Scusate la polvere

Elvira Seminara

Editore: Nottetempo
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 1 giugno 2011
Pagine: 206 p., Brossura
  • EAN: 9788874523184
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Coscienza (chiamata variamente Enza, Cosce, Scienza e Zen), ghostwriter di tesi di laurea, si scopre vedova a quarantaquattro anni. A guastare il lutto, una sconosciuta che è morta nell'auto di suo marito, nello stesso precipizio. Chi era la donna, ma chi era soprattutto suo marito? Con le amiche di sempre, Alice - ex interior designer, ora counselor d'interni dell'anima e di cani bisessuali - e Mia, esperta di catering, Coscienza avvia una grottesca indagine che col contributo della madre malata di Alzheimer, una portinaia superstiziosa e un avvenente chirurgo serial filler, diventa un'irresistibile commedia umana. Una storia "coliticamente scorretta" giocata sui nuovi tic sociali e le domestiche ossessioni.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 6,48

€ 12,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo F.

    16/03/2012 11:33:38

    Leggero e piacevole. Come per altri autori (Marco Presta, ad esempio), la storia raccontata è in realtà il pretesto per l'autrice per proporre, con disincanto e quella intelligente ironia tutta femminile, la propria visione della vita e delle relazioni sociali e affettive. In alcune fasi il racconto tende a stereotipare situazioni e schema narrativo, ma qualche avvitamento di troppo è riscattato da un finale "sobrio" ed ispirato: da leggere, per distrarsi e sorridere un po'.

  • User Icon

    Irene S.

    08/12/2011 04:59:44

    Delizioso!

  • User Icon

    Orazio Caruso

    05/07/2011 11:37:07

    Ho letto il libro in modo vorace in queste prime giornate di vacanza estiva, praticamente l'ho preso al ritorno da Siracusa e non me ne sono staccato più fino a quando non sono arrivato al finale, rivelatore e inaspettato. Ne ho ammirato soprattutto il piglio ironico e l'intelligente scrittura. Come tutti i buoni libri, si può leggere a strati. Il primo strato, la panna, è quello divertente e divertito, in cui con un tono leggero si mettono alla berlina i tic e i comportamenti grotteschi e intellettualistici di certi ambienti un po' snob, soprattutto femminili. E qui esce la brava giornalista di costume e l'esperta studiosa di comunicazione di massa. Ma il libro contiene uno strato più profondo, il pan di Spagna, e si può leggere in chiave allegorica: il marito che finisce in un fosso rappresenta, appunto, la profondità, il pensiero forte, i valori primari (non è un caso che è un agronomo e quindi si occupa della terra) l'attaccamento alla vita e alla procreazione. È un paradosso che il maschile sia identificato con la Terra, simbolo da sempre femminile. Enza, invece, Coscienza, rappresenta l'opposto, l'incoscienza. Essa gira a vuoto, colta da un'Alzheimer morale e culturale, non sa niente della "profondità" (oserei dire della "fossità") del marito, del suo bisogno di materna paternità, del suo bisogno di discendenza, sta in superficie a immaginare banali tradimenti ed improbabili innamoramenti, a scrivere tesi di laurea che contaminano e fondono svariati contenuti ma che non riescono a cogliere il senso vero delle cose. Orazio Caruso

  • User Icon

    Silvia M.

    05/06/2011 11:27:48

    Appena letto. Da quanto tempo non ridevo (o sorridevo) tanto leggendo un romanzo! E' una deliziosa commedia "dark", che fingendo di raccontarci un giallo (e l'improbabile indagine svolta da tre amiche non più giovanissime), ci racconta in realtà i tic, le manie, le nevrosi, le mode, le fobie del mondo d'oggi, con esilarante intelligenza. Della Seminara avevo letto "L'indecenza", e m'era pure piaciuto. Ma qui è tutta un'altra storia, e un altro modo di raccontarci i nostri traumi, all'insegna della leggerezza.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione