Salvato in 70 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Selva oscura
18,05 € 19,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+180 punti Effe
-5% 19,00 € 18,05 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
19,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
19,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libraccio
10,26 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
18,05 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
19,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
19,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
10,26 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Selva oscura - Nicole Krauss - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Selva oscura Nicole Krauss
€ 19,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


Vitale, ironico e profondo: un romanzo in cui i destini si incrociano, in una «selva oscura» che è il luogo del perdersi e del ritrovarsi, con il coraggio di guardare sempre oltre il visibile, verso l'infinito.

«Un romanzo straordinario. Sono pieno di ammirazione»Philip Roth

«Un romanzo ricco di immaginazione e humour... Il lettore, conquistato, non può che applaudire»Library Journal

«Misterioso, incantevole... Una riflessione sul paradosso dell'esistenza, uno sguardo profondo sul nostro io»Booklist

«Nicole Krauss è al suo meglio. Una intelligenza folgorante, una scrittura elegante. Un risultato eccezionale»The Guardian

Jules Epstein è sparito nel nulla. Dopo aver passato la vita ad accumulare ricchezze e a sfinire chi gli stava vicino con la sua personalità sovrabbondante, litigiosa e volitiva, una misteriosa metamorfosi lo ha portato a mettere fine alla carriera di avvocato e a trentacinque anni di matrimonio, e ad «alleggerirsi» di tutto ciò che possedeva. Abbandonato il lussuoso appartamento di New York, ha intrapreso un viaggio verso le sue radici ebraiche, con l'obiettivo di trovare un modo degno per onorare la memoria dei suoi genitori. Le ultime notizie lo davano all'hotel Hilton di Tel Aviv, e da lì i tre figli, a cui non ha lasciato messaggi né indizi, dovranno cominciare a cercarlo... A Tel Aviv, nello stesso albergo, arriva anche una scrittrice americana, che vive a Brooklyn con marito e figli, partita alla disperata ricerca di una via d'uscita da una crisi personale e creativa. L'Hilton rappresenta per lei un luogo simbolico, dove trascorreva sempre le vacanze da bambina e dove sente di aver lasciato una parte di sé. Qui incontra un vecchio amico del padre, un professore di letteratura in pensione, che ha stima per il suo lavoro e vuole coinvolgerla in un progetto legato a un'opera incompiuta di Franz Kafka. Un compito altissimo, che si trasforma per lei in una sfida non solo professionale.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
15 marzo 2018
323 p., Rilegato
9788823520233

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(1)
Francesca Di Lauro
Recensioni: 5/5

Un romanzo introspettivo, profondo, visionario, in cui la Krauss, con scrittura cesellata, splendida, intreccia elementi biografici propri, di Kafka, con la religiosità ebraica, le teorie di Freud sul Perturbante.

Leggi di più Leggi di meno
manuela
Recensioni: 1/5

L'ho comprato per le recensioni lette e la pubblicità così positiva. Mi spiace ma io non sono riuscita neanche ad arrivare a metà. Difficile che non finisca un libro ma questo era veramente pesante. Il solo pensiero di prendere il libro dal comodino mi dava una stretta alla gola. L'ho rivenduto. Fine di una triste storia vera.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(1)

Voce della critica

Cercare il senso della vita in Israele, magnifica Krauss

Un affascinante inno alla letteratura, che gronda ambizione ed erudizione: non un romanzo perfetto, anche in questo sta la sua bellezza assoluta, ma magnifico, che sta al di sopra di molti strombazzati lavori di suoi connazionali, in genere uomini. Ecco cosa è Selva oscura (323 pagine, 19 euro) di Nicole Krauss, tradotto per l’editore Guanda da Federica Oddera. Alla scrittrice americana era già successo qualcosa del genere con il libro precedente, La grande casa. Anche quello era un concentrato di scrittura elegante, complicati intrecci di storie parallele, rimandi letterari, religiosi e mistici (senza che la Krauss sia ebrea praticante). E anche allora alcuni, pochi grazie al cielo, avevano storto il naso. Bisognerà farsene una ragione: capita a quasi tutti quelli che hanno successo e ambizione, e la Krauss, a ventinove anni, con La storia dell’amore ha pubblicato un libro che vince la sfida del tempo (diventato un film poetico a tanti anni di distanza dalla pubblicazione). Oltre a considerare che sì la nuova storia ha alcuni motivi autobiografici di fondo, ma senza la necessità, per capirla, di frugare troppo nel vissuto dell’autrice, nel divorzio da Jonathan Safran Foer, altro scrittore di fama mondiale, cercando indizi o affinità con Eccomi, il libro post divorzio dell’ex coniuge, in cui Israele ha un ruolo fondamentale, come in Selva oscura. Per l’ultimo romanzo della Krauss s’è scomodato sua maestà Philip Roth, uno che qualche riga l’ha scritta, e il rapido e ammirato blurb accompagna Selva oscura nelle copertine delle traduzioni di tutto il mondo.

Una scrittrice in crisi personale e professionale (tanto da nutrire seri dubbi sull’utilità e sulla bellezza dei meccanismi della narrativa), di nome Nicole, e un ricchissimo avvocato, Jules Epstein, il loro racconto procede a capitoli alternati, lasciano gli Stati Uniti per recarsi in Israele, dove sentono in qualche modo di compiere un viaggio spirituale alle radici di loro stessi. Senza saperlo entrambi fanno base al monolitico hotel Hilton di Tel Aviv («la città dell’ostinazione»). Prima di sparire nel nulla, come si capisce già in avvio di romanzo, Epstein – grandissimo personaggio, incontenibile – si spoglia di molto del denaro accumulato in una vita, mette alle spalle il proprio mondo, che lo ha stancato e svuotato e torna nella terra dei propri genitori: ossessionato da un rabbino, finanzia un milionario progetto di foresta nel deserto, contribuisce economicamente alla produzione di un film su re Davide (di cui crede d’essere un discendente). La scrittrice, altra anima svuotata, che vive a New York ed è alle prese con la separazione dal marito, incontrerà Eliezer Friedman, un vecchio professore di letteratura, amico di famiglia che forse è stato o è anche un agente segreto del Mossad. E che la mette sulle tracce di pagine inedite e disperse di uno dei più grandi scrittori di sempre…

La terra d’Israele è tutt’altro che vagheggiata, anzi, concretissima, con tanto di riferimenti ad avvenimenti e a politici, agli attacchi che arrivano a Tel Aviv dalla striscia di Gaza. Questo non significa che il libro voglia fare cronaca o, peggio, politica. Krauss vola in altre direzioni, tratteggia due figure che per cambiare e rinascere non esitano a perdersi e a fallire, e con Selva oscura non scrive un semplice romanzo, ma un volume che è anche riflessione su letteratura, poesia e filosofia, sull’identità e sull’ignoto, sull’incertezza e sulla memoria, una comprensione e un tentativo di superamento dello smarrimento (titolo dantesco, si chiarisce nella nota finale), con abbondanti riferimenti a Freud e al misticismo ebraico, e con un’ipotesi sulla morte di Franz Kafka fantasiosa e affascinante (da giardiniere, non più da assicuratore, e non più nella Mitteleuropa…), lontana dalla storia ufficiale. Il lettore non si faccia intimorire da quelli che sembrano andamento e argomenti difficili, da un apparente intellettualismo, da certe divagazioni – che comunque non distolgono dal percorso emotivo – ma si abbandoni e si goda lo spettacolo di una prosa in cui abbondano poesia ed emozioni (e anche umorismo nero, a dire il vero), in cui si sente, contemporaneamente, il canto antico degli shetel e la voce della più narrativa più contemporanea. Un viaggio in cui si va alla ricerca del senso della vita e dell’ignoto, un viaggio che vale la pena di fare. Se trovate un libro (La storia dell’amore non vale), scritto di recente, colmo di letteratura, dolcezza e malinconia e che vi apre universi a ogni pagina come questo, telefonatemi anche nel cuore della notte. Lascio alto il volume della suoneria, non rischio niente.

Recensione di Salvatore Lo Iacono

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Nicole Krauss

1974, New York

Vive a New York. Ha lavorato per la radio e ha pubblicato racconti su diverse riviste americane, tra cui "The New Yorker" e "Esquire". Nel 2002 pubblica il suo primo romanzo, Man walks into a room (Un uomo sulla soglia, Guanda 2006). Nel 2004 pubblica sul New Yorker un estratto di The history of love (La storia dell'amore, Guanda 2005) suo primo grande successo internazionale opzionato da Warner Brothers per essere diretto da Alfonso Cuarón. La grande casa (The Great House) pubblicato in Italia sempre da Guanda (2011) è stato finalista al National Book Award 2010. Nicole Krauss è stata segnalata dal New Yorker tra i venti migliori scrittori americani under 40.È la moglie dello scrittore Jonathan Safran Foer.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore