Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sinfonia n.7 - CD Audio di Ludwig van Beethoven,Musica Aeterna,Teodor Currentzis

Sinfonia n.7

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Ludwig van Beethoven
Direttore: Teodor Currentzis
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Sony Classical
Data di pubblicazione: 9 aprile 2021
  • EAN: 0194397437720
Salvato in 1 lista dei desideri
Mentre il mondo osserva il 250 ° anniversario di Ludwig van Beethoven, Sony Classical annuncia l'uscita della Sinfonia n. 7 il 9 aprile 2021, la tanto attesa registrazione sorella di Teodor Currentzis e dell'album Beethoven Symphony n. 5 di MusicAeterna. Registrati alla Konzerthaus di Vienna nell'agosto 2018, entrambi gli album sono il contributo fondamentale dei musicisti russi alle celebrazioni del 250 ° anniversario del compositore.
La registrazione promette di essere significativa quanto il loro Beethoven 5, pubblicato nell'aprile 2020, che il quotidiano tedesco Die Welt ha annunciato come "Il quinto per il 21° secolo" e il quotidiano britannico The Times ha definito "uno di quei resoconti incendiari che spazza via la crosta di familiarità per suggerire di nuovo la forza rivoluzionaria incorporata in questa colonna sonora."
Per Currentzis, il Settimo è "la più grande forma mai raggiunta in una sinfonia". Paragona la sua perfezione strutturale a quella del classico ateniese, l'apice dell'architettura classica in cui ogni proporzione e ogni raffinatezza di scala è messa al servizio di una bellezza spirituale che onora la protettrice della città, la dea Atena.
Disco 1
1
I. Poco sostenuto (Symphony No. 7 in A Major, Op. 92)
2
II. Allegretto
3
III. Presto
4
IV. Allegro con brio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Ludwig van Beethoven Cover

    Compositore tedesco. La formazione musicale e culturale. Dei suoi antenati, contadini fiamminghi, si hanno notizie che risalgono al sec. xvi; il nonno Ludwig, forse il primo musicista della famiglia, aveva lasciato nel 1731 la terra d'origine per stabilirsi a Bonn come strumentista della cappella arcivescovile; anche il figlio di lui, Johann (il padre di B.), fu stipendiato come tenore nella stessa cappella. Le ristrettezze economiche e i disordini psicologici di Johann, che finì alcoolizzato nel 1792, segnarono l'infanzia di B. Dopo un tentativo del padre di lanciarlo come ragazzo prodigio (tentativo che fallì), egli iniziò la sua vera e propria educazione musicale sotto la guida di C.G. Neefe, un seguace dello stile «sentimentale» di Ph.E. Bach, che gli aprì... Approfondisci
Note legali
Chiudi