Simenon, non per colpa del celebre commissario, ma della vicenda. Una storia di avvelenamenti in famiglia tra dei poveretti mezzi matti e mezzi scemi. Forse, se Maigret si fosse fatto meno... scrupoli, Simenon avrebbe risparmiato al lettore una storia squallida e banale.

  • User Icon

    vidforull

    17/07/2006 20.08.53

    uno dei migliori maigret(contando tutti i 103 tra romanzi e racconti),originale,con suspence,personaggi ben tratteggiati.peccato che spesso l adelphi pubblici i simenon nella stagione opposta alla loro ambientazione

  • User Icon

    REXLEX

    17/07/2006 08.54.20

    Nonostante avessi apprezzato , visto e rivisto in dvd gli sceneggiati del commissario Maigret interpretati da Gino Cervi non avevo mai letto nessun libro di Simenon avente Maigret come protagonista. Ne ho apprezzato l'intreccio tra storia noir ( psicologica ) e vicende personali ( Maigret e moglie ) e ho scoperto una definizione del personaggio Maigret diversa da quella che conoscevo attraverso l'interpretazione di Cervi.Due definizioni assolutamente valide quindi nessuna delusione. Nel genere lo catalogherei sicuramente tra i "da leggere".

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione