Categorie

Clive Cussler, Paul Kemprecos

Traduttore: L. Perria
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 2
Anno edizione: 2002
Pagine: 478 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830418141

Il disastro dell'Andrea Doria è stato davvero un incidente? Che ci fa un'antica scultura maya nelle acque del Marocco? Dove è finita la misteriosa "pietra parlante" trasportata da Cristoforo Colombo nel suo quinto viaggio verso le Americhe? Perché le spedizioni archeologiche di tutto il mondo sono monitorate da una equivoca fondazione senza scopo di lucro?
In questo nuovo romanzo, Clive Cussler realizza, con la collaborazione del giornalista scrittore Paul Kemprecos, una delle sue avventure più emozionanti. I protagonisti sono Kurt Austin e Joe Zavala, due nuovi eroi della NUMA (National Underwater Marine Agency), agenzia specializzata nella ricerca dei relitti di navi famose, ente esistente anche nella realtà e fondato dallo stesso Cussler. Con un ideale passaggio del testimone, sottolineato nell'introduzione del romanzo, Kurt e Joe prendono il posto di Dirk Pitt, storico protagonista dei best seller di Cussler. Coraggiosi, abili e simpatici quanto il loro collega, i due agenti della NUMA vengono coinvolti in un insidioso intrigo internazionale di cui fa parte anche Francisco Halcón, proprietario della Time-Quest, una fondazione che funge da copertura a una pericolosissima organizzazione criminale. Le indagini parallele sulle attività della Time-Quest e sulle scoperte di due intraprendenti archeologhe, condurranno i protagonisti a concentrare le loro ricerche nei fondali oceanici in cui giace il relitto del famoso transatlantico italiano Andrea Doria. Dietro il suo affondamento si cela una verità che potrebbe rivelarsi molto pericolosa…
Ancora una volta Clive Cussler regala ai lettori una vicenda appassionante, intrigante e piena di colpi di scena, animata da personaggi originali e indimenticabili. Il serpente dei Maya fonde in modo magistrale fantasia e realtà storica, rivelandosi un romanzo degno di Atlantide e degli altri precedenti best seller dell'autore.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carminia

    02/03/2011 12.37.14

    La storia tratta appunto del mistero che aleggia intorno ai fatti avvenuti a bordo della nave Italiana negli attimi immediatamente precedenti l'affondamento. Il motivo inspiegabile è che la nave italiana prima di affondare a causa della collisione con la nave svedese Stockholm, è stato il luogo di una sparatoria. Questo strano caso è legato alle azioni criminose della Time Quest, mascherata come fondazione senza scopo di lucro, interessata a trafugare tesori antichi e soprattutto agli studi di alcuni archeologi che hanno trovato la prova di contatti tra maya e fenici nella terra dello yucatàn, e la scoperta di una "pietra parlante". Le due piste si intersecano diventando un grattacapo per Kurt Austin al comando della squadra speciale della Numa, che insieme all'ingegnere Joe Zavala indaga su questi due casi, che sembrano avere dei collegamenti. La fusione tra sorprese e inseguimenti all'ultimo respiro con i chiari cenni storici mescolati alla fantasia in bilico tra l'invenzione pura e un minimo di verosimiglianza sono un motivo in piu' per tuffarsi nei meandri oscuri de Il Serpente dei Maya.

  • User Icon

    ROBERTO

    27/12/2006 18.09.32

    Sono d'accordo un po con tutti... o voi che vi esprimete..... infatti se è vero che Austin e Joe non sono effettivamente all'altezza delle aspettative di chi legge da sempre Cussler, è anche vero che prima o poi Dirk e Al fossero destinati a svanire nel limbo dei miti. Non mi sento di criticare Cussler per aver avuto il coraggio di cambiare... diamogli tempo.... e speriamo che il tempo lo convinca a tornare a sacrivere senza aiuti o collaborazioni di sorta (vedi Kemprecos) !

  • User Icon

    Phil

    28/07/2005 21.39.32

    ILLEGGIBILE. Non sono riuscito a finirlo, x fortuna me lo avevano prestato. Non so se è solo Kemprecos che rallenta il ritmo, comunque la cosa più incomprensibile è perchè creare le brutte coppie di Pitt e Giordino?? Forse potranno piacere a chi non conosce i precedenti eroi, ma per me si tratta di un fiasco clamoroso. Comunque è molto semplice: d'ora in poi leggerò solo le avventure di Dirk e Al (o discendenti). Austin e Zavala..a casa!

  • User Icon

    sandro

    11/09/2004 15.19.05

    Se Clive Cussler non ha più voglia di scrivere allora si ritiri, man non ci inbrogli più con le brutte fotocopie!

  • User Icon

    loris

    08/09/2004 21.31.21

    Deludente.Può piacere a uno che non ha mai letto Cussler,ma non a uno come me,che li ha letti tutti. Si sente lo zampino di Kemprecos,è fiacco rispetto agli altri. I protagonisti non convincono;Certamente anni luce da Dirk e Al.Ma chi é questo coautore?Che vada a scrivere da solo! Se continuerà così Cussler, perderà certamente molti afecionados,poco ma sicuro. Se non vedrò più Dirk,addio Clive.

  • User Icon

    Stefano

    29/03/2004 17.38.29

    Creare dei Pitt e Giordino più "umanizzati" non è una impresa facile, e, forse, neanche troppo proponibile. Certo che dopo aver salvato l'umanità "anche troppe volte", o si smetteva di salvarla o si cambiavano i personaggi. Austin e Zavala non sono soli; la loro NUMA è molto più numerosa di quella di Dirk ed Al (e Sandecker sembra quasi non esistere), Nina e la famiglia Trout sono dei personaggi quasi protagonisti e non comprimari. Diamo tempo a Kurt e Joe di trovare la loro dimensione, almeno fino alla prossima avventura di Dirk con i 2 nuovi figli (sono stupito che non sia ancora uscita).

  • User Icon

    gianlu

    15/02/2004 16.55.46

    un romanzo schifoso, si vede che è scritto da kemprecos e non cussler

  • User Icon

    MICHELE (VENEZIA)

    28/10/2003 07.40.26

    HO LETTO TUTTI I LIBRI DI CUSSLER HO TROVATO IL SERTPENTE DEI MAYA ALLA SUA SOLITA ALTEZZA , MA CIO' CHE NON DIGERISCO E' CHE ABBIANO SOSTITUITO DIRK E GIORDINO VI PERGO FATELI TORNARE .

  • User Icon

    paperino68

    26/10/2003 01.05.44

    Ho letto "Il serpente dei Maya" dopo appena un paio di romanzi dedicati a Pitt e Giordino. Concordo con chi ritiene i nuovi protagonisti Austin e Zavala un pò troppo simili agli originali. Personalmente però ho trovato Austin più "umano" del superuomo Pitt, le cui avventure sono ai limiti della realtà (e a volte anche oltre). Ho poi letto la maggior parte degli altri romanzi di Cussler e questo per me rimane uno dei migliori. In attesa di rivedere il mio giudizio su Austin e Zavala dopo aver letto Oro Blu. Ciao

  • User Icon

    dario84

    16/10/2003 20.16.04

    Un libro che ho apprezzato molto simpatici e grdevoli anche i due nuovi personaggi, kurt e joe.......... leggetelo!!!

  • User Icon

    barbara

    11/07/2003 11.54.46

    Per chi non ha mai letto Cussler, sicuramente un bel libro da leggere tutto d'un fiato. Per chi, come me, ha apprezzato Dirk e Al, trova sicuramente che questi due nuovi personaggi, copie malriuscite dei mitici, non danno sicuramente maggior smalto alla storia. Ho invece apprezzato il personaggio di Gamay, che porta una ventata di novità all'insieme.

  • User Icon

    Claudia

    09/03/2003 18.58.51

    Ho letto questo libro l'estate scorsa.Ogni giorno sia alla mattina che al pomeriggio mi mettevo a leggere quelle avvincenti pagine.L'ho trovato molto interessante.Ero un po' triste quando l'ho finito proprio perché era finito!!!Del finale posso dire che non aspettavo altro!!Mi sono piaciuti molto Zavala,Kurt e Nina.

  • User Icon

    Ilaria

    30/11/2002 17.00.46

    Cussler è ormai una leggenda che si racconta; i due nuovi personaggi sono simpatici e sono Dirk e Al, solo un po' più carini. Forse ritorneranno, ma mi auguro che Cussler continui forte con Dirk, lo strepitoso Dirk. Alla prossima

  • User Icon

    Antares

    27/11/2002 15.40.07

    Forse chi non apprezza qusto libro solo per i 2 nuovi protagonisti non ha un minimo di elasticità e si lega troppo a quello che è solo un dettaglio in un intero racconto. Non gli do un voto pieno perché forse Cussler sta girando troppo attorno all'argomento di una possibile visita precolombiana in America da parte di civiltà europee. Tuttavia 4/5 è pienamente meritato per un racconto degno dei precedenti di questo maestro dell'avventura.

  • User Icon

    beni

    21/11/2002 10.15.59

    penso che questo esperimento sia giustamente fallito. clusser è ormai dirk. lo dimostra il fatto che in walhalla dirk è ritornato più vero e umano che mai!!!

  • User Icon

    Roxane

    16/11/2002 18.54.14

    allora ragzzi, proprio non ci siamo. è vero che Cussler ha sostituito i due personaggi principali ormai famosi in tutto il mondo, ma da un piano logico, il grande "Papà Clive" è da ammirare. finalmente uno scrittore che sa stare al passo con la cronoligia storica degli eventi! come possimao biasimarlo se ha deciso di mandare in "pensione" Dirk e Al? avranno anche loro la loro età e il tempo passa anche per loro! tra unj po' arriveremo che sti due poveretti a novant'anni dovrano salvare ancora il mondo... e poi ragazzi, chi non è rimasto un po' affascinato dalla figura misteriosa di Joe Zavala e il seducente Kurt Austin? secondo me ci eravamo talmente abituati a vedere come protagonisti Dirk e Al che non lasciamo spazio alle innovazioni. è come quando qualcuno che conosciamo bene, cambia un qualcosa di se in un modo radicale... prima si rimane di stucco e un po' delusi, ma piano piano ci si appassiona a questa nuova immagine... è una cosa molto logica. Dobbiamo dare Tempo al tempo e abituarci con questi due nuovi grandi "007" dei nostri tempi e vedrete che Il grande "Papà" non ci lascerà mai a bocca asciutta !!!!

  • User Icon

    Angie kat.

    07/11/2002 17.07.04

    Mi sono stupita leggendo tutte le recensioni fatte a questo libro, credevo i lettori di Cussler più "aperti" alle nuove avventure. Vi assicuro che come molti di voi sono pazzamente innamorata di Dirk, è l'impersonificazione della perfezione, con lui si sogna sempre ad occhi aperti; non nego però che gli ultimi romanzi si somigliavano troppo, mi aveva un pò stancato "quel" Cussler, non riuscivo a ricordare a quale libro fossero riferiti certi ricordi, erano tutti uguali. Trovo quest'avventura con Kemprecos un ventata d'aria fresca ... non ho ancora terminato il serpente dei maya ... ma quel che ho letto finora mi piace davvero tanto. OTTIMO!

  • User Icon

    Fabio

    11/10/2002 17.40.26

    Sono pochi i romanzi che mi hanno fatto "viaggiare" e il Serpente dei Maya lo ha fatto.

  • User Icon

    Guido

    05/10/2002 16.33.10

    Avvincente romanzo di azione fanta-archeologica nella migliore tradizione di Clive Cussler. Dopo aver scoperto misteri archeologici e storici, i protagonisti debbono fuggire per sottrarsi a chi invece vuole nascondere la realtà con il crimine. Se fosse più verosimile (ma questo in Cussler succede di rado), sarebbe perfetto.

  • User Icon

    Walter Droetto

    27/09/2002 18.17.47

    Ho appena finito di leggere il libro e devo ammettere che mi è sembrato un buon libro sulla media dei precedenti da lui scritti anche se sinceramente non capisco perchè CUSSLER ha dovuto sostituire i 2 protagonisti principali degli altri romanzi con 2 personaggi che sono praticamente la loro fotocopia. Comunque le emozioni non mancano, azione a tutto spiano e una trama coinvolgente rendono questo romanzo godibile dall'inizio alla fine.

Vedi tutte le 79 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione