Categorie

Oscar Ratti, Adele Westbrook

Collana: Arti marziali
Anno edizione: 1977
Pagine: 500 p. , ill.
  • EAN: 9788827201664
Usato su Libraccio.it € 10,74

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Federico

    07/06/2013 10.42.17

    Buon libro, ben documentato ed esauriente. Una vera "chicca" imperdibile per appassionati. Una profonda e dettagliata analisi storica della storia e della cultura Giapponese. Il titolo non gli rende giustizia. Un appunto ai troppi errori di stampa.

  • User Icon

    Riccardo

    22/10/2009 09.16.26

    Grande opera. Completa, ricca di notizie difficilmente rintracciabili in altri scritti. Ben scritta, ben organizzata. Un libro che non ostante la mole, si legge in un giorno se si è appassionati del genere. Molto fluida e a tratti coinvolgente l'esposizione, non ostante l'argomento di natura prettamente 'tecnica'. Ottimi gli agganci storici.

  • User Icon

    diablero

    28/04/2008 22.54.00

    Davvero il un titolo fuorviante, l'ho preso solo dopo averlo sfogliato, dovrebbero ripensarci alle mediterranee, casa editrice peraltro meritevole. L'opera è davvero unica nel panorama italiano, miserrimo di autori e traduzioni nella arti marziali (salvo poi avere 40 titoli su squadre di calcio...). Lo consiglio a chiunque abbia a che fare con le arti marziali e a chi, come me, pratica e vive l'arte del iajutsu e kenjutsu come parte di se e stile di vita, oltre che come attività. Bellissime le pagine sulla vestizione del samurai. Più che un libro da leggere pagina dopo pagina è un'opera da consultare, ricchissima di dettagli. A questo scopo forse sarebbe utile arricchire le prossime edizioni con un indice analitico dettagliato e un glossario riassuntivo dei termini tecnici; sarebbero due validi strumenti di supporto alla lettura mirata delle singole sezioni. Le tavole sono molto ben disegnate, soprattutto danno una idea veritiera dei movimenti e delle successioni.

  • User Icon

    Irene

    10/12/2006 00.06.37

    Concordo che il titolo non rende affatto giustizia alla ricchezza dei contenuti. Il libro infatti analizza la storia politica e sociale dei samurai, le diverse specialità di combattimento, cercando di ricostruirne le origini, lo sviluppo, le tecniche e i concetti filosofici che stanno alla loro base. Un rilievo particolare è dato ai fattori interiori delle arti marziali, come ad esempio i concetti di hara e ki e all'uso (ma talvolta anche dell'abuso) della religione Zen per migliorare la dedizione e la capacità di concentrazione. Il testo è corredato da decine e decine di illustrazioni in bianco e nero degli equipaggiamenti e delle fasi di combattimento. Questo volume è molto interessante innanzitutto per "inquadrare" nella giusta cornice teorica le arti marziali, tenendo però presente che l'approccio è esclusivamente storico e quindi chi lo leggesse per trovare indicazioni immediatamente applicabili in un dojo rimmarrebbe deluso. Ma oltre a ciò permette di comprendere alcuni aspetti della mentalità nipponica in generale. Ad esempio, non è difficile riconoscere nella descrizione dei rapporti di dipendenza e affiliazione al clan quegli elementi culturali che, travasati nella produzione di massa, hanno dato vita all'originale sistema del toyotismo.

  • User Icon

    alberto morana

    26/09/2006 18.51.44

    è senza dubbio il testo più completo ed esauriente sul mondo dei samurai! una prova? la maggior parte dei testi sull'argomento che trovo su internet sono copiati pari pari da questa grande opera

  • User Icon

    Pierangelo Vasile

    21/05/2006 02.21.53

    Il titolo non rende giustizia all’opera che si rivela essere molto più di quello che sembra.Il solito volume imbevuto di pregiudizi e luoghi comuni?No.L’opera si presenta invece come un trattato completo sul guerriero giapponese,il suo contesto sociale,le sue virtù marziali.Gli autori analizzano il problema delle fonti ricercando un’interpretazione più oggettiva possibile alle notizie registrate da autori stranieri entrati in contatto con la cultura giapponese nelle varie epoche e scandagliando le fonti originali degli autori giapponesi.Si passa poi ad un’analisi della società giapponese,prendendo in considerazione le singole classi sociali e la loro evoluzione,alla luce del loro contributo nello sviluppo del Bujutsu.Il volume si presenta poi diviso in due tronconi fondamentali:fattori esteriori e interiori del Bujutsu.La trattazione dei fattori esteriori si presenta a sua volta divisa in Bujutsu armato e senz’armi.La prima parte prende in considerazione dettagliatamente i vari strumenti messi a disposizione del bushi dalla tecnologia marziale nipponica:l’autore ne traccia le origini,l’evoluzione nei diversi contesti,le tecniche ed arti d’uso.Stessa impostazione è riservata allo studio delle arti marziali senz’armi alla luce delle diverse interpretazioni,cercando di essere il più possibile fedeli alla realtà storica e sociale del Giappone.Il secondo troncone,meno esteso ma non meno importante,fornisce una visione generale ma sufficientemente dettagliata del mondo interiore del bushi.Se è vero che il guerriero giapponese è stato da più parti definito l’unità combattente più efficiente che la storia abbia mai conosciuto ciò non lo si deve soltanto alla varietà di tecniche ed armi messe a sua disposizione.Il bushi non era solo una macchina da guerra:ha capitalizzato la consapevolezza dei propri limiti fisici con l’incessante ricerca del superamento dei propri limiti interiori.

  • User Icon

    Antonio Pietripaoli

    14/12/2005 12.14.37

    Mi sono avvicinato a questo libro in quanto praticante di arti marziali ormai da più di 25 anni, convinto di ritrovarmi a leggere uno dei tanti "manuali" che circolano sull'argomento, nella speranza di poter soddisfare qualche mia curiosità ed attingervi ulteriori informazioni. Ed invece mi sono dovuto ricredere. Il titolo non rende adeguatamente la preziosità dell'opera che ho scoperto essere un serio, approfondito trattato sull'organizzazione sociale, politica e culturale del Giappone medievale, dell'influenza che tutto ciò ha avuto sullo sviluppo e l'affermazione delle discipline marziali e sulla mentalità, sulla coscienza, sulla spiritualità che le caratterizzano e ne fanno uno strumento incomparabile per la formazione dell'individuo e la tutela della sua salute fisica e mentale. Ne consiglio vivamente la lettura.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione