Sezione Crimini Violenti. Il primo caso dell'ispettrice Huss

Helene Tursten

Traduttore: M. Bodini
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 26 maggio 2011
Pagine: 472 p., Rilegato
  • EAN: 9788834717288
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Una sera piovosa di novembre. Un colpo sordo sulla ghiaia bagnata. I passanti del centro di Goteborg si radunano sotto il balcone al quinto piano di un palazzo signorile. L'ispettrice Irene Huss, il commissario Andersson e un'affiatata squadra di colleghi iniziano a indagare su ciò che sembra a tutti gli effetti un suicidio. L'improvvisa scomparsa di Richard von Knecht, abile uomo d'affari dell'alta borghesia di Svezia, risveglia enorme interesse nella stampa, mentre si cerca di ricostruire la tela delle persone a lui vicine. Tra marmi e oggetti d'antiquariato, tappeti persiani e legni intagliati, si dovrà scoprire cosa si cela dietro al mistero. Irene Huss non demorde e, passando dall'analisi di vecchi ritagli di giornale a mosse di arti marziali, tiene a bada l'eccentrica signora von Knecht, il silenzioso figlio e l'affascinante nuora-modella, gli amici milionari e quelli amanti del vino. Infine i sospetti si moltiplicano e contemporaneamente si restringono, frantumando in mille pezzi l'immagine di partenza. Helene Tursten scrive un giallo con dovizia di particolari e con una trama fitta di colpi di scena e imprevedibili sviluppi. La sua ispettrice Huss, alle prese con un caso di omicidio davvero insolito, si divide tra la vita di madre e moglie impegnata e quella di capo della Sezione Crimini Violenti in una società minacciata dal razzismo, dalla droga e da una nuova ondata di criminalità.

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:

€ 9,12

€ 16,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    riccardo

    09/01/2015 10:06:56

    Concordo quasi in pieno con quanto scritto da mauro (10-10-2012). La traduzione ha reso anche a me quasi illeggibile il testo. Però sono riuscito ad andare avanti e posso garantire che vi sono dei passi molto belli, toccanti. Penso che potendo leggere nell'originale (o magari in un'altra traduzione) l'effetto sarebbe di gran lunga migliore

  • User Icon

    Geronimo il perfido

    03/05/2013 15:55:03

    Constatato che di romanzi della Tursten non ne sono stati pubblicati altri, si suppone che non abbia avuto successo. E giustamente. Scritto all'americana, di svedese ha poco o niente; faticoso da seguire; troppa trippa per gatti ovvero troppa carne al fuoco... da uno verrebbero fuori tre thriller; molto inverosimile, almeno un accenno di realtà...

  • User Icon

    mauro

    10/10/2012 12:52:29

    Il libro potrebbe anche essere interessante, ma la traduzione è un vero disastro. In certi punti sembra addirittura frutto di un traduttore automatico. Peccato per l'autrice, il libro e l'editore, ma così com'è non sono riuscito a superare le 80 pagine.

  • User Icon

    Maurizio

    06/10/2012 17:35:26

    L'ho letto questa estate e mi è piaciuto molto. Meno cupo di Mankel. Interessante come descrive perchè non si può essere amici di una giovane skinhead. Spero che verranno tradotti anche gli altri suoi romanzi

  • User Icon

    claudio moratti

    04/10/2012 11:03:57

    Il giallo è un buon giallo, tanto per iniziare. Non c'è l'autorevolezza e il piglio di un Mankell, ma - a parte alcuni descrizioni un po' troppo particolareggiate su pezzi d'arredamento, capi di vestiario e cibi, dal che si denota la mano femminile dell'autore - la storia è ben congegnata. Segnalo una stranezza, certamente opera non dell'autrice (la quale scrive il libro nel 1998, 3 anni prima dell'arrivo dell'Euro), ma della traduttrice, la quale si prende la briga di convertire continuamente le corone svedesi (di cui parlano, per svariati motivi, i protagonisti del romanzo)in euro, cosa che lascia perplessi perchè è impossibile che i protagonisti svedesi che conversano tra loro si dicano (nel 1998) "guarda, ho comprato un panino al bar, l'ho pagato 10 corone, vaela dire 2 euro..." infine, che cambio avrà adottato la traduttrice? di quale anno? Mah, sarà un dettaglio, ma non è stata una grande idea,distrae, fa capire che è una intrusione nel testo originale, e non serve a nulla.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione