Il signore dei lupi - Paolo Maurensig - copertina
Salvato in 1 lista dei desideri
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Il signore dei lupi
6,00 €
LIBRO USATO
6,00 €
disp. in 2 gg lavorativi disp. in 2 gg lavorativi (Solo una copia)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Biblioteca di Babele
6,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Solelibri
19,80 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Biblioteca di Babele
6,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Solelibri
19,80 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
12,26 €
Chiudi
Il signore dei lupi - Paolo Maurensig - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Nell'agosto del 1939, Emil Ferenczi si trova sui monti Tatra, in Polonia, per fronteggiare l'imminente invasione nazista come sottufficiale dei Cacciatori Ungheresi. Nel corso di lunghe marce attraverso una natura selvaggia e ostile, all'apprensione per la concreta minaccia del nemico si intrecciano, in un oscuro crescendo, atavici timori superstiziosi. Alla loro origine, una serie di scomparse e delitti che sono forse l'opera di una bestia spaventosa. La creatura, però, sembra avere i tratti del margravio di quelle terre, Vukovlad. Maurensig si muove sul crinale ambiguo del genere fantastico, costruendo un romanzo nel quale gli eventi si succedono sulle prime con rigore, come il lucido incedere di un cavallo degli scacchi, per poi frangersi subito dopo, travolgendo con sé il lettore nell'alternarsi continuo di logica e superstizione, razionalità e soprannaturale. E l'ambientazione alle soglie della Seconda guerra mondiale innesta, con uno straniamento di grande impatto, i più antichi, ancestrali orrori sul tronco del male della storia.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2006
109 p., Rilegato
9788804550334

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(13)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(3)
3
(5)
2
(3)
1
(1)
Salvatore Palma
Recensioni: 2/5

Vukovlad nella lingua degli zingari significa "essere malvagio, demonio" e con questo nome una vecchia capo tribù indica una creatura o una bestia orribile che opera delitti e misteriose atrocità in un vicino villaggio polacco. Siamo nell'estate del 1939 sui Monti Tatra in Polonia, nei pressi del confine con la Slovacchia, e il protagonista di questo romanzo è un sottufficiale dell'esercito ungherese, Emil Ferenczi, impegnato in un'azione militare di difesa dall'attacco nazista. La narrazione si muove tra l'incognita del nemico che tarda a materializzarsi e l'avanzata in zone impervie e sconosciute, tra credenze e racconti scarsamente controllabili, tra atmosfere misteriose e paura per ciò che potrebbe accadere. Una storia vera raccontata molti anni dopo all'Autore dallo stesso protagonista in occasione di un convegno presso l'isola di Capri e riportata nella forma letteraria del romanzo per capire forse "da cosa traggono forza per crescere nella mente umana", figure come "lupi mannari, vampiri, orchi, streghe e spettri" e per comprendere "da dove traggono origine le superstizioni, così radicate nell'umanità". Banale e scipito, non lascia alcuna traccia di sé nel lettore.

Leggi di più Leggi di meno
Roberto Magazzini
Recensioni: 4/5

Amo questo scrittore e pure questo libretto decisamente minore, non solo come mole non mi ha deluso. La storia è gotica, con degli aspetti banali e forse scontati, ma la grande maestria dell'autore, il suo modo affascinante di scrivere, salva pienamente l'opera. Resta una "favola", ma questo non deve scandalizzare, tanti grandi romanzi non sono che favole, ce ne fossero così!

Leggi di più Leggi di meno
alessandro
Recensioni: 3/5

non conoscendo minimamente l'autore, sono rimasto incantato dallo stile narrativo, permettendomi di dire che forse, complice sia l'ambientazione, cupa, fredda, antica, sullo sfondo della seconda guerra mondiale. La vicenda mi ha catturato fin dall'inizio, merito anche della scrittura coinvolgente.Un romanzo, un racconto, anche sui diversi, sugli emarginati, messo insieme come se fosse un romanzo gotico, un horror, dove pero, non solo il mostro, non è un mostro, ma è anche innocente. Bello.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(3)
3
(5)
2
(3)
1
(1)

Conosci l'autore

Paolo Maurensig

1943, Gorizia

Scrittore italiano, approdato alla scrittura dopo aver fatto l'agente di commercio. Il successo letterario è arrivato nel 1993 con La variante di Lüneburg, che narra di una partita fra due maestri di scacchi, che si prolunga idealmente attraverso gli eventi storici dell'ultima guerra, con il colpo di scena finale che rivelerà la vera natura dei giocatori.Il secondo romanzo, Canone inverso del 1996, è invece incentrato sulla musica, in una cornice mitteleuropea che è stata la base per la versione cinematografica diretta da Ricky Tognazzi. Con Mondadori ha pubblicato inoltre: L'ombra e la meridiana (1998), Venere lesa (1998), L'Uomo scarlatto (2001), Il guardiano dei sogni (2003), Vukovlad (2006), Gli amanti fiamminghi (2008), Il golf e l'arte di orientarsi con...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore