DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Il secolo breve 1914-1991

Eric J. Hobsbawm

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: B. Lotti
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,32 MB
Pagine della versione a stampa: 710 p.
  • EAN: 9788858609316
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quello che ci siamo appena lasciati alle spalle è stato un secolo di straordinario progresso scientifico e i guerre totali, di crisi economiche e di grandi periodi di rilancio e di benessere, di rivoluzioni nella società e nella cultura. Un 'secolo breve' anche per l'accelerazione sempre più esasperata impressa agli eventi della storia e alle trasformazioni nella vita degli uomini. Eric Hobsbawm, nato nel 1917, affronta qui un compito arduo e affascinante anche per uno storico di fama mondiale e di sperimentate capacità scientifiche: delineare un panorama esauriente di un periodo che ha non solo studiato come ricercatore ma manche vissuto come uomo.
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marco Elia

    24/03/2019 21:09:49

    Opera fondamentale nella biblioteca di chi vuole cercare di capire il periodo storico del Novecento, "secolo breve", perché iniziato secondo Hobsbawm nel 1914 e finito nel 1991 con la dissoluzione dell'Unione Sovietica. Una chiave di lettura del XX secolo che fa rabbrividire ancora oggi.

  • User Icon

    Guido

    04/12/2017 22:03:59

    Si tratta sicuramente di un bel libro. Non è facile trovare dei tomi scritti in maniera comprensibile. Personalmente parlando ha un difetto: il fatto di non porsi nessuna fine, ovvero di dire tutto ma nello stesso tempo di non dire niente. E' ovvio che deve essere il lettore a trarre le sue osservazione a fine lettura. Il libro è scritto in maniera egregia e lo si capisce già dalle prime pagine. Quando però vengono ad accavallarsi più argomenti, magari connessi tra loro, mi è capitato di perdere il filo del discorso. Uno dei tanti "pro" è che il fatto che il capitolo sia suddiviso a sua volta in piccoli capitoli, in modo da frammentarne la lettura. Sicuramente si tratta di un libro da leggere. Consiglierei allo stesso tempo di addentrarsi in letture più specifiche, magari più "schiette" e ovvie

  • Eric J. Hobsbawm Cover

    Nato da una famiglia ebraica di origine austriaca - il nome del padre era Leopold Percy Obstbaum -, dopo la perdita dei genitori negli anni ’30 si trasferì in Gran Bretagna dove rimase affermandosi come storico di primissimo piano, sempre fedele alla sua impostazione marxista.  Dopo aver studiato a Vienna, Berlino, Londra e Cambridge, insegnò al Birkbeck College dell'Università di Londra e alla New School for Social Research di New York.Tra i suoi libri più significativi Il secolo breve (Rizzoli 1995), Ribelli. Forme primitive di rivolta sociale e la quadrilogia: L’eta della rivoluzione, Il trionfo della borghesia, L’età degli imperi, L’età degli estremi. Importanti anche l’autobiografia Anni Interessanti (Rizzoli... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali