Serpenti a sonagli

Irvine Welsh

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Massimo Bocchiola
Editore: Guanda
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 16 marzo 2011
Pagine: 276 p., Brossura
  • EAN: 9788860885173
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 9,18

€ 17,00

Punti Premium: 17

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il deserto del Nevada, strani riti sciamanici, tre amici di ritorno dal festival del Burning Man e una fellatio sotto il tiro di una pistola. E poi ancora un uomo in fuga dalla moglie e dal matrimonio che cerca di rifarsi una vita aprendo un pub alle Canarie, senza rinunciare al campionato di calcio inglese, alla birra e alle scopate facili. Un gruppo di amiche di Chicago, la cui unica preoccupazione sono la linea, i cosmetici e i ragazzi. Uno scapestrato film-maker e attorucolo californiano in cerca di successo che incontra la vedova del suo idolo, un'inquietante Miss Arizona d'altri tempi appassionata di imbalsamazione. Ci sono tutti, e sono allo stesso tempo nuovi e sorprendenti, i temi cari a Irvine Welsh in questa raccolta di racconti: pagine percorse da una solitudine bruciante, fatta di umiliazione, delusione, perfino orrore, che Welsh stempera con la consueta maestria ibridando i registri del grottesco, del ridicolo, dell'osceno, del fumettistico. Una furiosa, rocambolesca discesa agli inferi delle meschinità e delle debolezze umane unita a un linguaggio corrosivo e politicamente scorretto, eppure del tutto sincero e liberatorio. Come se l'eccesso non fosse solo un modo per raccontare, ma anche un antidoto alle frustrazioni da cui non riusciamo a sfuggire.
1,75
di 5
Totale 4
5
0
4
0
3
1
2
1
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    gino

    12/07/2014 09:55:13

    Premesso che non leggo mai la quarta di copertina quando compro un libro per non rovinarmi la sorpresa pensavo che serpenti a sonagli fosse un romanzo, e dopo alcune pagine quando mi sono reso conto che si trattava di una raccolta di racconti ho avuto la prima brutta sorpresa( per colpa mia). La vera brutta sorpresa pero' sono stati la pochezza dei racconti di questo Welsh americano, fuori dagli ambienti che conosce bene e riesce a fare amare ai suoi lettori che si barcamena tra situazioni assurde oltre il grottesco senza pero' il solito fascino.

  • User Icon

    Robertinho

    16/01/2012 16:54:07

    Non è (...purtroppo...) il solito, incontenibile Welsh! Io lo adoro e ho letto tutti i suoi libri, ma in questa occasione è come se scrivesse "col freno a mano tirato", cosicchè in larga parte del libro non è corrosivo ed efficace come al solito, ma risulta prevedibile, ed addirittura noioso. Peccato davvero... sono convinto però che già dal prossimo libro il vecchio Irvine tornerà ai suoi livelli e non ci deluderà di sicuro!

  • User Icon

    Luigi

    27/06/2011 21:54:44

    Premettendo di aver letto, man mano che sono usciti negli anni, tutti i libri di Welsh...che dire, questo è davvero pessimo...le storie, per la prima volta, sono davvero insulse ed annoianti. Sono rimasto male, non sembra nemmeno il welsh che conosciamo, non sembra manco lui. Peccato, questo e l'altro ("tutta colpa dell'acido"), che sono molto simili nell'essere mediocri, sono evidentemente stati fatti di fretta, solo per dare alla stampa qualcosa firmato Welsh.... Mi spiace, stavolta ha toppato e tanto. Ribadisco il voto pessimo

  • User Icon

    giuseppe

    07/06/2011 15:38:29

    un Welsh irriconoscibile. lontano dai suoi posti, pare si sforzi a volersi rinnovare col risultato di apparire uno scrittore qualunque. Sicuro che il prossimo non lo sbagli.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Irvine Welsh Cover

    Scrittore e drammaturgo scozzese. Esploso nel 1993 con Trainspotting, romanzo – e film di culto di Danny Boyle, dopo essere stato «il capofila della chemical generation», Welsh è diventato uno degli autori più amati dal pubblico europeo. Energia, intelligenza, inventiva linguistica, spregiudicatezza, humour nero, gusto per l’eccesso, oscenità, nichilismo spietato sono alcuni dei molti ingredienti che Welsh ha saputo mescolare e che hanno reso assolutamente unico l’estremismo narrativo dei suoi formidabili romanzi. Tra gli altri suoi romanzi ricordiamo Tolleranza Zero (1995), Colla (2001), I segreti erotici dei grandi chef (2006), Skagaboys (2012), La vita sessuale delle gemelle siamesi (2014), L'artista del coltello (2016). Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali