copertina

I sette paradossi magici

Eliphas Levi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 2020
In commercio dal: luglio 2020
Pagine: 192 p.
  • EAN: 9788827230527

€ 18,52

In uscita da: luglio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questo libro introvabile del noto esoterista francese, fu pubblicato nel 1856. In inglese vide le stampe nel 1883 presso la Theosophical Society e venne ripubblicato nel 1922, con ulteriori note a piè di pagina di "un eminente occultista" di cui vengono citate solo le iniziali, E.O. L'identità di E.O. è sconosciuta ma si crede, in base allo stile e alle opinioni espresse, che non fosse altro che Helena P. Blavatsky. Nel suo trattato Lévi fa appello a un equilibrio tra scienza e religione rivolgendosi a sette affermazioni paradossali tra cui "La religione è magia sanzionata dall'autorità", "La libertà è obbedienza alla Legge" e "La ragione è Dio". Si tratta di un testo indirizzato a quelli che aspirano a raggiungere la più alta conoscenza esoterica. Lo studio attento delle intuizioni in esso contenute è raccomandato a chi si interessa seriamente di arti esoteriche, poiché aprirà strade di comprensione non raggiungibili attraverso l'analisi di altri autori di testi esoterici, specialmente nella ricerca della mistica profonda dei Tarocchi, che era, per Lévi, il fondamento su cui poggiava l'edificio della "scienza suprema".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali