Categorie

Gianni Bonina

Collana: La memoria
Anno edizione: 2012
Pagine: 418 p. , Brossura
  • EAN: 9788838925801

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Corrado

    12/06/2013 16.36.46

    Non conoscevo questo autore e ho letto il romanzo solo perché mi era stato segnalato. L'ho trovato affascinante, originale e ben scritto. La storia prende molto e fino alla fine tiene con il fiato sospeso. A me è piaciuta l'ipotesi alternativa che rimanda alla confraternita degli angeli più che la pista islamica e avrei scommesso sul suo fondamento tanto è seducente. La Sicilia che risulta è favolosa, gravida di mistero, teatro di eventi millenari e questo romanzo la illumina con forza. Piace questo genere narrativo dove si impara molto di storico e di documentato, dove c'è la ricerca dell'autore e si ha l'impressione di leggere una storia realmente accaduta. Complimenti sinceri!

  • User Icon

    Davide

    11/11/2012 12.09.28

    Dispiace sempre stroncare una recensione, ma è necessario quando un libro viene letto senza capirlo. A "Gianfranco" è sfuggito che il capo della mobile indaga sui delitti di natura terroristica, primo, perché il questore lo copre, anche se a disagio; secondo, perché l'impressione che ne ha l'opinione pubblica, a cominciare dalla stampa per finire alla magistratura, è che si tratti di una serie di omicidi opera di un assassino seriale da ricercare nella cerchia dei pupari o comunque dell'opera dei pupi. Non è comunque vero che la sezione politica della polizia non si occupi del caso dal momento che alle indagini partecipa la Digos. Dopo il fallito attentato a Sigonella indagano peraltro anche i carabinieri e il comandante della compagnia di Sigonella ha carta bianca anche da parte degli americani. I terroristi poi "avevano come obiettivo Sigonella"? E mica l'hanno detto prima al capo della Mobile perché egi investisse i servizi segreti! Dopotutto Meli indaga anche su una confraternita cattolica (la seconda pista, valida quanto la prima) e certo non è questa competenza dei servizi! Ma è vero che il libro è infarcito di troppe citazioni dotte. Però, se glieli levi ti rimane un thriller - o una spy story - molto comune. Come levare a "Il codice da Vinci" tutto il fondo religioso.

  • User Icon

    Gianfranco

    07/11/2012 13.06.09

    Dispiace sempre stroncare un libro ma come lettura mi è risultato abbastanza mono-tono. Infarcito di dotte citazioni molto interessanti ma a volte abbastanza inutili per lo svolgimento della trama mentre quelle utili irrigidivano la lettura. Poi obiettivamente non riesco a capire come il capo della mobile abbia potuto indagare su quei sei omicidi in cui c'è una forte componente terroristica. Figuriamoci, avevano come obiettivo Sigonella. Altro che Mobile e carabinieri, i terroristi avrebbero avuto alle calcagna i servizi segreti italiani (con indubbiamente maggiori conoscenze della Mobile) e penso che anche gli USA sarebbero entrati in ballo.

  • User Icon

    Giulia

    04/09/2012 15.14.53

    Bellissimo libro! Il primo capitolo è un po' dottrinale rispetto al resto...Ma molto interessante. L'ho divorato in due giorni consultando il sito di riferimento! Avvincente e...leggendo ho scoperto aspetti della mia terra (la Sicilia) che non conoscevo! Ho apprezzato la storia, gli intrecci e l'idea di seguire due piste (islamica e cattolica). Un itinerario affascinante e...reale! E adesso? Assolutamente da rileggere!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione