Sinfonie n.3, n.4

(180 gr.)

Compositore: Ludwig van Beethoven
Direttore: Wojciech Rajski
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 2
Etichetta: Tacet
Data di pubblicazione: 1 giugno 2018
  • EAN: 4009850023913
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 62,50

Venduto e spedito da IBS

63 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Ludwig van Beethoven (1770-1827): Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica”; Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore op. 60
Spesso citata come il punto di svolta del suo nuovo cammino stilistico, la Terza Sinfonia di Beethoven consente di avanzare diverse spiegazioni per il suo carattere rivoluzionario. In particolare, è del tutto legittimo descrivere questo straordinario capolavoro come un affresco in musica di eroismo, romanticismo rivoluzionario e il suo primo dedicatario, Napoleone Bonaparte, visto e considerato il fatto che la sua Marcia funebre viene eseguita spesso in Francia per rendere omaggio all’anniversario della scomparsa dell’audace condottiero corso. Sotto un profilo squisitamente compositivo, non è meno eccitante la grande originalità con cui viene sviluppato il materiale tematico, che viene gradualmente messo insieme, magnificando la sua incontenibile energia, fino a farlo deflagrare in tutta la sua potenza. Un dialogo orchestrale sfocia in una sezione dalle movenze veloci e quali convulse, con splendide sonorità che mettono in grande risalto la brillantezza, l’energia e l’intensità della scrittura beethoveniana. Composta tra l’Eroica e la monumentale Quinta, la Quarta Sinfonia sfoggia un equilibrio classico che crea un’oasi di paradisiaca serenità tra le atmosfere tempestose che pervadono le due sinfonie composte immediatamente prima e dopo. Immerso nella romantica espressività iniziale che procede con imperturbabile letizia, il primo movimento cresce fino ad assumere una vitalità concitata. Secondo la più autentica tradizione del genere, il secondo movimento porta la semplice indicazione di Adagio, nel quale l’imponente e melodico affresco sonoro del primo movimento viene ridotto a una formazione meno tonitruante, con una trasparenza che richiama quasi una dimensione cameristica. Caratterizzato da un incedere travolgente e ricco di speranza, il Finale spazza via con i suoi toni effervescenti i precedenti passaggi contemplativi e si protende verso vette sempre più alte di vigore orchestrale. Wojciech Raisky, che ha sempre chiesto ai componenti della sua orchestra un suono preciso e un fraseggio accuratamente bilanciato, si immerge nelle profondità di questa partitura, dando vita a un’interpretazione vivace, contemplativa ma comunque davvero coinvolgente, che rivela – anche dopo parecchi ascolti – una straordinaria ricchezza di dettagli che non si erano notati le prime volte. Rimasterizzazione effettuata a velocità dimezzata.
Registrazione effettuata nel 2009 nella Chiesa Stella Maris di Sopot, Polonia, dal producer Andreas Spreer e dall’ingegnere del suono Roland Kistner.