Sembrava il paradiso

John Cheever

Traduttore: L. G. Luccone
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 21 maggio 2014
Pagine: 105 p., Brossura
  • EAN: 9788807884283
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
"Sembrava il paradiso" è l'ultimo romanzo di John Cheever, apparso solamente quattro mesi prima della sua morte. Il protagonista, Lemuel Lears, è un vecchio gentiluomo che vive in un paesino incantato, dove non è ancora arrivato un fast-food e neppure la ristrutturazione delle grandi ville per farne case di riposo per anziani alla fine del loro ciclo vitale. Il paradiso di Lears è rappresentato da un laghetto, il laghetto dei Beasley, dove ama pattinare d'inverno, un posto incantevole destinato però a scomparire a causa della speculazione edilizia e dell'inquinamento. Si sviluppa così un'intricata vicenda incentrata sul crudo ritratto della vita sessuale e sentimentale di Lears: vedovo gaudente, impegnato a non diventare anch'egli una discarica, si divide tra ricordi, incontri con una bella e capricciosa signora, istantanee follie omosessuali con il ragazzo dell'ascensore e la consolazione emotiva con un suo coetaneo. Perché in fin dei conti il suo problema, la sua vera paura, era proprio quella: la fine dell'amore. Già pubblicato nel 2007 con il titolo "Sembra proprio di stare in paradiso".

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 8,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luciano

    12/02/2015 23:44:42

    In un luogo intatto e meraviglioso, quale il laghetto di Beasley presso Janice, arriva l'ombra dell'inquinamento, frutto della società dei consumi e della corruzione politica che non esita a uccidere gli avvocati che hanno il compito di indagare sul laghetto oltraggiato e usato come discarica. A fare scattare la denuncia è il ricco Lemuel Sears, un vecchietto " non ancora infermo, che non ha bisogno di aiuto per attraversare la strada" che ama le donne belle e giovani. Il racconto è spassoso, esilarante, con continue trovate e Sears è di una simpatia unica. L'autore, che esprime una dura critica alla società dei consumi e all'indifferenza degli americani per le questioni ambientali, scrive pagine, politicamente non corrette, di divertimento indimenticabile: Sears ha un appuntamento con Renée, la donna di turno, e mentre l'attende lo scrittore fa queste considerazioni: " Sears aveva finito per credere che la puntualità agli appuntamenti fosse un segno infallibile della spontaneità sessuale. Aveva infatti osservato che, senza eccezioni, le donne che arrivavano in ritardo agli appuntamenti a cena erano inconsciamente tardive anche nei loro slanci erotici, mentre quelle che arrivavano al ristorante in anticipo giungevano all'apice dell'orgasmo sul taxi che le portava a casa." Un racconto veramente delizioso.

Scrivi una recensione