Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sils Maria

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Francia; Stati Uniti; Svizzera; Germania
Anno: 2014
Supporto: DVD
Salvato in 22 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,99 €)

Maria Enders ha debuttato come attrice a soli diciott'anni nel ruolo di Sigrid, ragazza ambiziosa che fa innamorare di sé una donna matura, Helene. Vent'anni dopo, un regista chiede a Maria di interpretare nuovamente quella storia, però nei panni di Helene, mentre il ruolo di Sigrid viene affidato a una giovane star Jo-Ann. Convinta dalla sua assistente personale, la devota Valentine, Maria accetta, ma si trova presto di fronte alle proprie insicurezze e alla rabbia per non essere più "Sigrid".

2015 - César Miglior Attrice Non Protagonista Stewart Kristen

  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2015
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 124 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; foto
  • Juliette Binoche Cover

    Attrice francese. Madre attrice, padre scultore e scenografo, respira aria di set fin da bambina e, appena cresciuta, frequenta i corsi d’arte drammatica a Parigi fino al debutto nel 1983 in Liberty Belle di P. Kané. Duttile, intellettuale, dalla bellezza non appariscente ma densa di energia interiore, lavora con J.-L. Godard in Je vous salue Marie (1984), con A. Téchiné in Rendez-vous (1985) e con L. Carax in Rosso sangue (1986) e Gli amanti del Pont-Neuf (1991), raggiungendo la massima intensità espressiva nel ruolo di Julie, la vedova-musicista di Tre colori - Film blu (1993) di K. Kie­(lowski. Divenuta diva del cinema «alto» europeo, lavora per L. Malle in Il danno (1992), indossa panni ottocenteschi per L’ussaro sul tetto (1995) di J.-P. Rappeneau e rifulge in Il paziente inglese (1996)... Approfondisci
Note legali