Le sirene di Rotterdam (o di come ho sbaragliato i miei miti in XXIV round) - Stefano Amato - copertina

Le sirene di Rotterdam (o di come ho sbaragliato i miei miti in XXIV round)

Stefano Amato

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Transeuropa
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 15 maggio 2020
Pagine: Brossura
  • EAN: 9788831249270

€ 13,78

In uscita da: 15 maggio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Le sirene di Rotterdam" è un romanzo in cui convivono Erno Rubik ed Enrico Fermi, un Golem e un numero surreale di test di gravidanza, l'undici settembre e "Biancaneve", Alfred Hitchcock e Ettore Majorana, "Guerre stellari" e "Il mago di Oz": è dura elencare tutte le trovate contenute in una storia che non conosce un attimo di sosta. Un romanzo sulla difficoltà (e il rifiuto) di alcuni a conformarsi allo status quo, ma anche sulla necessità di liberarsi dei propri idoli e dei propri miti, famigliari e non, per raggiungere l'età adulta.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giacomo Di Girolamo

    29/03/2010 17:42:12

    Forse alla fine è tutta questa Sicilia che non regge, nel romanzo di Stefano Amato. C'è più Sicilia di quanta ne immaginiamo, anche se Amato cerca di svicolare, di portare la storia altrove, di ammiccare ad altri miti (Salinger) ad altri stereotipi (Brizzi, Culicchia, Ballestra). Amato, per diventare davvero scrittore, deve risolvere questo dilemma, questo contrasto. E' il peso, unico, di tutti gli scrittori siciliani. Altrimenti la nostra terra si vendica, e ti insegue anche a Rotterdam. Facendo apparire un buon romanzo come un collage di buone intenzioni, belle battute, citazioni gustose. Ma per il resto, sembra di leggere un adattamento nostrano di "Troppo forte, incredibilmente vicino".

  • Stefano Amato Cover

    Nato a Siracusa cura da anni il blog "L?apprendista libraio", in cui raccoglie le domande più surreali fatte dai clienti ai librai (ispirate alla propria esperienza di libraio e a quelle dei colleghi) e che ha vinto due premi Macchianera come miglior sito letterario. È fondatore e direttore della rivista letteraria A4. Ha tradotto il romanzo inedito di J. D. Salinger La foresta capovolta e pubblicato i romanzi il 49esimo Stato (Feltrinelli Indies, 2013), Bastaddi (Marcos y Marcos, 2015), con il quale ha vinto il premio Leggo QuINDI Sono, e L'inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa  (Hacca, 2018). Approfondisci
Note legali